La storia in giallo

2002_04_07 Joe Petrosino
La sera del 12 marzo 1909, a Piazza Marina, Palermo, viene ucciso il poliziotto italo-americano Joe Petrosino, giunto in Sicilia per colpire alle radici l’organizzazione criminale della Mano Nera. E’ il primo grande delitto di mafia. Petrosino e’ gia’, per il suo coraggio e la sua durezza, una figura mitica. Presto diventera’ un personaggio dei fumetti e negli anni ’70, il regista Daniele D’Anza ne fara’un film di culto per la TV.
Nel dibattito che segue la ricostruzione sceneggiata, l’autrice Antonella Ferrera intervista Roberto Alajmo, esperto di antimafia, e Roberto Olla, autore di documentari storici.

www.mediafire.com/?0yj4mtsx2nf

2002_04_14 Agrippina
Nella primavera del 59 p.C., nei pressi del lago Lucrino, fu uccisa Agrippina per ordine di suo figlio, l’imperatore Nerone, che non ne sopportava piu l’eccessiva invadenza. E’ il piu’ grande matricidio della storia antica, ricostruito nella trasmissione, “La storia in giallo”, domenica 14 aprile alle 19 su Radio 3, dapprima in forma sceneggiata, e poi oggetto di un dibattito cui hanno partecipato al fianco dell’autrice Antonella Ferrera lo storico Furio Sanpoli, lo psichiatra Piero Rocchini e la scrittrice Danila Comastri Montanari, specializzata in gialli ambientati nella Roma antica.
L’imperatore Nerone era giunto al trono grazie all’appoggio della madre Agrippina, ed uccidendo Britannico, legittimo erede al trono. Non potendo piu’sopportare la forte personalita’ della madre che non voleva rinunciare e regnare per suo tramite, l’imperatore la fa salire su di una nave…, Agrippina si salva a nuoto, ma una volta tornata nella sua villa, non potra’sfuggire ai sicari del figlio. Nella ricostruzione sono citati testi antichi e non – Seneca, Tacito, Svetonio, Racine -, mentre nel dibattito le opinioni sono a contrasto, a dimostrare quanto tutt’oggi sia vivo questo caso di Storia in Giallo.

www.mediafire.com/?5zw5z2vwmnr

2002_05_05 Jack lo squartatore
All’alba di venerdì 31 agosto 1888, a Whitechapel, Londra, una donna viene trucidata. Era una prostituta di 41 anni. Con questa morte ha inizio un periodo di terrore in tutta la città quello di Jack the Ripper, ovvero Jack lo squartatore. Per molto tempo, voci mai confermate attribuirono i delitti al duca di Clarence, nipote della regina Vittoria, che venne ad un certo punto internato in un manicomio. Comunque, a tutt’oggi, Jack non ha un nome e tutte le domeniche viene organizzato, alle 19.30 in punto, un giro turistico per l’East End, per visitare i luoghi del delitto e – chissà – anche nella vaga speranza di trovarlo. La drammatica vicenda ebbe comunque il merito di portare l’attenzione di filantropi e politici su questa zona degradata della città e di migliorarne considerevolmente le condizioni. La trasmissione ricostruisce con un breve sceneggiato – arricchito dai giornali d’epoca e dalle lettere di Jack alla polizia -la vicenda, ed e’ seguita da un dibattito in cui l’autrice del programma Antonella Ferrera analizza il caso con la giallista Danila Comastri Montanari e lo psichiatra Piero Rocchini.
www.mediafire.com/?c1vbu0mbi2g

2002_05_12 Beatrice Cenci
E’ l’ombra dell’incesto a pesare sulla morte del nobile romano Francesco Cenci, che venne ucciso per volontà della figlia, la giovane e bella Beatrice, modello ideale di femminilità nei secoli seguenti per pittori e poeti.
La fiction dedicata a Beatrice Cenci, è seguita da un dibattito curato da Antonella Ferrera cui partecipano lo psichiatra Piero Rocchini e la storica Marina D’Amelia.

www.mediafire.com/?9j31ojh3w3b

2002_05_19 Abramo Lincoln
La sera del 14 aprile 1865 il presidente degli Stati Uniti d’America, Abramo Lincoln, si reca a teatro : un sudista e attore fallito di nome Booth, lo uccide con un colpo di pistola. La vicenda è seguita da un dibattito cui partecipano lo psichiatra e criminologo Piero Rocchini e Daniele Fiorentino, esperto di storia americana, intervistati dall’autrice Antonella Ferrera.
www.mediafire.com/?19bwxzzmwwb

2002_05_26 Kaspar Hauser
Nel 1828, a Norimberga, compare uno strano ragazzo, dice di essere vissuto recluso dal mondo fino a quel momento: un idiota o un impostore? C’è addirittura chi lo dice erede al trono. Ma il suo assassinio, altrettanto misterioso, impedirà di conoscerne mai la verità.
La vicenda è seguita da un dibattito curato dall’autrice Antonella Ferrera cui partecipano lo psichiatra e criminologo Piero Rocchini e Ursula Bavai, docente di letteratura tedesca.

www.mediafire.com/?2wmggzyiykm

2002_06_02 Leonarda Cianciulli
Una storia del 1946 questa della “saponificatrice”. Ma uccideva le sue vittime per interesse o per mistica follia? Pensare che questa donna, che faceva a pezzi con la scure le sue vittime prima di bollirle, era piccola, dalle unghie curate e dagli impeccabili ricciolini.
La vicenda è seguita da un dibattito in cui l’autrice Antonella Ferrera analizza il caso con lo psichiatra e criminologo Piero Rocchini.

www.mediafire.com/?ztyzfz0gimy

2002_06_09 La contessa Bathory
Nell’Ungheria del 500 si svolge la vicenda che ha per protagonista la Contessa Bathory. Ossessionata dal timore di perdere la sua straordinaria bellezza, la contessa e’ convinta di poterla conservare solo bagnandosi nel sangue di fanciulle belle ed aristocratiche. Entrera’ nella leggenda come ‘la vampira’, anche se recenti studi sostengono che la leggenfa sulla contessa Bathory fu creata ad arte perche’ le fossero tolte le sue enormi ricchezze.
Alla ricostruzione sceneggiata fa seguito la consueta intervista di Antonella Ferrera cui partecipano il regista Giorgio Presburger e Gianni Pilo, direttore della collana del fantastico della Newton&Compton.

www.mediafire.com/?1ty3ewofca2

2002_06_16 Concino Concini
Nella Francia del ‘600, alla corte di Maria dei Medici, cresce a dismisura la fortuna del suo consigliere e, forse amante, Concino Concini. Ma il giovane re non perdonera’ al fiorentino tanta arroganza e fortuna e lo farà pugnalare.
La vicenda è seguita da un dibattito curato da Antonella Ferrera cui partecipano Marina D’Amelia, storica, e Mimmo De Masi, sociologo.

www.mediafire.com/?9jnb0y2z5z3

2002_06_23 Caso Mayerling
La romantica storia dell’amore fra la giovanissima Mary e l’arciduca Rodolfo d’Asburgo, conclusasi con un doppio suicidio, forse non fu così romantica. E forse non fu neanche un suicidio. Si trattò probabilmente di un omicidio a sfondo politico. La vicenda è seguita da un dibattito curato dall’autrice Antonella Ferrera cui partecipano Ursula Bavai, docente di letteratura tedesca ed il regista Giorgio Presburger in collegamento da Budapest.
www.mediafire.com/?gzhd4nzyttw

2002_09_22 Gilles de Rais/Barbablù
Francia 1440. Viene arrestato il barone Gilles de Rais, con l’accusa di stregoneria, pedofilia ed omicidio. Gilles è un uomo ricchissimo, colto, un guerriero valoroso che ha combattuto a fianco di Giovanna d’Arco. Eppure le accuse, per sua stessa ammissione, si riveleranno fondate, dal momento che ha sodomizzato ed ucciso nel suo castello centinaia di bambini. Nell’immaginario popolare, i fanciulli si trasformeranno in mogli, e ne nascera’ la favola di Barbablù raccolta da Charles Perrault. Il programma, che vede la partecipazione dello psichiatra Piero Rocchini, intervistato da Antonella Ferrera, segna il ritorno ai microfoni di Radio Rai, dopo una lunga assenza, di uno degli attori più acclamati del nostro teatro: Gabriele Lavia nella parte di Gilles de Rais.
www.mediafire.com/?c1mjkenncyi

2002_09_29 Pompeo
Il 29 settembre del 48 a .C., il generale Pompeo viene ucciso a tradimento mentre si trova in Egitto, ed il suo capo mozzo viene regalato al rivale Giulio Cesare. L’ex triunviro aveva compiuto il giorno prima,59 anni. Il programma, che ricostruisce quel momento affascinante e complesso della storia, e’ come di consueto composto da una parte sceneggiata – con la voce di Gabriele Lavia – ed un dibattito volto a leggere in chiave contemporanea il personaggio. In studio assieme all’ autrice Antonella Ferrera, il generale Pier Luigi Caligaris e lo psichiatra Piero Rocchini.
www.mediafire.com/?dccnvsczhrj

2002_10_06 Michelangelo da Caravaggio
Il 10 luglio del 1610, all’età di 40 anni, muore, forse di malaria, Michelangelo da Caravaggio, il pittore scandalo, l’artista del XVII secolo più amato nei tempi moderni. Una morte di cui spesso si e’ parlato e si parla, il più delle volte con gravi inesattezze. Anche in questo caso l’autrice Antonella Ferrera ha scritto i testi avvalendosi di documenti originali, cui dà voce Gabriele Lavia. In studio, in compagnia di Antonella Ferrera, lo psichiatra e criminologo Piero Rocchini
www.mediafire.com/?1lnjlltd0em

2002_10_13 Aleksandr Puskin
Aleksandr Puskin, grande poeta e narratore russo, autore di “Eugenio Oneghin”,”Boris Godunov”,”La figlia del capitano”, muore a Mosca il 29 gennaio del 1837 per le ferite riportate in duello. Un duello che aveva voluto lui, sfidando un francese, presunto amante di sua moglie, la bellissima Natalia, ma un adulterio che era stato Puskin stesso a volere.
Nel dibattito, a cura di Antonella Ferrera, interviene lo psichiatra Piero Rocchini.

www.mediafire.com/?egfvcoxaydz

2002_10_20 La Monaca di Monza
Alessandro Manzoni, nel creare la Monaca di Monza, uno dei personaggi più famosi dei Promessi Sposi, si rifece ad un personaggio realmente esistito, la nobile Virginia de Leyva, che all’inizio del 600 aveva trascorso ben 14 anni in cella per scontare i reati di cui si era macchiata, omicidio compreso, delitti a cui l’aveva spinta il suo amante, il bellissimo Paolo Osio.
Al dibattito che segue lo sceneggiato l’autrice Antonella Ferrera intervista lo psichiatra Piero Rocchini e Liliana Madeo, autrice del libro “Donne cattive”.

www.mediafire.com/?fv5ywqmzvw5

2002_10_27 Ettore Majorana
L’azione si svolge in Italia, nel marzo del 1938. Il fisico Ettore Majorana, 31 anni, forse lo scienziato più promettente del gruppo di via Panisperna, scompare, dopo aver lasciato due brevi ed enigmatiche lettere, una alla famiglia, l’altra all’Università. Di lui non verranno mai ritrovate tracce, nonostante le ricerche siano condotte per le vie ufficiali (“Voglio che si trovi” scrisse di suo pugno Mussolini) che private. Al dibattito curato da Antonella Ferrera intervengono lo psichiatra Piero Rocchini ed il Professor Amaldi, figlio di quello stesso Amaldi che, all’interno dello storico gruppo creatosi attorno ad Enrico Fermi, meglio conosceva lo scienziato scomparso.
www.mediafire.com/?5nhpbmv2y4d

2002_11_03 Charlotte Corday – Marat
Il 13 luglio é al Palais Royal, acquista un capello nero a nastrini verdi per non dare nell’occhio e un coltello da cucina con una lama di dodici centimetri. Quando entra nella stanza, Marat è nel bagno, disteso in una tinozza, Charlotte gioca con lui e con la sua morbosa passione cospirativa, elencandogli una falsa lista di traditori, poi, improvvisamente si alza dalla sedia e sferra un colpo fatale sotto la clavicola, sul fianco destro della vittima squarciandogli la carotide.
Dopo la ricostruzione sceneggiata Antonella Ferrera intervista Roberto Olla, autore di documentari storici per la Rai ed il criminologo Piero Rocchini.

www.mediafire.com/?2qt9gtjx5dt

2002_11_10 Victor Tausk
Il 3 luglio del 1919 si suicida a Vienna, Victor Tausk, psicanalista, allievo amato-odiato di Sigmund Freud, ed ex amante della leggendaria Lou Andreas-Salomé. Bello, intelligente, inquieto, giovane, Tausk sembra pagare con la vita l’impossibilita’ di trovare un equilibrio e il duro scontro con il maestro Freud, che, se in pubblico avrà parole di cordoglio per la perdita dell’allievo, in privato scriverà: “devo confessare di non sentire veramente la mancanza di Tausk; già da tempo l’avevo giudicato inutile”.
Al dibattito partecipa lo psichiatra Piero Rocchini, intervistato dall’autrice Antonella Ferrera.

www.mediafire.com/?1rrfmymy2aj

2002_11_24 Lucrezia Borgia – Alfonso d’Aragona
E’ Lucrezia Borgia la vera protagonista di questa puntata, anche se il delitto di cui ci occupiamo è quello del suo secondo marito, l’amato Alfonso d’Aragona, ucciso dal Valentino nell’anno 1500. Figlia di un Papa, bella, intelligente, raffinata, ed al tempo stesso accusata di incesto, intrighi, avvelenamenti, la sua figura rimane ancora uno dei grandi enigmi della storia. Le dà voce Loredana Martinez, in una puntata narrata da Walter Maestosi e Daniela Barra, mentre al dibattito, curato dall’autrice del programma, Antonella Ferrera, intervengono lo psichiatra Piero Rocchini e la scrittrice Liliana Madeo.
www.mediafire.com/?ctbmjmw2mzj

2002_12_01 Rasputin
La notte del 19 dicembre 1916, un cadavere affiora tra l’acqua ed il ghiaccio di un canale di Pietrogrado. La gente lo riconosce, urla al miracolo, corre a riempire secchi e fiasche con l’acqua miracolosa, perche’ si tratta del misterioso Rasputin, l’eminenza grigia della corte degli Zar, l’uomo che nonostante il veleno, le pugnalate, i colpi di pistola, l’assideramento, lotta ancora nell’acqua ghiacciata per liberare le mani dalle corde.
Segue un’intervista di Antonella Ferrera al giornalista Renzo Foa che vede il personaggio di Rasputin con gli occhi del presente, fuori della leggenda.

www.mediafire.com/?9jzyuddbovx

2002_12_08 Akhenaton
“La storia in giallo” affronta questa volta il piu’ antico dei suoi personaggi:il faraone Akhenaton. Protagonista della grande rivoluzione religiosa del Nuovo Regno, il sovrano fu il primo ad affermare ufficialmente una religione monoteista e probabilmente a pagarne lo scotto morendo assassinato, come gia’ aveva ricostruito l’archeologo Milka Waltari in un romanzo – e poi film – di grande successo: “Sinuhe l’egiziano”.Al termine dello sceneggiato l’autrice Antonella Ferrera intervista l’archeologo e scrittore Valerio Manfredi.
www.mediafire.com/?2vj5nh0s3tr

2002_12_15 Charles Manson
Nell’estate del 1969, a Los Angeles, una banda di fanatici guidati da Charles Manson penetra nella villa del regista Roman Polanski e massacra le 5 persone che vi si trovano, compresa Sharon Tate, la giovane e bellissima moglie del regista, incinta di 8 mesi. Seguira’ il piu’ lungo processo per omicidio della storia americana, durato nove mesi e mezzo, e il piu’ costoso, un milione di dollari.
Dopo lo sceneggiato, l’autrice Antonella Ferrera intervista lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli, autore del recente best-seller “Il lato oscuro”.
Una ghost-track, una traccia nascosta da un CD dei Guns and Roses, contenente una canzone composta dallo stesso Manson, conclude la trasmissione. Manson aveva infatti ambizioni di musicista, ed era convinto di poter diventare un giorno il quinto dei Beatles.

www.mediafire.com/?4xnwgjowwb9

2002_12_22 Marilyn Monroe
Il 5 agosto 1962, ad Hollywood, muore Marylin Monroe, la piu’ bella ed amata delle attrici, forse suicida. Ma a 40 anni dalla sua scomparsa, il mistero e’ ancora fitto, dal momento che testimonianze, documenti, orari sono in continuo e spesso sfrontato contrasto fra loro.
La trasmissione di Antonella Ferrera cerca di darci il punto attuale della situazione, ricostruendo le ultime ore di Marilyn, mentre nell’incontro con lo psichiatra Piero Rocchini, si tenta una lettura psicoanalaitica della donna, oltre che della diva.

www.mediafire.com/?b7jtivm2tra

2003_01_05 Lana Turner e Johnny Stompanato
Lana Turner, alla fine degli anni ’50, e’ una diva ormai avviata al viale del tramonto. Ma un fatto drammatico, nel 1958, rilancia il suo nome. Cheryl, la figlia quattordicenne dell’attrice, uccide a coltellate l’amante della madre, il gangster italo-americano Johnny Stompanato.Il processo fa scalpore, fra chi sostiene un menage a trois, e chi dice che in realta’ e’ stata la stessa Lana Turner a colpire, mentre la figlia se ne sarebbe assunta la responsabilita’ perche’, in quanto minorenne, la pena sarebbe stata molto piu’ leggera per lei.
Dopo lo sceneggiato, l’autrice Antonella Ferrera intervista Laura Laurenzi, autrice del best seller “Infedeli”.

www.mediafire.com/?ewbzwr92213

2003_01_12 Misfatto Bianco
Questa puntata è ambientata in un mondo a meta’ fra “La mia Africa” di Karen Blixen e “Tenera è la notte” di Fitzgerald. Siamo a Nairobi, nel 1941, nel mondo snob e rarefatto delle colonie inglesi, un mondo che si ritiene al di sopra delle regole. Eppure il solito triangolo finisce in tragedia: perché?
Alla ricostruzione sceneggiata segue una conversazione fra Antonella Ferrera, autrice del programma , e lo psicoterapeuta ed esperto di simbologia Lorenzo Ostuni, inventore della fortunata trasmissione televisiva “Misteri”.

www.mediafire.com/?52dyjmuwin2

2003_01_19 Bellezza Orsini, la strega
A meta’ del 500, in un paese del Lazio, una strega viene condannata a morte, accusata di aver avvelenato una serie di giovani uomini. Una volta di piu’, il pregiudizio ha vinto sulla ragione. Ricostruito su documento originali, il testo ha momenti di grande drammaticita’, anche grazie all’interpretazione di Sara Di Nepi ed alle musiche originali di Alessandro Molinari.
Completa il programma una conversazione fra l’autrice, Antonella Ferrera, e Gabriele La Porta che parla ampliamente del fenomeno del fanatismo e dell’intolleranza al giorno d’oggi.

www.mediafire.com/?fyzlpfmit25

2003_01_26 Caryl Chessman
Il 2 maggio 1960 viene giustiziato Caryl Chessman, l’uomo che e’ riuscito a rimandare la sua condanna a morte per 11 anni e 10 mesi. Chessman scrisse ben 4 libri in carcere, che diventarono autentici best seller. Riuscì a muovere l’opinione pubblica di tutto il mondo – dal Papa ai divi di Hollywood, come Marlon Brando e Shirley Mac Laine – intorno al tema della pena di morte. L’autrice Antonella Ferrera intervista poi lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli
www.mediafire.com/?0y1hmmyrltv

2003_02_02 Benvenuto Cellini
Protagonista della puntata, uno dei piu’ grandi artisti del Rinascimento, l’orafo e scultore fiorentino Benvenuto Cellini. La fonte principale di notizie e’ in questo caso la celebre VITA che egli stesso scrisse, dove racconta delitti, duelli, la rocambolesca fuga da Castel Sant’Angelo, la sua morte apparente.
Alla parte sceneggiata – protagonista Norman Mozzato – fa seguito una conversazione dell’autrice del programma, Antonella Ferrera, con lo scrittore ed esperto di simboli Lorenzo Ostuni, che su Cellini ha scritto un originale “enigma” in tre parti.

www.mediafire.com/?ffjh0zdzdav

2003_02_09 Mata Hari
Nel 1917, in Francia,viene fucilata una donna accusata di alto tradimento. All’anagrafe e’ un’olandese chiamata Margareta von Zelle, ma per il pubblico e’ la grande danzatrice indiana Mata Hari, per gli uomini della Belle Epoque una cortigiana eccellente (o “femme horizontale”, come dicevano i piu’ educati), per lo spionaggio francese, un agente che ha tradito facendo il doppio gioco con inglesi e tedeschi.A tanti anni di distanza, il caso Mata Hari sembra restare un affascinante mistero. Dopo la parte sceneggiata, che vede il ritorno ai microfoni RAI di Mita Medici, Antonella Ferrera intervista Danila Comastri Montanari, la giallista bolognese nota per i suoi romanzi ambientati nell’antica Roma.
www.mediafire.com/?4zm5r0te230

2003_02_23 Cleopatra
Mori’ nel 30 a.C. la grande regina egiziana che in realta’ era greca ma la leggenda del suo fascino e della sua personalita’ e’ sempre viva, grazie a libri, film, mostre. Secondo Plutarco era la voce l’elemento piu’ forte del suo charme, ed inoltre la sovrana parlava ben sette lingue. Lo sceneggiato e’ ricostruito sulla base non solo di Plutarco e di Shakespaeare, ma anche di Shawqui, un importante drammaturgo e poeta egiziano dell’800. A concludere il programma, l’autrice Antonella Ferrera, in conversazione con la giallista Danila Comastri Montanari, che ha conosciuto il successo grazie ad una serie di libri ambientati nell’antica Roma.
www.mediafire.com/?0wne3tkbw2n

2003_03_02 Caso Murri
La tranquilla vita di Bologna e’ scossa all’inizio del 900 da un delitto efferato. Viene trovato, ormai gia’ in stato decomposizione, il corpo del conte Bommartini. E’ un uomo grossolano, e tutta la citta’ sa che la moglie, la delicata Linda Murri, e tutta la famiglia di lei mal lo sopportano.Le accuse rimbalzano, il caso e’ clamoroso, tanto piu’ che il padre di Linda e’ un grande medico, tra i suoi pazienti ci sono anche Giovanni Pascoli, addirittura la regina….
Dopo lo sceneggiato, l’autrice del programma Antonella Ferrera intervista lo psichiatra Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?c9xdzoneywv

2003_03_16 Federico Garcia Lorca
Il 17 agosto 1936, nei dintorni di Granada, il poeta Federico Garcia Lorca viene fucilato dai falangisti. Siamo in piena guerra civile spagnola, e dovranno passare anni prima che della sua morte si dia notizia ufficiale. Il programma di Antonella Ferrera, costruito come sempre sulla base di documenti originali, racconta la vita e l’arte dell’artista, la sua amicizia con altri grandi come Salvator Dali, Pablo Neruda, Luis Nunuel, ed anche la vera storia della morte di Ignacio Sanchez.
L’intervista di Antonella Ferrera e’ con Loretta Frattale, esperta di letteratura spagnola.

www.mediafire.com/?brr3dwj9gqt

2003_03_23 Anastasia
La famiglia imperiale era stata fucilata nel 1918, due anni dopo a Berlino, viene salvata una donna che si e’ gettata nel fiume: sostiene di essere Anastasia e da inizio ad una vicenda incredibile, ricca di colpi di scena, che la portera’ in giro per il mondo, fino a sposare un ricco americano ed a morire in tarda eta’ nel 1984.
La conversazione di Antonella Ferrera e’ stavolta con lo psichiatra Piero Rocchini e tocca soprattutto il tema della mitomania.

www.mediafire.com/?cryorzj4mwv

2003_03_30 Il caso Gallo
www.mediafire.com/?jgtmfttyjoy

2003_04_13 Bartolomeo Vanzetti
Nel 1927, negli Stati Uniti, due emigrati italiani furono aaccusati di rapina ed omicidio e , nonostante il vero autore del delitto fosse reo confesso, condannati a morte, vittime dei pregiudiuzi contro gli italiani. Ci sono voluti 50 anni perche’ le autorita’ facessero pubblica ammenda.
Al termine dello sceneggiato, Antonella Ferrera intervista lo scrittore e psichiatra Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?kywyfomczzc

2003_04_20 Ludwig
Al personaggio di Ludwig, principe di Baviera, ormai noto al grande pubblico dopo il film di Luchino Visconti interpretato da Helmut Berger, al mistero della sua morte nel lago ed alla tempestosa amicizia con RIchard Wagner, e’ dedicata la puntata odierna de La Storia in Giallo. Allo sceneggiato segue un’intervista di Antonella Ferrera alla professoressa Ursula Bavai.
www.mediafire.com/?8wucg90n9ix

2003_04_27 Il caso Psyco
Il nome di Ed Gein non dice molto al grande pubblico. Eppure, nella storia della criminalita’ occupa un posto importante, basti dire che ben 3 film celebri (Psyco, Il silenzio degli innocenti, Non aprite quella porta) sono ispirati al suo caso, esploso negli Stati Uniti nel 1957. L’uomo viveva in una casa piena di teschi, ossa, maschere e corazze di pelle umana, in una sorta di maniacale inferno: unica stanza in ordine, con pizzi e tendine, quella che era appartenuta a sua madre. L’intervista di Antonella Ferrera e’ allo psichiatra Piero Rocchini.
www.mediafire.com/?2lmeg8jbln2

2003_05_04 Cagliostro
Alessandro conte di Cagliostro muore nella fortezza di San Leo nel 1795. Era tenuto in carcere da 4 anni, accusato di bestemmia, magia,affiliazione alla massoneria,furto, falso, eresia.Ma c’era anche chi lo riteneva, ed oggi piu’ di allora, un uomo di straordinari poteri, un anticipatore di una visione nuova e grande del mondo.
www.mediafire.com/?dmmxxxy5km2

2003_05_18 Catilina
Si conclude nel sangue, nel 62 a.C.,la congiura di Catilina, il complotto che ha minato alle basi la Repubblica romana. E’ la vittoria del suo grande nemico, Cicerone. Ma Catilina era un miserabile oppure un grande uomo che ebbe sollo il grande torto di perdere?Questa puntata del programma tenta di far luce su questo grande personaggio della storia antica. Alla fine dello sceneggiato l’autrice, Antonella Ferrera, parla di Catilina con la nota autrice di gialli ambientati nella Roma imperiale Danila Comastri Montanari.
www.mediafire.com/?6hmdnjtqmb5

2003_05_25 L’uomo che uccise Kennedy
Il presidente degli Stati Uniti, John F.Kennedy, venne ucciso a Dallas il 22 novembre del 1963. Accusato dell’assassinio fu un giovane di 24 anni in odore di comunismo, Lee Harvey Oswald, che due giorni dopo mori’ a sua volta per mano di Jack Ruby, uomo notoriamente legato alla mafia, a sua volta deceduto in carcere nel 1963 in circostanze a dir poco sospette. Lo sceneggiato e’ tutto concentrato sulla figura di Oswald, interpretato da Lino Capolicchio, mentre la conversazione dell’autrice Antonella Ferrera stavolta e’ con il noto giornalista televisivo Davide Sassoli.
www.mediafire.com/?4twrhembyut

2003_06_08 Come nacque il Tricolore?
L’11 aprile 1948, il re Carlo Alberto ammaina la bandiera sabauda per innalzare il Tricolore, riconoscendo in esso la Bandiera Nazionale. Ma come era nato al Tricolore? Dall’azione rivoluzionaria e sfortunata di due giovani, Luigi Zamboni e Giovanni Battista De Rolandis, giustiziati a Bologna nel 1796. E’ proprio su queste figure poco note e su questa nascita , tutta da scoprire, della bandiera nazionale, che si concentra la puntata odierna, a conclusione della quale l’autrice, Antonella Ferrera, intervista Giuseppe Marchetti Tricamo, autore, con Tarquinio Maiorino e Piero Giordane, di Fratelli d’Italia – La vera storia dell’inno di Mameli e del recente Il Tricolore ,entrambi editi da Mondadori.
www.mediafire.com/?cm2tmgt3ztp

2003_06_15 L’affaire Dreyfus
Scoppia a Parigi nel 1895 lo scandalo Dreyfus, l’ufficiale ebreo accusato di spionaggio e tradimento a favore della Germania. Condannato fra l’indignazione generale, deportato all’Isola del Diavolo, soltanto alcuni anni dopo l’uomo riuscira’ a provare la sua completa innocenza, anche grazie al sostegno di un gruppo di intellettuali, fra cui lo scrittore Zola, che in quell’occasione scrisse il famoso “J’accuse”. Alla ricostruzione sceneggiata segue una conversazione fra l’autrice del programma Antonella Ferrera e lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli.
www.mediafire.com/?d3l0mgydjom

2003_06_22 L’uomo delle steppe: il barone von Sternberg
Affascinante ed oramai quasi dimenticata dagli stessi russi, e’ la figura fascinosa e sanguinaria del Barone von Stenberg, l’uomo che negli anni 30 sogno di creare un impero euroasiatico, contrapponendosi ad Hitler e Stalin, una sorta di nuovo Gengis Khan, legato ad una strana ideologia, un misto di efferata crudelta’ e di misticismo orientale. Ricostruito come sempre grazie ad un paziente lavoro di ricerca documentaria,lo sceneggiato ha per protagonista Massimo Foschi.
L’intervista dell’autrice Antonella Ferrera e’ con il generale Pier Luigi Caligaris.

www.mediafire.com/?bmi2be9qzum

2003_06_29 Morte di un cantante: John Lennon
In un carcere americano, c’e’ un uomo che si fa chiamare John Lennon.
Non si tratta di un caso di omonimia. Il suo vero nome e’ Mark David Chapman, ed e’ lui che nel 1980 ha ucciso a New York il famoso cantante dei Beatles. Per questo motivo, ad interpretare i due ruoli, la vittima ed il carnefice, lo stesso attore: Rodolfo Bianchi, uno dei nostri più noti direttori di doppiaggio.
La conversazione sul caso e’ fra l’autrice del programma, Antonella Ferrera, ed il criminologo e psichiatra Piero Rocchini.

www.mediafire.com/?410fbymzaii

2003_07_06 Giovanna la pazza
Avviene nel 1496, in Spagna l’incontro tra Giovanna e Filippo il Bello. Sara’ un matrimonio breve e tempestoso, lui morirà a soli 28 anni, lei andrà errando per l’Andalusia accanto al corpo imbalsamato del marito. Morirà vecchia e reclusa, tra crisi mistiche e momenti di lucidità, passerà alla storia come Giovanna la pazza, questa donna figlia dei Re Cattolici, Ferdinando ed Isabella, madre di Carlo V che si vergognava di lei. Ma si trattò di follia o di una ragione di stato troppo rigida che spezzò una natura ipersensibile?
Dopo lo sceneggiato ne parlano Antonella Ferrera, autore del programma, e Vittorino Andreoli, scrittore e psichiatra.

www.mediafire.com/?afetuti0jmd

2003_07_13 Baby Lindberg
E’ il 1927. Charles Lindberg diventa un mito transvolando per primo l’Atlantico. E’ giovane, bello, coraggioso. Sposa una donna ricca e di successo, hanno un bambino splendido. Ma una sera del 1932, il bimbo, che ha solo venti mesi, scompare. Anche se viene versato il riscatto richiesto dai rapitori, il piccolo verra’ trovato cadavere alcune settimane piu’ tardi. E’ un caso inquietante, su cui a distanza di tempo, lo stesso capo della polizia dichiarera’ di avere dei dubbi, una storia costellata di suicidi ed interrogativi atroci.
Ne parla nel dibattito che segue la parte sceneggiata l’autrice Antonella Ferrera in compagnia di Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?53qoueznzjt

2003_07_20 Winckelmann
Muore a Trieste nel 1768, per mano di un pregiudicato, Winckelmann, l’uomo che ha rivoluzionato lo studio dell’archeologia e del mondo antico. Un delitto maturato nel mondo della prostituzione maschile, nato dall’errore commesso da Winkcelmann, Prefetto alle Antichita’, di mostrare al suo compagno alcune monete di inestimabile valore. Dopo la ricostruzione sceneggiata , protagonista Emilio Cappuccio, la conversazione dell’autrice del programma Antonella Ferrera e’ con lo storico d’arte Rosaria D’Angelo.
www.mediafire.com/?m3komaiowzz

2003_08_03 Marlowe
Christopher Marlowe fu uno scrittore di teatro talmente bravo da essere confuso con Shakespeare. Ma la sua vita dissoluta , la sfrenata omosessualita’ (assaliva gli uomini nei gabinetti pubblici di Londra), le idee libertine e soprattutto l’aver accettato di far parte del Servizio Segreto lo portarono ad una morte precoce, vittima di un gioco piu’ grande di lui. “La Storia in Giallo” , domenica 3 agosto alle 19 su Radio3, ne ricostruisce l’ascesa e caduta con la voce di Stefano Viali. Partecipa al programma, ospite in studio di Antonella Ferrera, lo scrittore Italo Moscati.
www.mediafire.com/?7st2dqbw4eb

2003_08_10 Giuliano de’ Medici
Sarebbe cambiata la storia d’Europa, se il 26 aprile del 1478 la
famiglia dei Pazzi fosse riuscita ad uccidere non solo il bel Giuliano de’ Medici, ma anche suo fratello Lorenzo, l’uomo diventato poi l’ago della bilancia della politica del tempo. “La Storia in Giallo” ricostruisce l’ora piu’ drammatica della vita di Firenze, servendosi delle pagine di Poliziano e Machiavelli. Antonella Ferrera parla del caso con il giornalista Emilio Ravel.

www.mediafire.com/?8h3c00ngk1l

2003_08_17 Raymond Roussel
Ha gia’ incuriosito Leonardo Sciascia, la singolare vicenda dell’aristocratico Raymond Roussel, lo scrittore francese trovato morto in una stanza dell’Hotel des Palmes di Palermo nel 1933.
Fra improbabili concubine francesi, muscolosi autisti, facchini reticenti, eredi bugiardi, alcool e droghe il caso sembra senza soluzione. Ma “LaStoria in Giallo” , in onda domenica 17 agosto alle 19 su Radio3, ne propone una , sorprendente. Ospite di Antonella Ferrera il prof. Stefano Catucci.

www.mediafire.com/?e4mujpbze2c

2003_08_24 Ettore Muti
Un uomo tutto d’un pezzo, coraggioso, bello e guerriero, che sembra incarnare gli ideali del fascismo. Eppure i suoi rapporti col regime si incrinano al punto che dichiarera’ pubblicamente, con spavalderia, la sua volonta’ di ammazzare il Duce. Ma saranno i fascisti ad ucciderlo nella pineta di Fregene, proprio nell’agosto di cinquanta anni fa. “La Storia in Giallo” ricostruisce la sua vita domenica 24 agosto, alle 19 su Radio3. Antonella Ferrera intervista Arrigo Petacco, che a questo personaggio ha dedicato di recente un libro.
www.mediafire.com/?4cmxmerr0jm

2003_09_07 Ted Bundy
Un film recente non ha reso giustizia al personaggio di Ted Bundy, il giovane americano giustiziato nel 1989 con l’accusa di aver ucciso almeno 36 ragazze. come sempre sulla base di documenti originali, “La storia in Giallo ricostruisce questo caso dalle motivazioni oscure e complesse. La voce del protagonista e’ di Francesco Meoni, lo scrittore Italo Moscati partecipa al dibattito in compagnia di Antonella Ferrera.
www.mediafire.com/?40bmi2ht30j

2003_09_21 Mishima
Mariano Rigillo debutta alla radio nel ruolo di Yukio Mishima, il grande scrittore giapponese candidato al Nobel che nel 1970 si suicida con il rito dell’harakiri dopo un fallito colpo di stato. Geniale, reazionario, omosessuale, lucido come nessuno nel vedere i problemi del Giappone moderno, Mishima e’ considerato un maestro della letteratura moderna. L’autrice Antonella Ferrera intervista Alessandro Molinari, esperto di arti marziali nonche’ autore delle musiche originali del programma e nome noto nel panorama musicale italiano.
www.mediafire.com/?5mg4grkubz0

2003_09_28 Il mistero Von Bulow
Reversal of fortune”, rovesci di fortuna, si chiamava il film che nel 1991 ricostruiva il caso von Bulow, la storia di un ricchissimo dongiovanni accusato di aver mandato in coma la moglie .Un mostro o una vittima dei mass media? Il film valse l’Oscar a Jeremy Irons.
L’autrice del programma, Antonella Ferrera, intervista Italo Moscati.

www.mediafire.com/?0abziemnc9y

2003_10_05 Amin Dada
E’ morto da soli due mesi, dopo una lunga malattia,Amin Dada,un tempo dittatore dell’Uganda, il gigante feroce, l’uomo che si vantava di mangiare i suoi nemici. Eppure ci fu un tempo in cui i potenti della terra si inchinavano a lui, un tempo in cui le sue mogli lo definivano “dolce come un bambino”. Il consueto dibattito curato in studio dall’autrice Antonella Ferrera vede come ospite Padre Giulio Albanese, direttore della MISNA, agenzia di stampa che si occupa delle notizie che giungono dal Terzo Mondo attraverso le testimonianze dirette dei missionari.
www.mediafire.com/?410y4zydio0

2003_10_12 Martin Luther King
“Sogno che sulle rosse colline della Georgia i figli degli antichi schiavi e i figli degli antichi padroni possano sedere insieme al tavolo della fratellanza”.
E’ una delle frasi piu’ significative pronunciate da Martin Luther King, assassinato a Memphis, nel Tennesse, il 4 aprile del 1968. Intelligente, ambizioso, razionale, per niente esibizionista, ha fatto delle sue qualita’ le armi piu’ efficaci nella guida della protesta non violenta dei neri d’America contro la segregazione razziale.
Ospite della conduttrice e autrice Antonella Ferrera il giornalista Gianni Riotta, in collegamento radio da New York, dove e’ corrispondente per il Corriere della Sera.

www.mediafire.com/?fwogjmvfuzq

2003_10_19 Camille Claudel
“Ha una natura profondamente personale, che attira per la grazia ma respinge per il temperamento selvaggio.” Questo diceva Auguste Rodin della sua amante Camille Claudel, un nome sconosciuto fino a qualche decennio fa. Recentemente una mostra ha reso omaggio alle sue sculture portando alla luce la triste storia di questa donna internata per trent’anni in manicomio dalla religiosissima famiglia.
Ospite dell’autrice e conduttrice Antonella Ferrera la direttrice della DI.A.PSI.GRA, associazione per la difesa degli ammalati psichici gravi, la dottoressa Anna Rosa Andretta.

www.mediafire.com/?3ddc2zz21mn

2003_10_26 Brian Jones
Estate 1969. Muore a soli 27 anni, annegato nella piscina della sua villa, il chitarrista e fondatore dei leggendari Rolling Stones. Bello, ambizioso, amato dalle donne, sopraffatto dal successo e dalle droghe, aveva da pochi mesi lasciato la sua band. In compagnia dell’autrice e conduttrice Antonella Ferrera un ospite d’eccezione, che della musica ne ha fatto una ragione di vita, il giornalista e conduttore Red Ronnie.
www.mediafire.com/?ey8i3j4tmpn

2003_11_02 Dracula
E’ la vera storia di Vlad III, personaggio storico che ha ispirato Bram Stocker per il suo Dracula. Soprannominato dagli storici ottomani Vlad Tepes ovvero Vlad l’Impalatore, era solito impalare le sue vittime e bollire le loro teste in una pentola. Bello, alto e forte, nato per comandare gli eserciti, era anche un grande intellettuale, legato alla tradizione esoterica, all’alchimia e all’evocazione degli spiriti.
L’autrice del programma, Antonella Ferrera, intervista uno dei maggiori esperti di vampirismo in Italia, lo scrittore Valerio Evangelisti.

www.mediafire.com/?8b0a4tmktzk

2003_11_09 Bonnie & Clyde
Per molti Bonnie e Clyde sono soltanto una musica famosissima che e’ rimasta nelle nostre orecchie. Per altri, ma sono gia’ di meno, un film ed una moda, con il basco sulle ventitre’ e l’abito gessato. Ma chi erano veramente Bonnie e Clyde? Perche’ sono davvero esistiti e si sono amati fino all’ ultimo. L’intervista dell’ autrice e conduttrice Antonella Ferrera e’ con la scrittrice Cinzia Tani.
www.mediafire.com/?dwk1tmswdrw

2003_11_16 Lord Byron
Lady Caroline Lamb, una delle sue tante amanti, lo defini’ pazzo, cattivo e pericoloso. Un’infanzia infelice, a causa di un padre che non conobbe praticamente mai e di una madre ossessiva che lo torturò sia psicologicamente che fisicamente, condiziono’ la sua esistenza, sempre alla ricerca d’amore e di approvazione da parte delle altre persone. A seguire la consueta intervista dell’autrice e conduttrice del programma, Antonella Ferrera, che vedra’ intervenire il regista della trasmissione, Idalberto Fei, lo sceneggiatore Lucio Mandara’, che si e’ occupato di Byron per la realizzazione di uno sceneggiato di successo, Il segno del comando, e la professoressa di Letteratura inglese Franca Ruggeri.
www.mediafire.com/?2fmv2etk0rq

2003_11_23 Josef Mengele
E’ stato soprannominato ” l’Angelo della morte”, il medico tedesco che durante la seconda guerra mondiale sterminò migliaia di ebrei in esperimenti indicibili. Il suo scopo, terrificante, era la creazione della pura razza ariana; un delirio che ebbe fine soltanto con la sua fuga in Argentina all’avvicinarsi della sconfitta della Germania. L’ospite di Antonella Ferrera, autrice del programma, e’ lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli.
www.mediafire.com/?5nt4ldnhqvt

2003_11_30 Al Capone
Gli anni 30 in America, quelli del proibizionismo, dei gangster in gessato e delle automobili lussuose hanno fatto da sfondo alla vita di Al Capone, il gangster italo-americano che ha ispirato scrittori, registi e musicisti di tutto il mondo, il mafioso per antonomasia che si e’ reso protagonista dei crimini piu’ efferati e che e’ finito in carcere per una storia di tasse. La consueta intervista dell’autrice del programma, Antonella Ferrera, e’ con il giornalista e scrittore Roberto Olla, autore del libro “Padrini”.
www.mediafire.com/?9cbt3rz5cmy

2003_12_14 La prima notte della luna
La tecnica, si sa, procede rapidamente. Gli esseri umani, al contrario, il loro modo di essere dentro, di amare ed odiare, conoscono invece un’evoluzione lentissima. Ed eccoci cosi’oggi a raccontare una storia vecchia come il mondo, anche se quasi inedita, una vicenda di amore e morte, un triangolo di gelosia e ricatto, che si conclude nel giorno piu’ nuovo delle scoperte umane: i primi passi sulla Luna. Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, intervista la scrittrice Cinzia Tani, che ha trattato l’inedita vicenda nel suo libro di successo ‘Amori crudeli’, recentemente pubblicato da Mondadori.
https://mega.co.nz/#!7ZUlzQjY!D8e8…aZo4G_wuwGyGg9M

2003_12_21 Medea
La madre assassina dei propri figli; il piu’ efferato dei delitti e’ l’oggetto di questa puntata de La Storia in Giallo. Per raccontarlo si e’ deciso di ricorrere al mito, quello della maga Medea. Affronta il tema, come non mai attuale, lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli, ospite in studio dell’autrice e conduttrice Antonella Ferrera.
www.mediafire.com/?dm1dyetn29z

2003_12_28 Ines De Castro
Una storia di amore e di morte, che risale al XIV secolo, quella di Ines de Castro, una dama cortigiana, e di Pietro, figlio del re Alfonso IV. Fu proprio lui a tentare di persuadere il figlio a cessare la relazione illecita, costringendo Inés all’esilio, e quando il giovane decise di raggiungerla il sovrano ordino’ la decapitazione della donna, dando inizio alla sanguinosa vendetta del figlio.
L’autrice e conduttrice del programma, Antonella Ferrera, affronta l’argomento con la Prof.sa Luciana Stegagno Picchio, esperta di letteratura Portoghese, e con la scrittrice e giornalista Laura Laurenzi.

www.mediafire.com/?3fytopw2b1z

2004_01_04 Cola Di Rienzo
“Egli vagava tutto il giorno fra le terme, gli archi e i colonnati, lungo le mura di Aureliano, sotto gli acquedotti ormai aridi, nei deserti spiazzi ingombri di ruderi, diseppellendo le lapidi, liberando dalla crosta dei secoli le lettere incise, raccozzando i frammenti sparsi, nudando i volti delle statue mascherati dall’edera, interpretando le istorie scolpite nei bassi rilievi, leggendo ad alta voce i nomi dei consoli e degli imperatori, evocando in quel cimitero formidabile i fantasmi augusti, mentre gli pareva udire a quando a quando nel vento funebre gli urli della Lupa e i gridi dell’Aquila presaghi della seconda vita di Roma.”
Cosi’ Gabriele D’Annunzio immagino’ l’esistenza di Cola Di Rienzo, il tribumo che sognava di riportare Roma agli antichi valori.
Ospiti di Antonella Ferrera il critico musicale Arrigo Quattrocchi, che ci parlera’ del Rienzi di Wagner, opera dedicata al tribuno, e il giornalista e scrittore Roberto Olla.

www.mediafire.com/?dy9wut9ntzv

2004_01_11 Salvatore Giuliano
La notte tra il 4 e il 5 luglio del 1950 il bandito Salvatore Giuliano cade in una trappola, tradito da uno dei suoi uomini. Il suo assassino ha un volto e un nome, Gaspare Pisciotta, a sua volta morto avvelenato in prigione. Nonostante cio’ un alone di mistero avvolge ancora la vicenda.
Ospite nello studio dell’autrice e conduttrice Antonella Ferrera il giornalista e scrittore Roberto Olla, che ha trattato la vita di Giuliano nel suo ultimo libro Padrini.

www.mediafire.com/?4wsczzh3zc3

2004_01_18 Il marchese De Sade
Donatien Alphonse François De Sade, detto Il Marchese De Sade, l’uomo che partecipo’ alla guerra dei Sette anni contro la Prussia, distinguendosi per il coraggio, ma anche per un certo gusto per l’eccesso. Quando venne congedato col grado di capitano inizio’ a condurre una vita all’insegna della dissolutezza e del divertimento più sfrenato, frequentando attrici di teatro e giovani cortigiane.
Sposo’ Renee Pelagie de Montreuil, una ragazza appartenente a una famiglia nobile, ma pochi mesi dopo le nozze venne imprigionato per quindici giorni nelle carceri di Vincennes a causa del “comportamento oltraggioso” tenuto in un bordello. Sarà questo il primo di una lunga serie di soggiorni in prigione.
Dopo anni di orge, viaggi e scandali, venne arrestato e trasferito in un manicomio. Riacquistata la liberta’, trascorse in solitudine gli ultimi anni di vita.
A seguire l’ autrice e conduttrice Antonella Ferrera affronta il tema del sadismo con lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?fjvlr9a5s7d

2004_01_25 O.J.Simpson
Nell’ottobre del 1995, dopo 253 giorni di processo e 126 testimoni, la giuria dichiara il celebre giocatore di football Orenthal James Simpson non colpevole dell’omicidio di sua moglie Nicole Brown e del suo amico Ronald Goldman. Tutto era cominciato con un inseguimento sulle autostrade di Los Angeles: Simpson in un Bronco bianco guidato da un amico d’infanzia, inseguito da un esercito di auto della polizia, fra due ali di folla. Poi la routine pedante del processo, teletrasmesso ogni giorno dal vivo, con gli avvocati e il giudice che diventano delle celebrita’ internazionali. Ancora una volta l’America si spacca in due e il processo Simpson diventa l’ennesimo scontro tra bianchi e neri.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, ospita in studio lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?e99dybicls2

2004_02_01 Monaco ’72
Quelle del 1972 a Monaco di Baviera sono le olimpiadi moderne più tragiche che la storia ricordi. Il 5 e 6 settembre un commando palestinese assalta il villaggio olimpico con l’obiettivo di prendere in ostaggio gli atleti Israeliani da scambiare con terroristi in arresto. Moriranno 11 Israeliani, 2 agenti Tedeschi e 4 dei fedayan palestinesi.
La storia in giallo, ricostruisce quei tragici giorni, mentre Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, intervista il Direttore di Divisione Radiofonia di Radio Rai Marcello Del Bosco, all’epoca inviato in Germania e testimone diretto della tragedia.

www.mediafire.com/?fwadanumuie

2004_02_08 Maria Stuarda
Di Maria Stuarda si sono talmente occupati letterati e musicisti da farci perdere i contorni reali di questa donna, oramai quasi piu’ un simbolo che una realta’. Proviamo a ritrovarla insieme questa grande regina, i suoi amori, la prigionia, il regno e la sua morte, tragica come tutta la sua esistenza.
Irene Pivetti, ospite di Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, parla di donne, politica e potere.

www.mediafire.com/?1ylsx102xs2

2004_02_15 Giulio Cesare
Le idi di Marzo dell’anno 44 a.C. rappresentano uno dei momenti storici piu’ drammatici della storia dell’umanita’. Giulio Cesare viene tradito e ucciso davanti alla statua del suo piu’ grande rivale, quel Pompeo Magno che gli contese il potere fino all’ultimo.
La storia in giallo, cerca di ricostruire l’immagine del grande uomo politico, conquistatore delle Gallie, difensore dei diritti del popolo e acerrimo nemico dell’aristocrazia senatoria, con la voce di Giorgio Locuratolo.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, intervista Danila Comastri Montanari, storica e autrice di libri gialli ambientati nell’antica Roma.

www.mediafire.com/listen/7io23wqg5m…ulio_Cesare.mp3

2004_02_22 Ghandi
Il 30 gennaio del 1948, con tre colpi al petto, Ghandi viene assassinato da un fanatico indù. Era l’apostolo della non violenza, un’autentica grande personalità, coraggioso, risoluto e audace, possedeva carisma, quell’insieme di fascino e magnetismo che trascende l’aspetto fisico. Visse dal 1893 al 1914 in Sudafrica dove intraprese lotte non violente per l’uguaglianza razziale e sociale. Tornato in India iniziò una lotta, basata sulla disobbedienza civile e il boicottaggio statale, per l’indipendenza dell’India dal colonialismo inglese. Lottò contro la suddivisione in caste della socetà indiana e mentre cercava tenacemente di riappacificare India e Pakistan separate da rivalità religiose trovo’ la morte. Le sue ceneri vennero gettate nel Gange.
Padre Giulio Albanese, direttore dell’agenzia di stampa Misna, e Fabrizio Truini, Responsabile Rubriche Religiose di Rai 1, sono gli ospiti in studio della autrice e conduttrice Antonella Ferrera.

www.mediafire.com/listen/l88amdt1i8…22_-_Gandhi.mp3

2004_02_29 Cristina di Belgioioso
Una donna inquieta che fu il simbolo del femminismo risorgimentale: patriota militante e giornalista illuminata, amante passionale e madre amorevole. una donna moderna che ai suoi contemporanei sembro’ tutto e il contrario di tutto. Un’ esistenza, la sua, infarcita di misteri e mille contraddizioni.
L’intervista dell’autrice e conduttrice Antonella Ferrera e’ con la giornalista Barbara Palombelli.

www.mediafire.com/?35raaa0yjtq

2004_03_07 Le streghe di Salem
Una storia che ha ispirato le piu’ grandi penne della letteratura mondiale, tra tutti “Il crogiuolo” di Arthur Miller. Comportamenti strani di alcune ragazze della cittadina di Salem danno inizio ad una vera e propria caccia alle streghe che terminera’ in una sanguinosissima persecuzione.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, ospita in studio Lorenzo Ostuni, scrittore esperto di simbolismo.

https://mega.co.nz/#!rMtVRByA!DA5O…j8dlLA1UynreooA

2004_03_14 Pellegrino Rossi
Pellegrino Rossi, ministro dello Stato Pontificio, nella meta’ dell’800 fu accoltellato a sangue freddo da un gruppo di rivoluzionari romani che si faceva chiamare “la legione”. Il suo personaggio veniva descritto con tratti danteschi e chi lo conosceva bene lo chiamava “l’avvocatino pallido”.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, intervista un ospite d’eccezione, il Sen. Giulio Andreotti, che al personaggio Pellegrino Rossi ha dedicato un libro, “Ore 13: Il ministro deve morire”.

www.mediafire.com/?f9fgc5rwldi

2004_03_21 Rosmunda
È il 565 d.C. L’imperatore Giustiniano è morto e con lui è svanito il sogno della ricostruzione dell’impero. Tramontata la gloria del passato, l’Italia è ormai preda delle invasioni barbariche e, fra tutti i popoli invasori, uno soprattutto sembra destinato a lasciare un’impronta incisiva: il popolo dei Longobardi, cosi’ chiamati perché non tagliano mai la lunga barba. Il popolo longobardo comincia la propria avanzata verso l’Italia. Alla sua guida, un re valoroso, Alboino. Continuando il loro lungo viaggio verso l’Italia, i Longobardi s’imbattono e si scontrano con diverse tribù. Prima fra tutte quella dei Gepidi, celebre per l’efferatezza che dimostra in battaglia. Dopo aver massacrato questa tribù, il re dei Longobardi e i suoi uomini mettono a ferro e fuoco l’accampamento, e fra i superstiti della strage, Alboino nota una fanciulla di impressionante bellezza: Rosmunda, la figlia del re ucciso, che si racconta sia pericolosa e letale come una vipera.
Il Dott. Romolo Augusto Staccioli, insegnante di Antichita’ Italiche all’Universita’ La Sapienza in Roma, e’ l’ospite in studio dell’autrice e conduttrice Antonella Ferrera.

www.mediafire.com/?5tbmxytxrts

2004_03_28 Dionisio – il tiranno di Siracusa
Nel lontano 1608, Michelangelo da Caravaggio visitò Siracusa. Condotto alle latomie, grandi cave di pietra scavate dall’alto in basso che un tempo venivano utilizzate per rinchiudervi i prigionieri, notò una grotta. La sua forma era molto simile ad un padiglione auricolare e la sua eco tuonava fortissima tra le pareti di pietra. In quel momento decise di chiamarla “Orecchio di Dionisio”. E’ stato il più grande tiranno che la Magna Grecia abbia mai conosciuto, costituì il più grande esercito dell’antichità, inventò micidiali macchine da guerra e costruì in pochi mesi la più grande cinta muraria mai vista, sposo’ due donne contemporaneamente e fu amante della poesia e della letteratura. Trascorse la vita alla ricerca continua della distruzione del suo nemico numero uno, Cartagine, ma mori’ in circostanze misteriose prima di vedere realizzato il suo sogno.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, ospita in studio il direttore di Radio2 e Radio3 Sergio Valzania, esperto di Storia antica.

www.mediafire.com/?6gmxlvl7rjj

2004_04_04 Francisco Pizarro
All’inizio del 500 uno spagnolo, un avventuriero dal carattere deciso e scaltro, sbarca nelle isole di fronte al Peru’. E’ solo il primo passo verso la conquista del paese e lo sterminio del suo popolo. Il nome dell’avventuriero e’ Francisco Pizarro.
In studio, ospite dell’autrice e conduttrice Antonella Ferrera, il giornalista e scrittore Corrado Ruggeri.

www.mediafire.com/?btjryg1xigm

2004_04_18 Il massacro della Guyana
Il 18 Novembre 1978 la Guyana divenne il palcoscenico di un indicibile orrore. Jim Jones, capo di una setta religiosa, maniaco carismatico che si era guadagnato le simpatie della élite di sinistra di San Francisco, condusse infatti i suoi seguaci nel piu’ terribile omicidio/suicidio di massa della storia moderna. In un episodio da cataclisma più di 900 persone, la maggioranza vecchi e bambini, bevvero, o furono costretti a farlo, un succo di frutta corretto al cianuro.
In collegamento telefonico da Parigi, lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli risponde alle domande di Antonella Ferrera, autrice e conduttrice della trasmissione.

www.mediafire.com/?8qtpdjxymyp

2004_04_25 Jaques De Molay – l’ultimo dei templari
Nell’XI secolo, un gruppo di cavalieri, guidato da Hugues ded Payns, originario della regione francese della Champagne, decide di consacrare la propria vita alla difesa dei pellegrini cristiani in Terrasanta, esposti alla minaccia dei musulmani. Iniziano il loro servizio con il nome di Poveri Cavalieri di Cristo.
La conduttrice e autrice del programma, Antonella Ferrera, intervista il direttore di Rai International, Franco Scaglia, che con il libro “Il custode dell’acqua”, ambientato a Gerusalemme, ha vinto il Premio Campiello.

www.mediafire.com/?alisgt14mt2

2004_05_02 Ayrton Senna – morte di un campione
Dieci anni fa, il primo di maggio del 1994, il mondo rimane con il fiato sospeso per le sorti del piu’ amato pilota della Formula Uno, Ayrton Senna. La sua Williams, infatti, si va a schiantare a piu’ di 200 km orari sul muretto di protezione della curva del Tamburello. Inutile la corsa all’ospedale, alle 18:40 di quel maledetto pomeriggio arriva l’annuncio ufficiale: Ayrton Senna e’ morto. Scoppiano le polemiche, tutti vogliono sapere perche’, nessuno crede all’ipotesi di un errore del pilota. Passa del tempo e si scopre che alcune modifiche fatte sulla monoposto del brasiliano potrebbero aver causato l’ incidente. Si arriva al processo, ma nessuno viene ritenuto responsabile del weekend piu’ cupo della Formula Uno, e la morte del grande Ayrton rimane avvolta nel mistero.
L’ospite di Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, e’ il giornalista Marco Franzelli, testimone di una delle piu’ grandi tragedie dello sport.

www.mediafire.com/?5myznmznwwy

2004_05_09 Masaniello
Uomo molto popolare tra le classi umili e borghesi della Napoli della meta’ del 600, attiro’ l’attenzione di un gruppo di borghesi, che videro in lui la persona capace di guidare un’insurrezione contro il governo spagnolo.
La rivolta avvenne il 7 luglio del 1647, quando l’ira popolare si abbatté contro nobili e borghesi e furono commessi ogni sorta di delitti. Tra i capi della rivolta c’era anche Masaniello, che spinse il viceré duca d’Arcos a concedere alla città di Napoli una costituzione popolare ispirata ai capitoli di Carlo V.
Da quel momento la sua fortuna iniziò a diminuire. Secondo la tradizione prese a dar segni di squilibrio mentale, quasi inebriato dal potere.
La sua breve carriera politica si concluse nove giorni dopo l’inizio dell’insurrezione, il 16 luglio, quando venne ucciso dai suoi stessi seguaci.
Ospite in studio di Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, il giornalista del TG1 Roberto Olla.

www.mediafire.com/?2y91ydn1udm

2004_05_16 Il caso Christiane F.
A 12 anni iniziò a fumare hascisc e a prendere LSD, efedrina e Mandrax nel circolo giovanile della Haus der Mitte a Berlino. Poi a 13 anni scoprì la discoteca Sound e iniziò a sniffare eroina. Si bucò per la prima volta il primo venerdì di vacanza estiva, quando aveva appena compiuto 14 anni. Quindi cominciò a prostituirsi per procurarsi i soldi per l’eroina e continuò così per quasi due anni sebbene avesse più volte tentato di smettere. Questa e’ la storia di Christiane F., simbolo di uno dei flagelli che ha colpito e colpisce tutt’ora milioni di persone: la droga.
Ospite di Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/listen/c317y7qog8…hristiane_F.mp3

2004_05_23 Girolamo Savonarola
Nato a Ferrara il 21 settembre del 1452, a 23 anni entro’ nell’Ordine dei Predicatori. Trasferitosi a Firenze divenne noto per le sue prediche profetiche e apocalittiche, rivolte contro la chiesa e la sua corruzione spirituale. Era amato dal popolo, ma aveva molti nemici tra i potenti di Firenze e dell’Italia. Cio’ gli valse la scomunica prima e la condanna a morte poi, eseguita in Piazza della Signoria il 23 maggio del 1498. Le sue ceneri vennero gettate nell’Arno.
Ospite dell’autrice e conduttrice Antonella Ferrera, il giornalista Emilio Ravel.

www.mediafire.com/?a4nbnbzn2ba

2004_05_30 Cikatilo – il mostro di Rostov
In dodici anni ha commesso cinquantacinque turpi omicidi, trucidando e mangiando i corpi delle sue giovani vittime. Il suo nome era Andreji Romanovic Cikatilo, meglio noto come il ‘mostro di Rostov’.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, intervista il giornalista, scrittore e regista David Grieco, che al caso Cikatilo ha dedicato un libro ed un film, dal titolo ‘Evilenko’.

https://mega.co.nz/#!3I8TiIwD!ZPdF…YoesPszZqdOLD8E

2004_06_13 Alessandro Panagulis
“Andai alla ricerca della tua fiaba, la solita fiaba dell’eroe che si batte da solo, preso a calci, villipeso, incompreso. La solita storia dell’uomo che rifiuta di piegarsi alle chiese, alle paure, alle mode, agli schemi ideologici, ai principi assoluti”
In questo modo Oriana Fallaci descrive nel suo libro “Un uomo” Alessandro Panagulis, l’ultimo degli eroi greci caduto per la liberta’.
Ospite di Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, e’ il regista Giuseppe Ferrara, che alla storia di Panagulis ha dedicato un film.

www.mediafire.com/?fqrihsn0jmz

2004_06_19 Herman Tarnower
Una storia di amore, denaro e gelosia quella di Herman Tarnower, l’inventore della famosissima dieta “Scarsdale”, ucciso a colpi di pistola, durante un litigio, dalla sua amante, la quarantesettenne Jean Harris. A scatenare la furia omicida della donna la relazione di Tarnower con la giovane e affascinante Lynne Tryforos, la sua assistente.
L’autrice e conduttrice Antonella Ferrera ospita in studio la scrittrice Cinzia Tani, che al caso Tarnower ha dedicato un capitolo del suo libro “Amori crudeli”.

www.mediafire.com/?1zt5ayzvw0y

2004_06_26 Aileen Wuornos
Un’infanzia difficile quella di Aileen Wournos, costretta a crescere troppo in fretta, obbligata a vendersi per tirare su qualche soldo. Un odio verso il sesso maschile che si acuisce con gli anni, che la portera’ ad avere frequentazioni omosessuali, ma soprattutto la fara’ diventare una spietata assassina dei suoi clienti. Tanto sangue in questa storia, tanto odio ma anche amore, speranza, che si spegne con la cattura e la condanna a morte della donna.
Ospite di Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, il criminologo Ruben De Luca, autore, tra gli altri, di “Anatomia del Serial Killer”.

www.mediafire.com/?9obj5zbnmvn

2004_07_03 Diane Fossey
Ispirata dalle ricerche di un professore americano, Diane Fossey si reco’ in Africa per studiare la vita dei gorilla. E li’ rimase per ben tredici anni, felice e appagata dal condividere la propria esistenza con quelle gigantesche scimmie che vivevano a gruppi sulle montagne del Vurundi. Fino a quando, un tragico giorno, la “ragazza dei gorilla”, come ormai il mondo intero la chiamava, venne trovata assassinata nella sua capanna, sulle pendici del vulcano Visoke, in Ruanda. Forse, ma solo forse, ad ucciderla furono i bracconieri del luogo, contrari alla sua battaglia contro la caccia di frodo degli animali africani. Ma e’ proprio dietro il mistero della sua morte che si cela una grande certezza. E’ infatti grazie al suo sacrificio che oggi i gorilla sono finalmente una specie protetta.
Sabato 3 luglio alle 17,15 su Radio3, La Storia in Giallo ricostruisce i momenti piu’ intensi e drammatici della vita di Diane Fossey.
L’autrice, Antonella Ferrera, discute poi sulla personalita’ di questa donna fuori dagli schemi e del grande tema, rapporto uomo-animali, con lo scrittore e psichiatra Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?6wx482bwyy1

2004_07_10 Sylvia Plath
Nata a Boston nell’ottobre del 1932, sin da giovanissima esprime la sua sensibilita’ sotto forma di poesia e prosa. Grazie ad un racconto, Domenica dai Minton, vince una borsa di studio ed un soggiorno di un mese a New York come redattore inviato della rivista femminile “Mademoiselle”. Il rientro a casa si accompagna a gravi crisi che culminano in un tentativo di suicidio; Sylvia viene sottoposta all’ elettroshoc, ma si chiude in cantina ed ingerisce un’alta dose di barbiturici. Ritrovata per caso dal fratello, viene trasportata in ospedale. Nel febbraio del 1954 conosce il poeta britannico Ted Hughes con cui decide di sposarsi segretamente a Londra il 16 giugno. La felicita’ pero’ durera’ poco, nonostante la nascita di due figli, infatti Sylvia scoprira’ l’adulterio del marito e dopo poco tempo decidera’ di togliersi la vita, l’11 febbraio del 1963.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice della trasmissione, intervista Stefania Caracci, autrice del libro “Sylvia Plath, i giorni del suicidio”, edito da Ripostes.

www.mediafire.com/?54ley5k0d7o

2004_07_17 Processo ad Oscar Wilde
Oscar Wilde e’ uno scrittore di successo, e’ sposato e ha due figlie, ma dentro di lui si scatena una imprevista rivoluzione, che lo portera’ ad essere attratto dal sesso maschile, dapprima con brevi relazioni, poi con una vera e propria passione per un ragazzo piu’ giovane di lui di sedici anni, Lord Alfred Douglas. La loro storia pero’ non passa inosservata e per le leggi del tempo l’omosessualita’ e’ un reato gravissimo, che portera’ l’autore de “Il ritratto di Dorian Gray” a trascorrere due anni nel carcere di Reading, esperienza raccontata nella sua drammatica ballata.
Roberto Gervaso, che ha dedicato ad Oscar Wilde un capitolo del suo libro “Amanti”, e’ l’ospite dell’autrice e conduttrice del programma, Antonella Ferrera.

www.mediafire.com/?9jwjnvomlw2

2004_07_24 Oscar Romero
“Signore, in questo calice il vino diventa il sangue che e’ stato il prezzo della salvezza. Possa questo sacrificio darci il coraggio di offrire il nostro sangue per la giustizia e la pace del nostro popolo.”
E’ il 24 marzo del 1980. Sono queste le ultime parole pronunciate da Oscar Romero, arcivescovo di San Salvador, morto a colpi di pistola mentre sta celebrando il sacro rito della Eucarestia, per aver scelto e difeso il popolo di poveri contadini oppressi e martoriati dal regime militare di questo Paese dell’America Latina.
La Storia in Giallo, ricostruisce quei drammatici momenti.
Ospite in studio di Antonella Ferrera, lo scrittore e regista Italo Moscati.

www.mediafire.com/?8y1yzu9ijfr

2004_09_25 La scomparsa di Federico Caffe’
E’ la notte tra il 14 e il 15 aprile del 1987, Federico Caffe’, noto economista e professore universitario amatissimo dai suoi studenti, scompare nel nulla. Inutili le ricerche, di lui non rimarra’ nessuna traccia. Un suicidio o la decisione di ritirarsi per sempre dalla realta’? Quella realta’ che negli ultimi tempi aveva per lui un sapore amaro, dopo la morte di tanti cari.
Perche’ un uomo decide di sparire? Quali sono i tarli che lo portano a prendere questa decisione? A queste domande rispondera’ lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli, ospite nello studio dell’autrice e conduttrice del programma Antonella Ferrera.

www.mediafire.com/?dybodbjbj4r

2004_10_02 Robespierre
Un uomo rispettato, perché “virtuoso e incorruttibile”. Ma anche odiato, temuto, quando il suo spirito rivoluzionario comincia a tingersi di sangue.
Quest’uomo pallido e dagli occhi felini è Maximilien Robespierre. E’ uno dei tanti quando quel 5 maggio 1789, esordisce come deputato degli Stati generali. Ma grazie alla sua oratoria, ai suoi ideali, alla sua passione viva come una fiamma, diventa in breve il simbolo della Repubblica francese e della Rivoluzione.
Robespierre si batte per la libertà di stampa, il suffragio universale per l’istruzione gratuita e obbligatoria. Ma per difendere la Repubblica non esita a instaurare la stagione del Terrore, che manderà alla ghigliottina trentacinquemila persone, 12.000 senza processo, solo perché accusate di ribellione e tradimento.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, cerca di fare luce su uno dei piu’ controversi personaggi della Rivoluzione Francese con la scrittrice Maria Rosa Cutrufelli.

www.mediafire.com/?7w5nbnbymgy

2004_10_09 Ernesto Guevara
“Stia tranquillo, lei sta per uccidere un uomo”. Sono le parole, le ultime, che Ernesto Che Guevara ha rivolto al suo assassino, la mattina del 9 ottobre del 1967.
Diventato in seguito un vero e proprio mito laico, un martire dei “giusti ideali”, Guevara ha indubbiamente rappresentato per i giovani della sinistra mondiale un simbolo dell’impegno politico rivoluzionario.
A parlarne in studio con l’autrice e conduttrice del programma Antonella Ferrera, il giornalista Maurizio Chierici.

www.mediafire.com/?2onbx40olju

2004_10_16 Luigi Tenco
“Ho voluto bene al pubblico italiano e gli ho dedicato cinque anni della mia vita. Faccio questo non perche’ sono stanco della vita (tutt’altro) ma come atto di protesta contro un pubblico che manda in finale ‘Io, Tu e le rose’, ed una commissione che seleziona ‘La Rivoluzione’. Ciao. Luigi.”
Queste le ultime parole che Luigi Tenco ha scritto prima di morire, la notte tra il 26 e il 27 gennaio del 1967, poche ore dopo essere stato escluso dai finalisti del Festival di Sanremo. Una morte misteriosa, che ancora oggi non lascia spazio a nessuna certezza. Forse un suicidio, forse un omicidio o forse una tragica fatalita’ hanno stroncato la vita del giovane cantautore della scuola genovese.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, intervista i giornalisti Aldo Fegatelli Colonna e Mario Luzzatto Fegiz.

www.mediafire.com/?8bwbj9otn2n

2004_10_23 Jack London
L’appuntamento di sabato 23 ottobre e’ con una delle piu’ singolari e romanzesche figure della letteratura americana: Jack London. La sua e’ stata un’infanzia difficile, che lo ha costretto ai lavori piu’ impensabili, da cacciatore di foche a corrispondente di guerra, da avventuriero a cercatore d’oro. Amante dei libri comincia presto anche a scriverne, firmando dei capolavori indiscussi, da Martin Eden a Il richiamo della foresta, fino a Zanna Bianca. La sua esistenza termina pero’ improvvisamente il 22 novembre del 1916, quando si toglie misteriosamente la vita. Poco tempo prima aveva visto la casa dei suoi sogni distrutta dalle fiamme.
In compagnia di Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, il giornalista de Il Corriere della Sera Corrado Ruggeri e lo scrittore e viaggiatore Folco Quilici, che allo scrittore americano ha dedicato anche un libro, dal titolo Jack London – cercatore d’oro e d’avventura.

www.mediafire.com/listen/kqf4e1432c…Jack_London.mp3

2004_10_30 Veronica Guerin
Un inafferrabile mondo brutale chiamato ‘Gangland’, ha scritto Paul Williams nell’omonima opera, e’ esistito in Irlanda per oltre un quarto di secolo. E’ il sottobosco criminale, una societa’ parallela che prospera sulla paura, sulla morte e sul denaro sporco. Questa societa’ possiede propri codici di condotta e comportamento. Qui, alcuni dei cittadini piu’ rispettabili e di maggior successo sono killers, banditi, truffatori, ricettatori, estorsori e trafficanti. E’ questo il losco ambiente in cui negli anni ’90 si e’ mossa la giornalista Veronica Guerin, una donna audace e determinata che ha dedicato la sua vita, sacrificandola, nel tentativo di scoprire le carte dei maggiori criminali irlandesi.
Il 26 giugno del 1996, infatti, mentre e’ a bordo della sua auto, viene freddata da alcuni colpi di pistola, sparati forse dagli uomini del boss piu’ temibile del momento, John Gilligan, detto Factory John.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, ospita in studio il giornalista Sergio Nava, autore del libro pubblicato dalla San Paolo ‘Veronica Guerin, una giornalista contro il crimine’.

www.mediafire.com/listen/h1g5e9rb4k…nica_Guerin.mp3

2004_11_06 La tragedia delle Ande
1972. Il Fairchild F-227 dell’aviazione militare uruguaiana, con a bordo una squadra di rugby, si schianta nella catena montuosa delle Ande. Tra i passeggeri ci sono dei sopravvissuti e comincia per loro il peggiore degli incubi. Settanta giorni tra i ghiacci e il freddo, con pochissimi viveri e la speranza di salvezza sempre piu’ effimera. C’e’ un solo modo per sopravvivere, ed e’ il piu’ agghiacciante, cibarsi dei cadaveri dell’aereo.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, intervista Giorgio Salomon, operatore del TG1 che nel 1986 ha visitato il luogo del disastro, e l’antropologa Carla Pasquinelli.

www.mediafire.com/?5bjmvomqij1

2004_11_13 Wolfgang Amadeus Mozart
Sabato 13 novembre 2004 La Storia in Giallo raggiunge un traguardo importante, quello della centesima puntata. E lo fa ricostruendo gli ultimi mesi di vita, avvolti nel mistero, del genio musicale di Wolfgang ‘Amadeus’ Mozart. Quando il 6 dicembre del 1791 l’esile e logoro corpo di Mozart, scrive il biografo Wolgfang Hildesheimer, fu calato in una misera fossa, nessuno intui’ che venivano portati alla tomba i resti mortali di uno spirito indicibilmente grande, regalo immeritato per l’umanita’, nel quale la natura ha prodotto un eccezionale, forse irripetibile, ad ogni modo mai piu’ ripetuto, capolavoro.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, ospita in studio la giornalista Loredana Lipperini, autrice del libro Mozart in rock.

www.mediafire.com/?0mbmjgiygyc

2004_11_20 Hurricane l’Uragano
Paterson, New Jersey, giugno del 1966. Il pugile nero Rubin Carter, famoso in tutto il mondo con il nome di Hurricane, l’Uragano, sta tornando a casa dopo una tranquilla serata trascorsa in un locale, quando viene fermato dalla polizia. L’uomo corrisponde perfettamente alla descrizione dell’autore di una strage avvenuta qualche ora prima. Arrestato, processato e condannato all’ergastolo, inizia per lui una dura battaglia volta a dimostrare la sua innocenza. Scrive un libro, Il Sedicesimo Round, quello che sta combattendo, il piu’ importante, e la sua storia non viene dimenticata. Bob Dylan gli dedica una struggente canzone e un giovane ragazzo di colore che vive in Canada, grazie alle sue lettere non gli fa perdere la speranza. Quando il caso viene riaperto, nella meta’ degli anni ’80, Rubin Carter viene finalmente rilasciato, ma dei veri responsabili della strage ormai si e’ persa ogni traccia.
Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, e’ in collegamento telefonico con New York, dove il corrispondente Paolo Mastrolilli ricorda l’intervista fatta a Rubin Carter dopo la scarcerazione.

www.mediafire.com/listen/7r0rkc9za1…#39;uragano.mp3

2004_11_27 Vladimir Majakovskij
Il 14 Aprile del 1930 un colpo di pistola toglie la vita al padre del futurismo russo: Vladimir Majakovskij. Nel mondo si sparge la voce di un suicidio d’amore, dovuto ad un’ impossibile legame con Lili, donna sposata con l’editore Osip Brik. Ma sono in molti a non pensarla cosi’, a credere in un caso piu’ misterioso. Il suo ultimo spettacolo, molto critico nei confronti del regime sovietico, era stato accolto con molta freddezza dal pubblico e dalle autorita’. Majakovskij, al momento della sua morte, era un uomo rimasto solo.
L’autrice e conduttrice del programma, Antonella Ferrera, ospita in studio Carlo Benedetti, giornalista e scrittore autore di una lunga intervista a Lili Brik.

www.mediafire.com/?edrphzz41dg

2004_12_04 Malcolm X
E’ il 21 febbraio del 1965 quando a New York, durante un discorso, viene ucciso il leader nero Malcolm X. Una vita, la sua, fin da subito segnata dalla violenza razziale del Ku Klux Klan, responsabile dell’uccisione di suo padre. Per il giovane Malcolm si aprono le strade della poverta’, della droga, del crimine e quindi del carcere, ma e’ proprio qui che si avvicina all’Islam e quando viene rilasciato entra nei Black Muslins, una comunita’ per la tutela degli afro americani. Comincia per lui un’intensa attivita’ di proselitismo interrotta soltanto dalla sua tragica morte.
Ospite di Antonella Ferrera, autrice e conduttrice del programma, lo scrittore e psichiatra Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?2wjbjzzwnzj

2004_12_11 Tamerlano
Per la storia d’Oriente il nome di Tamerlano rappresenta un vero e proprio enigma: autore delle piu’ efferate stragi e carneficine, allo stesso tempo si rendeva protagonista di incredibili gesti di umanita’, distruttore di citta’ e di opere d’arte, amava costruire monumenti e arricchire di splendide opere la sua Samarcanda; ad un passo dal poter espandere il suo sterminato impero in Europa, decise di tornare indietro ed invadere la Cina, quando aveva ormai settant’anni, andando incontro ad una stupida morte tra i ghiacci di Otrar.
E’ lo storico, giornalista e scrittore Franco Cardini l’ospite di Antonella Ferrera che cerchera’ di fare luce su questo straordinario personaggio.

www.mediafire.com/listen/xc45ux9prh…-_Tamerlano.mp3

2004_12_18 Filomena Pennacchio La Brigantessa
Quella di Filomena Pennacchio e’ la storia di una giovane donna costretta a fuggire per l’assassinio del marito, uomo dai modi irrispettosi e violenti. L’epoca e’ quella dell’avanzata dell’esercito piemontese nel Regno delle Due Sicilie, l’epoca in cui proliferano numerose bande di briganti. Filomena Pennacchio si sente braccata, si nasconde, fugge, e alla fine riesce ad entrare nella banda di Francesco Schiavone, impegnandosi nella lotta armata contro gli invasori. Tra lei e il capobanda nasce anche un sentimento d’amore, ma la felicita’ ritrovata e’ destinata a durare molto poco.
L’ospite di Antonella Ferrera e’ Vincenzo Padiglione, antropologo e direttore del Museo dei Briganti della citta’ di Itri.

www.mediafire.com/?9byrsa8omdj

2005_01_01 Giacomo Casanova
Avventuriero, libertino, scrittore, era un Ercole di circa due metri, aveva due occhi vivaci che, pur essendo pieni di spirito, rivelavano sempre la suscettibilità, l’inquietudine e il rancore, e gli conferivano un po’ l’aria feroce di chi è più facile mettere in collera che di buon umore, che sarebbe bello se non fosse brutto!.
In una delle piu’ celebri autobiografie della letteratura europea descrisse con precisione la sua vita, anche quella privata, che lo ha restituito alla storia come un inimitabile mito di seduzione. Fu condannato a cinque anni nella prigione dei Piombi, ma riuscì a fuggire dopo quindici mesi da un buco scavato con pazienza nel soffitto. Visitò Parigi, Amsterdam, Zurigo, Berlino, Varsavia e Mosca. Mori’ nel castello di Dux, in Boemia, nel 1798.

www.mediafire.com/listen/b5i83b0s9h…mo_Casanova.mp3

2005_01_08 Dora Carrington
Dora Carrington e’ una giovane pittrice che entra a far parte del gruppo di Bloomsbury, raffinato epicentro della vita culturale londinese del primo Novecento. La sua vita e’ segnata da un amore appassionato e celebrale con il critico e saggista omosessuale Lytton Strachey. Pittrice raffinata e sensibile, Dora Carrington non riesce ad accettare la morte inaspettata del suo compagno e la sua vita si conclude con il suicidio, gesto quasi annunciato, di fronte alla dura realta’ di una vita senza la persona amata.
Antonella Ferrera scava nel pubblico e nel privato della pittrice con l’Onorevole, critico e storico dell’arte Vittorio Sgarbi.

www.mediafire.com/listen/xiudsc1gdu…_Carrington.mp3

2005_01_15 Jean Seberg
Quella di Jean Seberg, attrice americana giovane e bella, e’ una carriera folgorante, frutto della tenacia e di un talento che riesce a esprimere il meglio di se’ sotto la regia di Jean Luc Godard, uno dei massimi esponenti del nuovo corso che prese il nome di Nouvelle Vague. Ma il peso del successo, a volte, condiziona in modo determinante le personalita’ fragili, come quella Jean Seberg. La sua vita prende improvvisamente una piega inaspettata: scopre l’impegno sociale e politico e finisce per aderire e sostenere i Black Panters, falange estremista della lotta antirazziale. La giovane donna entra cosi’nel mirino dell’FBI creandole timori ed inquietudini che si riverberano soprattutto sulla carriera cinematografica. Ma anche la sua vita andra’ in frantumi…
Antonella Ferrera insieme ad Italo Moscati, regista de La Storia in Giallo, approfondiscono le tante sfaccettature della vita della giovane attrice, dal suo successo nel clima artistico della Nouvelle Vague, all’improvvisa scomparsa.

www.mediafire.com/?4mgyyo2jmdj

2005_01_22 Giordano Bruno
Invitato a Venezia dal nobile Giovanni Mocenigo, nel 1591, Giordano Bruno viene dallo stesso denunciato all’Inquisizione. Processato prima a Venezia e poi a Roma per le sue idee filosofiche e cosmologiche considerate eretiche l’ex frate di Nola non ritratta le sue idee. Verra’ cosi’ pubblicamente condannato come ‘eretico impenitente, pertinace e ostinato’, ed espulso dal Foro ecclesiastico nonche’ consegnato al braccio secolare. Il 17 febbraio del 1600, dopo essere stato torturato, denudato e sottoposto all’umiliazione della mordacchia, viene condotto in Piazza Campo de’ Fiori, a Roma, e giustiziato, sul rogo, davanti ad una folla attonita.
Antonella Ferrera, in compagnia dello storico Giordano Bruno Guerri, analizza la complessa personalita’ del Nolano e quelli che sono stati i suoi riflessi nella societa’ contemporanea.

www.mediafire.com/?fe3nendzziy

2005_01_29 Thomas Alva Edison
America, 1890. William Kemmler, giovane commerciante di Buffalo, in stato di ubriachezza uccide la moglie a colpi di ascia. Alla fine del rapido processo che si tiene a suo carico, viene condannato all apena capitale. Non sa pero’ che sara’il primo uomo della storia ad essere giustiziato sulla sedia elettrica. Proprio in quegli anni, infatti, il grande inventore Thomas Alva Edison, e’ stato incaricato dalla Commissione per le Esecuzioni Umane di mettere a punto un sistema alternativo alla forca, sino ad allora in uso.
Antonella Ferrera affronta il delicato tema della pena di morte con lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?992yy9atdco

2005_02_05 Vincent Van Gogh
Giovane pittore olandese, Vincent Van Gogh nel suo straordinario talento artistico esprime una personalita’ problematica, nei rapporti con gli altri, ma soprattutto in quello con se stesso. Soltanto il fratello Theo cerca in tutti i modi di aiutarlo, ma invano. Lo manda a Parigi, dove conosce i piu’ grandi pittori dell’epoca, soprattutto Paul Gauguin, a cui si lega molto. Ma come ogni rapporto, anche questo presto si logora. Quando l’amico gli dice addio per sempre, la follia di Vincent esplode, fino al punto di spingerlo a tagliarsi un orecchio. Viene ricoverato in un ospedale psichiatrico e con l’aiuto del fratello ricomincia a dipingere, finche’ con un colpo di pistola non pone fine alla sua esistenza.
Antonella Ferrera analizza le tante sfaccettature della personalita’ di Van Gogh con lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?amzub1xqjmk

2005_02_12 Antoine de Saint Exupery
E’ il 31 luglio del 1944, e il pilota Antonie de Saint-Exupery, partito per una missione di ricognizione nella regione di Grenoble-Annecy, non torna alla base. Questa volta il suo migliore amico, l’aeroplano, lo ha tradito. Lo aveva salvato piu’ volte, in quei numerosi e proverbiali incidenti che lo avevano visto protagonista. Pilota coraggioso, uomo di grandi passioni, e’ stato battezzato “eroe romantico”, ma quello che lo ha reso straordinario e’ stata soprattutto la scrittura, importante quanto la sua stessa vita. Fu lui stesso ad affermare che “si deve vivere per poter scrivere”. Forse proprio per questo fini’ per fare di tutta la sua vita un romanzo.
Antonella Ferrera ospita in studio il giornalista, scrittore e storico d’aviazione Paolo Matricardi.

www.mediafire.com/?12nmvrdzbsw

2005_02_19 Robert Oppenheimer
E’ il 6 agosto del 1945 quando l’Enola Gay, pilotato dal colonnello Paul W. Tibbets, sta sorvolando i cieli del Giappone. A bordo del velivolo, pronta per essere sganciata, una bomba atomica. Era stata messa a punto da un’equipe di scienziati, i migliori di tutti gli Stati Uniti, che lavorarono in incognito nel New Mexico al progetto che sarebbe passato alla storia con il nome Manhattan. Tra loro c’era anche Robert Oppenheimer. Quando l’ordigno esplode, nella citta’ di Hiroshima, i suoi effetti sono catastrofici.
Antonella Ferrera, per parlare di etica e scienza, e’ in compagnia del filosofo della scienza Giulio Giorello.

www.mediafire.com/?c2gnr0tmkw3

2005_02_26 Tutankhamon il Faraone dimenticato
Quando l’archeologo Howard Carter, grazie agli aiuti economici di Lord Carnarvon, riporto’ alla luce la tomba, ancora intatta, di Tutankhamon, il mondo intero grido’ al miracolo. Per la prima volta, infatti, si pote’ aprire il sarcofago di un faraone, toccare la sua mummia. Grazie a questa scoperta, una pagina di storia fino ad allora oscura e’ stata e continua ancora oggi ad essere scritta. Come ancora si parla della serie di morti misteriose, prima tra tutte quella dello stesso Lord Carnarvon, che hanno colto molti tra coloro che hanno avuto a che fare con la mummia.
Ospite di Antonella Ferrera l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi.

www.mediafire.com/?byuteydmyy1

2005_03_05 Leonardo da Vinci
Pittore, poeta, inventore, architetto, studioso di tutte le arti e delle scienze. E in ogni cosa, eccelso. E` l’animo eclettico per antonomasia, il genio italiano piu` celebre al mondo di ogni tempo. La sua vita, votata al sapere, trova nel Rinascimento la collocazione storica ideale. Leonardo passa da una giovinezza turbolenta ad un susseguirsi instancabile di trovate, di viaggi, di opere; che lo conducono ad una vecchiaia di saggezza, in cui anche la morte diviene opera personale e raffinata.
Antonella Ferrera intervista lo storico e critico d’arte, prof. Vittorio Sgarbi.

www.mediafire.com/?3xrmmwn41nn

2005_03_12 Ernest Hemingway
Di Ernest Hemingway restano capolavori della letteratura mondiale come Il Vecchio e il Mare o Per Chi Suona la Campana, ma di lui non si puo’ ricordare soltanto il lato artistico. Hemingway era un uomo sempre alla ricerca dell’avventura, celebre per il suo stile di vita frenetico, attivo, fatto di grandi passioni, come quella per la corrida o come quella per la guerra. Viaggiatore instancabile, aveva un debole per le donne, ne sposo’ quattro, amava cacciare, pescare, andare in barca, bere e giocare con i suoi amici. Una vita d’eccessi che con il tempo lo porta ad una depressione incurabile. Viene sottoposto anche all’elettroshock, ma inutilmente. Come aveva fatto suo padre anni prima, anche lui, il 2 luglio del 1961, si toglie la vita con uno dei suoi fucili.
Per approfondire i molteplici aspetti della personalita’ di Ernest Hemingway, Antonella Ferrera ospita lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli.

https://mega.co.nz/#!7dsWBCpZ!EwlK…M_opu_xyvASILew

2005_03_19 Giovanna Bonanno – la vecchia dell’aceto
Nel quartiere popolare Zisa di Palermo, sul finire del XVIII Secolo, cominciano ad accadere cose strane e a susseguirsi morti molto misteriose. Responsabile di questi misfatti e’ una vecchia fattucchiera, Giovanna Bonanno. Una donna senza scrupoli, che alle sue clienti, che le chiedono aiuto per liberarsi dei loro mariti, consegna un’ampolla miracolosa. Ma in realtà, questa contiene semplice aceto per pidocchi, un veleno micidiale in grado di dare la morte in pochi istanti. Quando la storia viene alla luce, la vecchia viene accusata di stregoneria e condotta al patibolo.
Ospite della trasmissione di Antonella Ferrera, il giornalista e scrittore Roberto Alajmo.

www.mediafire.com/?36ulby1p53ugpi4

2005_03_26 Lawrence d’Arabia
Thomas Edward Lawrence e’ un ufficiale dell’esercito britannico di stanza al Cairo durante la prima guerra mondiale. Profondo conoscitore e amante della cultura araba, assume l’incarico di consigliere del leader della rivolta contro i turchi, lo sceicco Faysal. E ha inizio la leggenda. Con un esercito improvvisato, fatto di tribu’, predoni del deserto e guerriglieri, conquista Aqaba, porto strategico sul mar Rosso. Ma dopo una serie di mirabili imprese, culminate con l’ingresso trionfale in Damasco, scopre di essere stato solo uno strumento per le mire espansionistiche dell’Impero Britannico. Deluso, si ritira, scrive le sue memorie e sceglie l’anonimato. Entra nella Royal Air Force sotto falso nome, finche’, il 19 maggio 1935, muore in seguito a un misterioso incidente motociclistico.
L’ospite di Antonella Ferrera, e’ lo storico e scrittore Franco Cardini, che all’affascinante figura di Lawrence d’Arabia ha dedicato un libro di prossima uscita.

www.mediafire.com/?425wftzf0ym

2005_04_02 Primo Levi
Sono le 10.20 dell’11 Aprile del 1987, quando nella sua casa di Torino, Primo Levi si lascia cadere giu’ dalle scale. Muore cosi’, togliendosi la vita, l’autore di “Se questo e’ un uomo” e de “La Tregua”, capolavori autobiografici che narrano la sua esperienza di deportato ad Auschwitz. Un’ombra indelebile per la storia dell’umanita’.
L’ospite di Antonella Ferrera e’ lo scrittore e membro del Centro di Cultura Ebraica Aldo Zargani.

www.mediafire.com/?2p5w033jycm

2005_04_09 Il mistero di Hanging Rock
Australia. E’ il 14 Febbraio del 1900, il giorno di San Valentino. Le ragazze dell’Appleyard College sono in festa per il consueto picnic alla montagna di Hanging Rock, uno strano luogo caratterizzato da inquietanti monoliti. Giunte sul posto, Miranda e altre sue amiche chiedono il permesso di allontanarsi per una passeggiata. L’atmosfera e’ cupa, alle 12.00 in punto tutti gli orologi si fermano. Quando cala il tramonto, delle ragazze che si erano allontanate neanche l’ombra. Solo una di loro torna, ma e’ spaventata, e ha perso la memoria. Un’altra verra’ ritrovata alcuni giorni dopo ancora in vita, anche lei in stato di amnesia. Sul College sembra abbattersi una maledizione, ma il mistero si infittisce ancora di piu’ con la tragica morte di un’insegnante e l’inspiegabile suicidio di una ragazza.
Antonella Ferrera e il regista Italo Moscati, tra leggenda, cinema e mistero, affrontano in studio l’inquietante caso.

www.mediafire.com/?bjn1mft15yj

2005_04_16 Luigi Stifani – il dottore delle tarantate
‘Tutte le tarantolate che ho curato musicalmente col violino, coll’organetto, le ho guarite con la terapia della musica. Dall’età di quattordici anni ne ho guarite oltre una cinquantina’. Sono le parole di Luigi Stifani, il piu’ importante violinista terapeuta del Salento, morto, ironia della sorte, proprio il giorno di San Paolo, Santo guaritore delle tarantate. Era il 28 giugno del 2000.
Antonella Ferrera intervista Edoardo Winspeare, regista che al tema del tarantismo ha dedicato il film ‘Pizzicata’.

www.mediafire.com/listen/spq41rn498…e_tarantate.mp3

2005_04_23 Peeter Stubbe – il licantropo
Si contorceva in preda a violenti spasmi, quando sentì i peli rizzarsi sulla schiena e le unghie crescere, lunghissime, sulle dita delle mani e dei piedi. La sua bocca, intanto, diventava a poco a poco più larga, più grande, mentre terribili denti aguzzi si allungavano a dismisura, scintillando al riflesso della luna che filtrava attraverso la finestra.
Siamo a Colonia, sul finire del 1500, e quella di Peeter Stubbe, il licantropo, e’ una storia misteriosa che oscilla tra realta’ e leggenda. Quello che e’ certo e’ che lui, colpevole di una lunga serie di efferati omicidi, venne condannato al rogo.
Per parlare di licantropi e lupi mannari Antonella Ferrera ospita lo studioso e scrittore Erberto Petoia.

www.mediafire.com/?1mvifmbbvez

2005_04_30 La scomparsa di Mauro De Mauro
E’ la sera del 16 settembre 1970, quando il giornalista Mauro De Mauro, improvvisamente, sparisce nel nulla. Lavora per l’Ora, un quotidiano di Palermo, ed e’ una delle firme piu’ importanti del giornale. Polizia, carabinieri e guardia di finanza cominciano a rastrellare a tappeto il territorio, ma di De Mauro nessuna traccia. Negli ultimi mesi il giornalista stava lavorando per il regista Francesco Rosi, che preparava un film sulla morte del presidente dell’Eni, Enrico Mattei. E diceva ad amici e familiari di avere tra le mani notizie sconvolgenti. Ma la verita’ sulla sua scomparsa, resta ancora oggi uno dei piu’ grandi misteri della storia del dopo guerra.
Ospite di Antonella Ferrera e’ il giornalista, scrittore e curatore per Rai Uno del Tg della Storia Roberto Olla.

www.mediafire.com/?fwmyxugd52x

2005_05_14 Jesse Owens il Lampo d’ebano
Quando Adolf Hitler sali’ al potere, nel 1933, il Comitato Olimpico Internazionale aveva gia’ scelto dove si sarebbero svolte le Olimpiadi del 1936: a Berlino. Su consiglio di Goebbles, Ministro della Propaganda, il Fuhrer preparo’ un evento indimenticabile, mettendo in moto una macchina organizzativa sbalorditiva. Tutto, per mettere in mostra l’infallibilita’ del Reich e soprattutto la superiorita’ della razza ariana. Ma nessuno, in Germania, aveva ancora fatto i conti con un americano di colore, originario dell’Alabama, un atleta imbattibile noto in patria come “lampo d’ebano”. Il suo nome era Jesse Owens.
Antonella Ferrera ospita in studio il giornalista Marco Franzelli.

www.mediafire.com/?dknktu0xnmw

2005_05_21 Edgar Allan Poe
I riccioli scuri sul volto pallido, l’abito nero e l’andatura barcollante, sono i segni che identificano Edgar Allan Poe: lo scrittore americano padre del giallo letterario, simbolo dell’horror narrativo e considerato da Charles Baudelaire il primo dei poeti maledetti. Le agitate acque della sua biografia, si sono confuse fin da quando Poe era in vita, tanto da lasciarla, in molti momenti, avvolta dal mistero. La stessa morte avvenne in circostanze indecifrabili e fu fonte di numerose ipotesi, ancora oggi discusse.
Ospite di Antonella Ferrera, lo psichiatra e scrittore Vittorino Andreoli.

www.mediafire.com/?0cwyvclsl5m

2005_05_28 Il principe Siddharta
Tibet, 1995. Choeky Niyma, un bambino di appena sei anni, è riconosciuto dal Dalai Lama come la reincarnazione del Buddha della sapienza. Il piccolo viene iniziato alla conoscenza della vita di Siddharta, del suo cammino mistico da principe a Buddha – l’Illuminato.
Ma il Dalai Lama non farà a tempo a vederlo: il bambino eletto, infatti, scompare nel nulla.
Ad accompagnare Antonella Ferrera nel suggestivo viaggio nella terra di Buddha, il giornalista Corrado Ruggeri.

www.mediafire.com/?7i5tp2mdknd

2005_06_04 Italo Balbo
E’ il 28 giugno del 1940, e sul fronte libico e’ guerra aperta. Il Maresciallo dell’Aria Italo Balbo, si prepara ad una missione nei cieli di Tobruk.
Quando il suo aereo si avvicina a destinazione, la pista d’atterraggio presidiata dall’esercito italiano sta subendo un attacco della Royal Air Force. L’aviatore decide di non cambiare rotta e il suo velivolo cade e si schianta sotto i colpi della contraerea italiana. Un errore cosi’ banale da sembrare inverosimile.
Insieme ad Antonella Ferrera, Giordano Bruno Guerri, autore di una biografia sull’aviatore italiano, e Folco Quilici. Suo padre, il giornalista Nello Quilici, mori’ sullo stesso aereo, seduto accanto al Maresciallo dell’Aria.

www.mediafire.com/?4dodwzy3wor

2005_06_11 Il dottor Faust
“Quando fu giorno si recarono nella stanza dove era stato il dottor Faust. La trovarono tutta imbrattata di sangue, il cervello era spiaccicato sul muro, poiché il diavolo lo aveva sbattuto da una parete all’altra. Vi erano pure i suoi occhi e molti denti sparsi qua e là. Lo spettacolo era tremendo e pauroso. Trovarono infine il suo corpo, fuori, accanto al concime, orribilmente sfigurato, con la testa e le membra ciondolanti”.
Cosi’ Johann Spies descrive, nel lontano 1587, la morte del dottor Faust: maestro, medico, mago, negromante e barbiere. Ma non solo, gia’ da quando era in vita, intorno a lui aleggiavano strane dicerie, ed erano in molti a credere che avesse venduto l’anima al diavolo.
Ospite in studio di Antonella Ferrera, Gabriele La Porta, Direttore di RaiNotte, filosofo, scrittore e giornalista.

www.mediafire.com/?f0sdvox3ndm

2005_06_18 Goliarda Sapienza
L’esperienza traumatica e illuminante vissuta da Goliarda Sapienza in un carcere femminile e convogliata nel romanzo “L’Universita’ di Rebibbia” e’ al centro della puntata che “La Storia in Giallo” dedica alla scrittrice siciliana, coscienza inquieta del disagio esistenziale del nostro secolo.
Alla parte sceneggiata, dove ad interpretare il ruolo della protagonista e’ Emanuela Rossi, segue un intervista ad una voce illuminante che chiarisce alcuni aspetti della vicenda. Questa volta, ospite di Antonella Ferrera, sara’ dunque Daria Galateria, giornalista e autrice che, nel suo libro “Scritti Galeotti”, ha dedicato un capitolo a questa vicenda tragica e intensa.

www.mediafire.com/?0wbuyjedhqm

2005_09_24 Rudolph Hess
L’incarnazione della follia e dell’esoterismo nazista, il delfino di Hitler che preferi’ la prigione alla liberta’ pur di seguire le sorti del suo Fuhrer. Il suo volo verso le terre inglesi, ancora avvolto nel mistero. Rudolph Hess ricomparve dal nulla, smagrito e pallido, per il processo di Norimberga, dove sorprese il mondo intero per il suo indomito entusiasmo nazista. Condannato all’ergastolo, trascorse il resto dei suoi giorni nel carcere di Spandau dove, nell’agosto del 1987, si tolse la vita.
L’autrice, Antonella Ferrera, ospita in studio la scrittrice Cinzia Tani.

www.mediafire.com/?3iyo8z0touz

2005_10_01 Isadora Duncan
“Vidi il suo corpo farsi trasparente come fosse soltanto il travestimento dell’anima e dello spirito. Sembrava che portasse un bambino tra le braccia mentre con passo lento, esitante, si avviava verso un luogo di riposo. Era come se si stesse innalzando verso la luce per fuggire la prigione della carne”.
Queste immagini suscitava Isadora Duncan a chi assisteva ammaliato alle sue rappresentazioni. Ma dietro quel modo di danzare si nascondeva una vita sofferta e drammatica, a cui facevano da cornice le trasformazioni sociali e politiche dei primi decenni del novecento. La perdita improvvisa dei suoi due piccoli bambini, pero’, e il suicidio del suo amato, il poeta russo Esenin, furono un colpo troppo duro da sopportare. La sua tragica morte, anche se accidentale, sembro’ la degna conclusione di un’esistenza irripetibile.
Ospite di Antonella Ferrera, affronta le tante sfaccettature del caso la critica della danza Vittoria Ottolenghi.

www.mediafire.com/?fhubbyyvtds

2005_10_08 Gabriele D’Annunzio
“Giudicatelo come volete, esaltatelo o condannatelo, voi non potete disconoscere che egli riempiva della sua personalità esuberante tutto il mondo della poesia, del romanzo e del teatro”.
Cosi’ Edoardo Scarfoglio ha voluto ricordare Gabriele D’Annunzio, il vate, l’eroe, l’amante, il patriota. Una vita sempre al limite, tra passioni struggenti e celebri imprese. La sua relazione con Eleonora Duse, l’attivita’ politica e mondana, ne hanno fatto un maestro di costume unico nel suo genere.
Antonella Ferrera, per analizzare luci ed ombre di una vita tanto tumultuosa, ospita la Professoressa Anna Maria Andreoli, presidente della Fondazione Vittoriale degli Italiani.

www.mediafire.com/?5w0qn1byjwx

2005_10_15 Saladino e Riccardo Cuor di Leone
Gli eroi della terza crociata
Solo e affranto in un’ angusta cella austriaca, Riccardo Cuor di Leone ripensa alla sua fallimentare impresa in terra santa. Dopo un inizio sfolgorante, nulla aveva potuto contro il suo nemico, quel Saladino che nel 1187 era riuscito a conquistare Gerusalemme. Divisi dall’appartenenza religiosa, ma tanto simili nell’audacia, nel coraggio, nella crudelta’ e nella magnanimita’, i due protagonisti della terza crociata hanno scritto un’incredibile pagina di storia, non priva di intrighi e trame misteriose.
Partecipa al programma, ospite di Antonella Ferrera, il Prof. Franco Cardini.

www.mediafire.com/listen/l18imfg690…or_di_Leone.mp3

2005_10_22 Maria Goretti
Siamo agli albori del 1900, e le condizioni di vita nelle campagne di tutta Italia sono al limite dell’umano. La famiglia Goretti, originaria delle Marche, decide di cercare lavoro nel Lazio e si ritrova catapultata nell’inferno delle paludi pontine, tra sporcizia, denutrizione e malaria. A farne le spese, quasi subito, e’ il padre di Maria. Ma un’altra tragedia e’ in agguato. Alessandro, figlio ventenne del capofamiglia Serenelli, con i quali i Goretti dividono la stessa abitazione, viene colto da raptus e tenta di violentarla, ma non ci riesce. Poi afferra un vecchio punteruolo e colpisce piu’ volte la piccola Maria, che morira’ in ospedale poche ore dopo.
Antonella Ferrera ospita in studio Giordano Bruno Guerri, che, a Santa Maria Goretti, ha dedicato nel 1985, un libro che ha fatto molto discutere: “Povera santa, povero assassino. La vera storia di Maria Goretti”.

www.mediafire.com/?4yt2ttnymhh

2005_10_29 Pier Paolo Pasolini
E’ la notte del primo Novembre 1975, quando sul lungomare di Ostia due agenti fermano un giovane che sfreccia a tutta velocita’ al volante di un’ Alfa grigia. Il ragazzo si chiama Giuseppe Pelosi, meglio noto negli ambienti di borgata come “Pino la rana”. Dice di aver rubato l’auto e di non sapere che il suo proprietario e’ Pier Paolo Pasolini. Il caso sembra chiuso, ma la mattina seguente il regista e scrittore viene ritrovato cadavere in un campetto dell’idroscalo. Pino la rana confessa, ma in molti si convincono che ad agire non puo’ essere stata una sola persona. Si apre una lunga inchiesta, che pero’ non riesce a provare molto e a distanza di trent’anni il giallo sulla morte di Pasolini non e’ stato ancora risolto.
L’ultimo capitolo lo ha scritto qualche mese fa proprio Giuseppe Pelosi, durante un’intervista-confessione alla giornalista Franca Leosini, ospite quest’oggi di Antonella Ferrera.

www.mediafire.com/?a4zz0meyxcf

2005_11_12 Gabrielle Bompard
Aveva poco più di vent’anni, Gabrielle Bompard. Nella frenetica Parigi di fine Ottocento, sognava una carriera come attrice, ma per lei il destino scelse quella di prostituta prima, di fidanzata di un malvivente, poi. Il nome dell’uomo era Michel Eyraud. Quando la donna si ritrovo’ processata per omicidio, sostenne sempre la propria innocenza, nonostante le prove conducessero a lei.
Fu il suo avvocato a sostenere, non senza l’incredulita’ dei giudici, che l’imputata avesse agito sotto ipnosi e per provarlo, trasformò il processo in uno spettacolo unico: Gabrielle, ipnotizzata, rivisse di fronte al giudice e alla corte la notte in cui fu assassina inconsapevole…
Per parlare delle tante facce dell’ipnosi, Antonella Ferrera ospita in studio la scrittrice Cinzia Tani, che ha da poco pubblicato il suo ultimo romanzo: “L’insonne”.

www.mediafire.com/?3ixzmhmtzk1

2005_11_19 Frida Kahlo
Pittrice appassionata e tormentata, Frida Kahlo ha conosciuto sin da bambina il sapore della tragedia. Da quando un terribile incidente in autobus ha dato inizio a un lungo calvario. Moglie di Diego Rivera, uno degli artisti piu’ rappresentativi del Messico post rivoluzionario, ha vissuto una storia d’amore altalenante, fatta di continui abbandoni e riavvicinamenti, segnata dal desiderio mai realizzato di diventare madre.
Grazie alla pittura e’ riuscita ogni volta a rialzarsi in piedi, esorcizzando le sue sofferenze e lasciando emergere nelle sue tele gli aspetti oscuri di un animo inquieto. Ammirata dai piu’ grandi artisti del suo tempo, non lascio’ indifferente neanche Picasso, che di lei disse: – Nessuno sa dipingere una testa come Frida Kahlo!
Antonella Ferrera, ospita il critico d’arte Prof. Vittorio Sgarbi.

www.mediafire.com/?by524mnj0th

2005_11_26 Billy the Kid
In fuga da tutti, ma soprattutto dallo sceriffo Pat Garret, Billy The Kid ha saputo riempire le pagine della storia del West divenendo mito indiscusso del suo tempo. La sua infanzia difficile lo ha portato ad una scelta di vita discutibile, omicida a soli dodici anni, ma con la sua pistola e la sua proverbiale mano sinistra, ha sfidato la leggenda. Le lunghe e sfiancanti marce a cavallo sotto il sole cocente di quei territori sterminati hanno fatto da sfondo alla sua vita, spezzata a ventuno anni per mano proprio di Pat Garret.
Ospite del programma di Antonella Ferrera, e’ il giornalista Roberto Olla.

www.mediafire.com/?fxzejozxsni

2005_12_03 Christa Wolf
Considerata un’icona della Repubblica Democratica Tedesca e definita da alcuni “poetessa di stato”, Christa Wolf ha vissuto intensamente le metamorfosi della Germania contemporanea. Dal nazismo al socialismo, alla costruzione del muro, fino al suo abbattimento, ogni evento affiora dallo specchio della sua coscienza e dalle pagine dei suoi romanzi, tanto che la sua biografia, come scrive Jorg Magenau, diviene “una cronaca di ripetuti addii”.
Unico nodo ancora irrisolto nella sua vita, i controversi rapporti con la Stasi, l’organo di sicurezza istituito dal regime socialista, al servizio del quale la scrittrice e’ passata da informatrice a sorvegliata.
Antonella Ferrera ospita Anna Chiarloni, docente di Letteratura Tedesca all’Universita’ di Torino, che negli ultimi anni ha avuto modo di intervistare Christa Wolf.

www.mediafire.com/listen/b2g7u4w3wi…hrista_Wolf.mp3

2005_12_10 Ottavio Bottecchia
Un campione apparentemente venuto dal nulla, Ottavio Bottecchia, che prima di tagliare i traguardi piu’ prestigiosi del mondo, ha sofferto la fame e ha vissuto in prima linea la Grande Guerra, conquistandosi anche una meritata medaglia al valore. Scoperto da un talent scout di nome Ganna, e’ stato lanciato nella mischia, e sin da subito ha dato del filo da torcere ai piu’ grandi ciclisti del suo tempo, fra tutti il leggendario Girardengo. Vincitore tra gli isolati, quelli che non avevano una squadra, al Giro d’Italia del 1923, ha trionfato, primo italiano a farlo, al Tour de France del 1924 e del 1925. Diventato straricco, la sua parabola discendente e’ stata pero’ tanto vertiginosa quanto l’ascesa, culminata il 3 Giugno del 1927 con una morte misteriosa su cui aleggia ancora piu’ di un’ombra.
Antonella Ferrera cerca di fare luce su questo giallo in piena regola, e lo fa insieme al giornalista del Tg1 Marco Franzelli.

www.mediafire.com/?824yhhwmhnn

2005_12_17 Virginia Woolf
Una delle piu’ importanti scrittrici del novecento, una donna coraggiosa, indipendente, ma anche profondamente sensibile. Cresciuta nell’Inghilterra Vittoriana, si trovò ben presto ad affrontare il demone della follia, che scandì la varie tappe della sua vita: dalla prematura morte della madre, a cui seguì quella del padre, alla fioritura intellettuale del circolo letterario di Bloomsbury, al matrimonio con Leonard Woolf, fino alla crescente popolarità, dovuta ai suoi scritti, che lei stessa definì “cumuli di parole non dette o dette a metà, che si formano non più tangibili di quanto non lo siano le ombre delle farfalline notturne sul soffitto, quando le donne sono sole, non illuminate dalla luce capricciosa e colorita dell’altro sesso”.
Eppure, il 28 marzo del 1941, mentre i bombardieri tedeschi solcavano il cielo inglese, decise di togliersi la vita, gettandosi nelle acque del fiume Ouse.
Antonella Ferrera ospita in studio la Prof.ssa Liliana Rampello, che su Virginia Woolf ha appena pubblicato un libro, dal titolo “Il canto del mondo reale”.

www.mediafire.com/?fzmy0xjxi2z

2005_12_24 Canto di Natale
È la Londra povera dei sobborghi Ottocenteschi, quella che fa da sfondo alla vicenda del vecchio Scrooge, avaro commerciante dal cuore di pietra, sempre solo e mai sorridente. Ma proprio il giorno di Natale, accade qualcosa destinato a cambiare la sua vita… lo spirito del suo vecchio socio Marley, morto 7 anni prima, gli fa visita, spaventandolo a morte. Ma non sara’ il solo…
Ispirata al celebre Canto di Natale di Charles Dickens, una storia sospesa tra sogno, incubo e realtà.
Antonella Ferrera ospita in studio la giornalista Barbara Palombelli.

www.mediafire.com/?et1yyxedjyg

2005_12_31 Superman
Dalla mente di due poveri fumettisti sconosciuti, nasce Superman. Una grande major ne compra i diritti, ma non riconosce il merito agli autori, e questi lanciano una maledizione sul primo film che racconta la storia del loro eroe.
Una superstizione hollywoodiana molto nota fra gli attori americani, vuole che a chi interpreti quel ruolo, accada qualcosa di tragico…
E Christopher Reeve, l’interprete piu’ celebre del supereroe, scomparso nell’autunno del 2004, non e’ stato il solo…
Antonella Ferrera ospita in studio il regista e scrittore Italo Moscati.

www.mediafire.com/?6mzw9gmvuet

2006_01_07 Edda e Galeazzo Ciano
Una storia d’amore che somigliava ad una favola, quella tra Galeazzo Ciano e Edda Mussolini, tra il degno discendente di un eroe nazionale e la figlia capricciosa e ribelle del Duce. Dapprima testimoni della gloriosa ascesa del fascismo alla vigilia della seconda guerra mondiale, si separarono più volte, dando così voce alle inquietudini e alle contraddizioni della realtà italiana. Alla fine, si ritrovarono vittime di un regime che loro stessi avevano sostenuto.
Antonella Ferrera ospita in studio lo storico e scrittore Giordano Bruno Guerri, che sull’amore tra Edda e Galeazzo Ciano ha da poco pubblicato un libro.

www.mediafire.com/?5oen1gnmmto

2006_01_14 Agatha Christie
E’ la scrittrice inglese piu’ tradotta al mondo, seconda soltanto a William Shakespeare. Come disse Winston Churchill, e’ stata la donna, dopo Lucrezia Borgia, che ha vissuto piu’ a stretto contatto con il crimine. Una vita dedicata alla scrittura dei suoi romanzi gialli, a immaginare storie per le sue creature piu’ importanti, come quella dell’investigatore Hercule Poirot o dell’intrigante indagatrice Miss Marple.
E anche nella sua vita privata non sono mancate sfumature di giallo, come quando nel 1926, dopo l’improvvisa morte della madre e il doloroso divorzio dal marito, spari’ nel nulla per diversi giorni. Dove ando’, che cosa fece in quel periodo di assenza? La Storia in Giallo l’ha voluta immaginare a bordo dell’Orient Express – il leggendario treno – teatro di uno dei suoi romanzi di maggior successo. Un racconto che oscilla tra la realta’ e la fantasia, cosi’ come la vita stessa di quella che puo’ essere considerata la regina del romanzo giallo.
Antonella Ferrera intervista Lia Volpatti, studiosa e traduttrice di Agatha Christie.

www.mediafire.com/?5mglnvffcml

2006_01_21 Fedor Dostoevskij
Scrittore, pensatore e filosofo, Fedor Dostoevskij ha vissuto intensamente gli sconvolgimenti della Russia pre-rivoluzionaria di fine ottocento. Preda fin dall’adolescenza di violenti attacchi di epilessia, venne arrestato come cospiratore e, scampato per un soffio alla morte, trascorse quattro lunghi anni in un penitenziario della Siberia. Lì conobbe da vicino la miseria, il disagio, la disperazione, sentimenti che avrebbero trovato posto nei suoi romanzi come tessere nascoste nell’intricato mosaico che coincide con l’animo umano. Inquieto e tormentato, si diede anche ai vizi più distruttivi, tra cui il gioco, che lo condusse più di una volta sul lastrico. Diceva che avrebbe speso tutta la sua esistenza per conoscere gli uomini, ma solo chi visse dopo di lui, gli riconobbe questo grande, indiscusso merito.
Antonella Ferrera intervista il Prof. Fausto Malcovati, ordinario di lingua russa alla Statale di Milano, e il d.j. autore di programmi radiofonici di successo Marco Baldini, che ha da poco pubblicato un libro sulla sua esperienza di giocatore, dal titolo “Il giocatore – ogni scommessa e’ un debito”.

www.mediafire.com/?0dwzjynejej

2006_01_28 Fritz Haarman – il lupo mannaro di Hannover
E’ un tranquillo e soleggiato pomeriggio d’ottobre, ad Hannover. Corre l’anno 1924 e alcuni bambini stanno giocando sulle rive del fiume Leine. Quando la palla finisce nell’acqua, per poi adagiarsi su degli scogli, uno di loro va a prenderla, ma quello che trova e’ terrificante: un teschio. Partono le indagini e viene a galla una storia inquietante. Si scopre che dietro a una lunga serie di sparizioni si cela la figura di Fritz Haarman, un omosessuale pedofilo che abbordava le sue vittime alla stazione, dove vendeva vestiti in nero sotto la protezione della polizia, per la quale faceva anche l’informatore. Ad alimentare i sospetti su di lui, il fatto che negli ultimi tempi aveva iniziato a vendere anche della carne, che poi avrebbe confessato essere quella della sue vittime.
Antonella Ferrera intervista lo psichiatra e criminologo Massimo Picozzi.

www.mediafire.com/?dnnj2axpofy

2006_02_04 Alan Turing
E’ stato il primo a concepire l’idea che le macchine potessero pensare, e forse sarebbe anche riuscito a realizzare questo progetto, se non fosse scoppiata la seconda guerra mondiale. Precettato dai Servizi Segreti Britannici, fu chiamato a decrittare molti codici della famigerata Enigma, la macchina utilizzata dall’esercito tedesco per le sue comunicazioni. Terminato il conflitto, continuo’ ad offrire al mondo il suo genio matematico. Ma una personalita’ fortemente tormentata, forse anche per una omosessualità vissuta con disagio, lo porto’ a stranezze e bizzarrie inverosimili, come il suo suicidio. Era il 1954, e si tolse la vita mangiando una mela che lui stesso, forse, aveva avvelenato con il cianuro.
Ospite di Antonella Ferrera, in collegamento da New York, il Prof. Piergiorgio Odifreddi.

www.mediafire.com/?dwe42lfq2m5

2006_02_11 Artemisia Gentileschi
Figlia del pittore Orazio Gentileschi, Artemisia sin da giovanissima si avvicina all’arte della pittura, riuscendo a trasferire sulle sue tele tutta la sua personalita’. Spiccano, tra i suoi capolavori, “Susanna e i vecchioni” e “Giuditta e Oloferne”. Imprescindibile e’ il rapporto tra le opere e la sua vita, spesso scossa da accadimenti tragici, come la scomparsa prematura della madre, ma soprattutto come lo stupro, perpetrato ai suoi danni da Agostino Tassi, artista e amico di Orazio Gentileschi. Proprio con quest’ultimo, poi, Artemisia e’ stata legata da un rapporto morboso le cui sfumature restano ancora oggi un mistero.
Antonella Ferrera propone un’intervista realizzata con lo scrittore e critico d’arte Vittorio Sgarbi.

www.mediafire.com/?5zykycmdmmy

2006_02_18 Napoleone Bonaparte
E’ il 17 ottobre del 1815. Il sole tramonta all’orizzonte, mentre una nave inglese fa rotta verso l’isola di Sant’Elena. Un luogo a tratti affascinante, ma dall’aria densa, umida, spesso piovosa.
E’ qui che Napoleone Bonaparte trascorrera’ i suoi ultimi anni di vita. Insieme ai suoi compagni di sventura, riempira’ i suoi giorni e le sue notti con il ricordo di un’esistenza unica. Dalla sua incoronazione ancora oggi ammantata di leggenda, alla grandissima vittoria della battaglia di Austerlitz, fino al matrimonio con Maria Luisa d’Austria. Non solo momenti esaltanti, pero’, torneranno alla sua mente, tra tutti la disfatta di Waterloo, che gli costo’ l’esilio. Sarebbe morto sei anni dopo, il 5 maggio del 1821. Forse a causa di un lento, ma continuo avvelenamento da arsenico.
Antonella Ferrera ospita in studio il Direttore di Radio3 Sergio Valzania, autore del libro “Austerlitz – La piu’ grande vittoria di Napoleone.

www.mediafire.com/?1j5w318jz2m

2006_02_25 Spartacus e la rivolta degli schiavi
E’ il 73 a.C. e la via Appia, che collega Capua a Roma, presenta uno scenario apocalittico: seimila uomini sono tutti ai bordi della strada, crocefissi, mentre corvi affamati ne circondano i corpi, che emanano un odore nauseabondo. E’ cio’ che resta di un esercito che ha fatto impallidire le legioni di Roma, quello del gladiatore Spartaco. Schiavo trace dal passato incerto, era stato comprato da Lentulo Baciato, padrone a Capua di una della migliori scuole di gladiatori. Li’ era scoppiata la rivolta, sedata dall’esercito romano dopo non poche sconfitte. Il corpo di Spartaco, caduto nel mezzo dello scontro decisivo, non e’ mai stato trovato.
Antonella Ferrera intervista la scrittrice Danila Comastri Montanari.

http://www.mediafire.com/listen/453en81hbu…gli_schiavi.mp3

2006_03_04 Cristoforo Colombo
E’ l’estate del 1492. L’ammiraglio Cristoforo Colombo, convinto di poter raggiungere l’oriente navigando ad Occidente, si reca alla corte di Isabella di Castiglia per ottenere il finanziamento della sua impresa. E’ l’ennesimo tentativo, dopo tanti altri andati falliti. Ma questa volta, Colombo ha trovato la persona giusta. Nell’agosto di quello stesso anno, salpa con tre caravelle, la Nina, la Pinta e la Santa Maria. Giunge cosi’ il 12 ottobre del 1492. Dopo settimane di navigazione, l’ammiraglio genovese tocca terra. E’ convinto di aver raggiunto l’Asia, non capisce che quello che ha scoperto e’ un nuovo continente. Si scontra con una realta’ primitiva che non aveva preventivato, imbattendosi anche in tribu’ che praticano l’antropofagia. Quando torna in Spagna, l’accoglienza che gli viene tributata e’ trionfale e Colombo prepara altre spedizioni. Costretto a sedare nel sangue una serie di rivolte, ben presto vede la sua stella eclissarsi e quando muore, nel maggio del 1506, e’ ormai un uomo solo.
Antonella Ferrera intervista lo storico Franco Cardini, professore di Storia Medievale all’Universita’ di Firenze.

http://www.mediafire.com/listen/rck646g9zz…oro_Colombo.mp3

2006_03_11 La divina Callas
Il viso espressivo, i gesti morbidi e il temperamento felino e maestoso, Maria Callas è stata forse la più grande artista lirica del nostro tempo. I suoi virtuosismi vocali difficilmente mettevano d’accordo critica e pubblico, tanto che per lei venne coniata la definizione di “soprano drammatico d’agilità”.
Dietro l’artista esigente e superba, in pochi potevano scorgere la donna appassionata, capace di affrontare sfide continue per uscirne sempre a testa alta. Dagli esordi difficili, al matrimonio con Meneghini, fino al breve idillio con Onassis, che la espose alle ingiurie pubbliche. Da quel momento cominciarono per lei una serie di sventure, a cui decise di porre fine con il ritiro dalle scene. Trascorse gli ultimi anni nel ricordo di una carriera trionfale e unica, acclamata dal pubblico di tutto il mondo, ma l’aspettava una morte silenziosa e ammantata di mistero. Era il 16 settembre del 1977.
Antonella Ferrera e’ in collegamento telefonico con il giornalista e scrittore Renzo Allegri. Non mancano repertori e interviste alla stessa Maria Callas, a Luchino Visconti e Renata Tebaldi.

www.mediafire.com/?2yn30bnzndx

2006_03_18 Martin Lutero
Nato in Germania nel novembre del 1483, spinto da una forte vocazione, Martin Lutero entro’ nel convento agostiniano di Ertfurt nel 1505. Pochi anni dopo, venne trasferito a Wittenberg, dove pubblico’ le sue proverbiali 95 tesi contro la vendita delle indulgenze. Dichiarato eretico, non solo rifiuto’ di ritrattare le sue tesi, ma nego’ il primato del papa e l’infallibilita’ dei concilii.
Si apri’ cosi’ una lunga controversia che spinse la chiesa a scomunicarlo e a bandirlo dall’impero. Trascorse gli ultimi anni traducendo in tedesco la sacra Bibbia, e mori’, forse avvelenato, nel febbraio del 1546.
Antonella Ferrera intervista il filosofo della scienza Giulio Giorello.

www.mediafire.com/?7xdarncojd9

2006_03_25 Pëtr Il’jc Cajkovskij
E’ il 5 novembre del 1893, quando il celebre compositore Pëtr Cajkovskij, si spegne nella sua casa di Pietroburgo all’eta’ di 53 anni. E’ stato il colera ad ucciderlo, o un suicidio indotto per coprire lo scandalo della sua omosessualita’?
Una personalita’ inquieta, quella di Cajkovskij, un genio musicale indiscusso, che ci ha lasciato capolavori di assoluta bellezza, dallo Schiaccianoci alla Patetica.
Antonella Ferrera intervista l’esperta di musica russa Maria Rosaria Boccuni.

www.mediafire.com/?cmwjjdg29o4

2006_04_01 Madame Voisin
Parigi è in preda a una psicosi collettiva: tutti vedono streghe ovunque. Per tranquillizzare i cittadini e proteggere la sua fastosa corte, Luigi XIV il Re Sole, istituisce un tribunale speciale, la Camera Ardente: il suo compito, è quello di scovare le fattucchiere. E bruciarle sul rogo.
Ma ce n’è una che agisce nell’ombra dei bassifondi, e sembra imprendibile: è Madame Voisin, l’avvelenatrice, che con i suoi filtri è già, all’insaputa di tutti, arrivata a Versailles…
Antonella Ferrera ospita in studio la scrittrice Cinzia Tani, che proprio alla Voisin ha dedicato un capitolo nel suo libro “Assassine”.

www.mediafire.com/?c0wpbwdsjnb

2006_04_08 Arthur Rimbaud
“La sua bellezza sta negli occhi, di un azzurro pallido cerchiato da un azzurro scuro – i più belli che abbia mai visto – con una espressione di coraggio pronta a qualsiasi sacrificio quando era serio, di una dolcezza infantile, squisita quando rideva, e quasi sempre di una profondità e di una tenerezza stupefacenti”. Cosi’ Ernest Delahaye, amico nel periodo della sua prodigiosa infanzia, ricorda Arthur Rimbaud, considerato l’incarnazione del poeta maledetto. Fuggito di casa a sedici anni, comincia una vita fatta di vagabondaggio, tra esperienze di ogni sorta, dall’alcol alla droga fino alla prigione. Tormentata e misteriosa e’ la sua amicizia con un altro genio del suo tempo, Paul Verlaine. Dopo un viaggio in Africa, Rimbaud tornera’ finalmente a casa, per curarsi un tumore alla gamba, ma li’, il 10 novembre del 1891, esalera’ l’ultimo respiro.
Antonella Ferreraospita in studio la studiosa di letteratura e cultura francese Daria Galateria.

www.mediafire.com/?7eadzmmli1m

2006_04_15 Alessandro il Grande
Corre l’anno 336 a.C, quando il giovane principe macedone Alessandro assiste all’uccisione di suo padre, il Re Filippo. E’ giunto il momento per lui di salire al trono per vendicarne la morte e per portare a termine il suo sogno: la conquista dell’Asia. Lo attendono battaglie epiche, marce interminabili, vittorie leggendarie che consegneranno il suo nome alla gloria. E lo attende anche una morte misteriosa giunta, forse, troppo presto.
Antonella Ferrera intervista l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi.

www.mediafire.com/?0jy4d9imenj

2006_04_22 Bruce Lee
E’ il 20 luglio del 1973. A Hong Kong, nella casa di un’attrice dalla sordida fama, giace il corpo dell’eroe nazionale cinese del momento, l’attore ed esperto di kung fu Bruce Lee. La corsa in ospedale e’ inutile, nessuno riesce a risvegliarlo da un sonno misterioso divenuto morte. Le illazioni e le voci fanno il giro del mondo, ed ancora oggi la sua scomparsa non ha trovato una spiegazione. La droga, il veleno, la vendetta delle triadi di Hong Kong sono solo alcune delle ipotesi da sempre formulate ma non ancora provate. Ad infittire la trama del sospetto, la morte, molti anni dopo, del figlio di Bruce, Brandon, durante le riprese di un film. Un omicidio analogo a una stessa scena girata anni prima dal padre.
Antonella Ferrera ospita in studio lo sceneggiatore e scrittore, esperto della vita di Bruce Lee, Lorenzo De Luca.

www.mediafire.com/?4gomu2gwb5c

2006_04_29 Messalina
E’ una notte del 43 a.C. Nel palazzo imperiale del Palatino, a Roma, una donna, dopo aver indossato una parrucca bionda ed essersi truccata e vestita di colori sgargianti, si aggira furtiva per i lunghi corridoi ed esce soltanto quando e’ certa di non essere stata vista. Si chiama Licisca, e tutte le sere raggiunge la suburra per esercitare l’antica professione. Nessuno sa che in realta’ e’ la moglie dell’imperatore Claudio. Il suo vero nome e’ Messalina. Oltre alla prostituzione, si e’ gia’ resa protagonista di congiure e intrighi, ma quando decide di uccidere l’imperatore suo marito per sposare il suo amante Silio, viene tradita. Trova una morte cruenta e il suo nome viene consegnato alla damnatio memoriae.
Antonella Ferrera intervista la scrittrice di gialli ambientati nell’antica Roma Danila Comastri Montanari.

http://www.mediafire.com/listen/gp1jgq1coz…-_Messalina.mp3

2006_05_06 George Simenon
Tutti conoscono Georges Simenon come lo scrittore tranquillo che fuma la pipa; il padre di quel trionfo di intelligenza e umanita’ che e’ il commissario Maigret.
Ma sull’uomo, pende un’accusa di collaborazionismo che gli impone l’esilio in America; e dietro libri, feste, alcol e donne, l’implicazione reale o presunta nel suicidio della figlia Marie- Jo.
Antonella Ferrera e’ in compagnia dello scrittore Corrado Augias

www.mediafire.com/?8mnwlvdyfxz

2006_05_13 I Beati Paoli
Nella Sicilia del XVIII secolo, schiacciata sotto il peso del malgoverno dei Viceré, il popolo per le strade vive nella miseria ed è costretto a sopportare soprusi di ogni sorta. Ma a Palermo, un tribunale segretissimo e terribile, agisce nell’ombra e nel mistero: la setta dei Beati Paoli.
A loro ricorrevano gli oppressi e subito l’oppressore svaniva dalla faccia della terra…
Benefattori per alcuni, criminali per altri, della setta ai giorni nostri è rimasto ancora vivo il ricordo tra i cunicoli della Palermo sotterranea…
Antonella Ferrera intervista Pasquale Hamel, scrittore e storico siciliano.

www.mediafire.com/?cgb5onxt1np

2006_05_20 Saffo di Lesbo
Ritta, sulla cima della rupe di Leucade, dove gli amanti infelici cercano un rimedio alle loro pene. Ha i capelli al vento e le braccia appena colorite dal sole caldo della Grecia.
È questa l’ultima immagine di Saffo, la poetessa di Lesbo i cui versi intensi, al pari degli amori, sono stati celebrati da scrittori, filosofi e poeti. La sua tragica morte, ha dato origine a molte leggende tra cui quella che la vuole suicida per amore del barcaiolo Faone. Ma quali fatti e quali sentimenti spinsero Saffo ad uccidersi gettandosi dalla quella scogliera?
La guerra, il matrimonio, l’esilio, sono solo alcune tappe di una vita sospesa tra mito e realtà, nutrita di passioni contrastanti come la forza, la sensualità, il coraggio, ma anche l’abbandono e la disperazione. E poi, sopra tutto questo, la libertà di far sentire la propria voce attraverso una poesia sincera e appassionata.
Antonella Ferrera ospita il cantautore Roberto Vecchioni, che a Saffo ha dedicato una canzone e un capitolo del suo romanzo “Viaggi del tempo immobile”.

http://www.mediafire.com/listen/e3pk3g4368…nia_Oldoini.mp3

2006_05_27 Virginia Oldoini – La Contessa di Castiglione
“Statua di carne” la chiamarono, “la donna più bella del secolo”.Chi fu veramente Virginia Oldoini, la contessa di Castiglione? Un’abile diplomatica che mise le sue grazie al servizio della causa patriottica, o una semplice cortigiana?
Adorata dagli uomini, invidiata dalle donne, fu l’amante dei re e attraversò il risorgimento italiano con il passo fiero e altero di chi è assolutamente certo del proprio fascino.
Antonella Ferrera intervista lo storico Arrigo Petacco, autore della biografia “L’amante dell’imperatore”.

www.mediafire.com/?22vzzjmbi02

2006_06_03 Francesco Mazzola – il Parmigianino
Artista precoce, di bell’aspetto e di straordinario genio, Francesco Mazzola, detto il Parmigianino, consumò la sua breve esistenza tra i fasti e i tumulti del sedicesimo secolo. Visse prima a Parma, per poi trasferirsi a Roma, dove partecipò al fervido clima culturale alimentato da artisti e letterati giunti da tutta Europa. Ma il Sacco di Roma con la devastante avanzata dei Lanzichenecchi, troncò improvvisamente le sue speranze.
Furono forse questi eventi a compromettere il talento del pittore o piuttosto la seduzione per l’alchimia, che egli praticò con crescente ossessione. La passione per quella scienza oscura e demoniaca lo allontanò infatti dalla pittura, trasformando – come scrisse il Vasari – l’artista angelico e dai modi gentili, nell’uomo selvatico, schivo e tenebroso.
Lo chiamavano il “novello Raffaello, e proprio come il pittore d’ Urbino, anche il Parmigianino, si spense prematuramente a soli 37 anni.
Antonella Ferrera intervista il critico d’arte Vittorio Sgarbi, che al Parmigianino ha dedicato una monografia.

www.mediafire.com/?6jfw5mvw0ie

2006_06_10 Cavallo Pazzo
Cavallo Pazzo, il “figlio del tuono”, è stato forse l’ultimo vero guerriero degli Indiani delle Grandi Praterie. Una figura ammantata dall’alone del mito se non del sacro, che sconfisse il generale Custer a Little Big Horn e si alleò con il “capo dei capi” Toro Seduto, nel tentativo disperato di resistere ai bianchi che stavano massacrando il suo popolo.
Ucciso a tradimento, si dice che il suo spirito, sotto forma di falco rosso – il suo animale totem – vegli ancora sui discendenti della sua gente…
Antonella Ferrera intervista il giornalista e scrittore Vittorio Zucconi

www.mediafire.com/?arzmtlimuwt

2006_09_23 Jack Kerouac
Nell’America degli anni ’50, quelli della guerra fredda e del progressivo sgretolarsi del “sogno americano”, Jack Kerouac, scrittore anarchico e scapestrato, pubblica “On The Road”, il romanzo manifesto della Beat Generation, movimento letterario della rivolta, della ribellione all’ordine politico e al conformismo.
Personaggio scomodo dedito all’alcol e alle droghe, muore il 21 ottobre del 1969, divenendo una leggenda che ancora oggi continua ad ispirare giovani generazioni di ribelli.
Antonella Ferrera intervista la giornalista Irene Bignardi, inviato speciale del quotidiano La Repubblica.

www.mediafire.com/?4b0t5bubdny

2006_09_30 Baruch Spinosa
Baruch Spinoza e’ considerato il filosofo della liberta’, il primo ad aver scardinato le consolanti certezze della religione cristiana, con un sistema di pensiero che ha influenzato tutto l’Occidente. Eppure, il pensatore ebreo che per tutta la vita si porto’ addosso l’accusa di ateismo, che venne espulso dalla comunita’ ebraica con un atto di scomunica tra i piu’ feroci della storia, era un uomo prudente e schivo, molto affezionato alla monotonia della vita domestica.
Solo una volta messo alle strette decise di abbandonare Amsterdam, la citta’ che con il suo clima multietnico e tollerante, era stata lo scenario ideale delle sue riflessioni. Avrebbe trascorso tutta la vita spostandosi da un villaggio ad un altro, vivendo in camere affittate e dedicandosi con meticolosita’ e passione a intagliare lenti. Solo la storia gli avrebbe riconosciuto gloria e immortalita’.
Antonella Ferrera intervista Salvatore Natoli, docente di filosofia teoretica all’Universita’ di Milano Bicocca.

www.mediafire.com/?bmygxftmotn

2006_10_07 L’abate Vella… o della grande impostura
Nella Sicilia settecentesca dei Vicere’, fremiti illuministici minacciano di intaccare i secolari principi feudali sui quali si fonda il potere dell’aristocrazia dell’isola.
In questo contesto, l’abate Vella uomo astutissimo e monaco dell’ordine dei cavalieri di Malta,
ordisce una clamorosa impostura contraffacendo un antico codice arabo rinvenuto nell’abbazia di San Martino…
Antonella Ferrera intervista lo storico e scrittore Pasquale Hamel.

www.mediafire.com/?dofmw3ubtbk

2006_10_14 Mao Tse Tung
Nell’estate del 1936, il giornalista americano Edgar Snow, inviato speciale a Shangai, riesce a passare le linee di combattimento per unirsi ai rivoluzionari impegnati nella Lunga Marcia. Dovrà incontrare l’uomo che è alla testa di quell’eroica compagine, per ascoltare dalla sua stessa voce, il racconto di un’impresa ai limiti dell’umano che non avrà pari nella storia: il suo nome è Mao Tse Tung.
In pochi mesi, Snow ha l’opportunità di conoscere da vicino il coraggio e la disperazione che sostiene la rivoluzione contadina, che porterà Mao ad occupare un posto privilegiato sulla scena politica del suo paese. La sua lenta e ponderata ascesa al potere, si concluderà infatti con la fondazione della Repubblica popolare cinese, il 1° ottobre del 1949.
Al di là del mito, Mao era soprattutto un uomo determinato che era riuscito a conquistare il paese e avrebbe voluto conquistare il mondo: ma cosa si nascondeva sotto quei successi, con quali inconfessabili gesti aveva nutrito la sua sconfinata ambizione?
Antonella Ferrera intervista Paolo Longo inviato speciale della Rai a Pechino.

http://www.mediafire.com/listen/txc7ij8z5x…ao_Tse_Tung.mp3

2006_10_21 Demitrios Tsafendas – l’assassino
Figlio di padre bianco e madre nera, Demitrios Tsafendas è un africano meticcio, con la carnagione chiara e una massa di ricci crespi al posto dei capelli. Da adolescente, il medico gli diagnostica un verme solitario, che rappresenta l’inizio della sua follia: anche dopo guarito infatti, continuerà a credere di avere un serpente annidato nella pancia, fino alla morte. Da adulto, inizierà anche a sentirne la voce. Per tutta la vita si sentirà fuori posto e rifiutato in ogni luogo, e questo a causa dell’apartheid che il ministro Verwoerd aveva istituito in Sudafrica.
A quarant’anni, assunto in Parlamento perché scambiato bianco, architetterà un piano che lo porterà ad assassinare proprio il primo ministro…
L’ospite di Antonella Ferrera è il giornalista e inviato speciale di Repubblica Pietro Veronese.

http://www.mediafire.com/listen/ot2qrcl4xb…s_Tsafendas.mp3

2006_10_28 Annibale Barca
Spinto da suo padre Amilcare, in gioventu’ giuro’ odio eterno ai romani, e quando finalmente venne acclamato capo dell’esercito cartaginese, intraprese l’invasione della penisola italica con l’unico obiettivo di annientare Roma. Con un esercito di temerari che contava anche trentasette elefanti, valico’ i Pirenei e poi sfido’ le Alpi, ottenendo schiaccianti vittorie al fiume Trebbia, al lago Trasimeno e a Canne. Ma quando sembrava che niente potesse arrestare la sua avanzata, decise inspiegabilmente di fermarsi a Capua. Fu l’inizio della fine e a Zama, nello scontro finale con le legioni romane guidate dal giovane Scipione, Annibale subi’ la definitiva sconfitta. Fuggito da Cartagine, trascorse gli ultimi anni in oriente, e quando i romani riuscirono a stanarlo, in Bitinia, preferi’ togliersi la vita piuttosto che accettare la prigionia.
Antonella Ferrera intervista l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi.

www.mediafire.com/?7nxtiwjzt8s

2006_11_04 Il Mago Merlino
In un tempo lontanissimo, confuso tra storia e leggenda, un essere semidivino, dotato di eccezionali poteri, decide la sorte degli uomini: e’ il mago Merlino, l’incantatore di Britannia.
Al fianco di re Artu’ e dei valorosi cavalieri della tavola rotonda, il mago combattera’ numerose battaglie affinche’ Camelot, il regno della luce, possa infine prevalere sulle tenebre.
Merlino e i suoi prodigi: storia o leggenda? Una cosa pero’ e’ certa, le gesta dell’incantatore di Bretagna sono giunte sino a noi da chissa’ quali lontananze.
Antonella Ferrera intervista lo storico e scrittore Franco Cardini.

www.mediafire.com/?0vbxeayjyae

2006_11_11 Anaïs Nin
Nata in Europa, da padre cubano e madre francese, aveva viaggiato da una sponda all’altra dell’Atlantico, portando con sé il desiderio ancora incerto di diventare scrittrice. L’abbandono del padre, eccentrico musicista, aveva scavato nella sua vita un vuoto profondo, e a colmarlo, anche se per un breve istante, fu l’incontro con Henry Miller.
Fu lo scrittore infatti ad alimentare nella Nin l’interesse per ogni aspetto della vita, quella curiosità morbosa e incondizionata che l’avrebbe portata ad un passo dalla follia.
La Nin rappresenta la scrittrice che più di ogni altra ha saputo indagare la propria vita emozionale, ma anche quella degli altri, di tutti quegli sconosciuti o illustri volti che hanno animato le pagine del suo diario.
Antonella Ferrera intervista Delfina Vezzoli, che della Nin ha tradotto i diari.

www.mediafire.com/?4tif5fqwo32

2006_11_18 Stalin
Fu complotto o malattia ad uccidere Stalin? A distanza di cinquant’anni dalla sua morte, l’ipotesi di una cospirazione ai danni del leader sovietico prende sempre più corpo.
Cosa accadde nella settimana fra il 28 febbraio, quando Stalin scomparve dietro la porta della sua camera da letto, e il 6 marzo 1953, giorno in cui le radio di tutto il paese, annunciarono la sua morte?
Cresciuto fra le montagne del Caucaso, in Georgia, si era comportato fin da giovane come un vero rivoluzionario, impegnandosi nella propaganda tra gli operai e vivendo più di una volta l’esperienza del carcere e della deportazione.
Alla morte di Lenin, prese lui le redini del potere, ma col passare degli anni, le sue idee così come le sordide strategie che adottò per guadagnare autorità, si rivelarono assai lontane da quelle del “padre della rivoluzione”.
L’apertura degli archivi sovietici, a distanza di otto anni dalla sua scomparsa, ha fatto emergere nuove sconcertanti verità. Le sue colpe, così come gli eventi che precedettero la sua morte, non sono ancora state chiarite.
Antonella Ferrera intervista il giornalista e scrittore Carlo Benedetti.

www.mediafire.com/?15j8viidx5k

2006_11_25 La Maschera di Ferro
Nella Francia del XVII secolo, alla corte del Re Sole, tra intrighi e cospirazioni, nasce la leggenda di un misterioso prigioniero mascherato.
Aramis, Athos e Porthos, non piu’ al servizio del crudele Luigi XIV, conoscono l’identita’ del recluso tra le mura della Bastiglia.
Perche’ e’ tenuto prigioniero? Perche’ viene nascosto agli occhi del mondo?
Forse i suoi natali potrebbero cambiare la storia di Francia…
Antonella Ferrera intervista Daria Galateria, docente di letteratura francese all’Universita’ La Sapienza.

www.mediafire.com/?ethooa8ddzq

2006_12_02 Eva Braun
Chi era Eva Braun, la donna che per circa sedici anni riuscì a conservare il ruolo di amante del Führer, pur restando fino alla fine poco più che una sconosciuta?
Aveva diciassette anni quando, nello studio fotografico Hoffmann dove lavorava come commessa-apprendista, conobbe Hitler, ambizioso ed affascinante uomo politico destinato a cambiare il destino della Germania e del mondo. Divenne la sua amante, sacrificando al miraggio di una vita insieme al Führer, sogni e desideri: esclusa dalla vita pubblica, coperta di regali e segregata nella fortezza dell’Obersalzberg, come un uccellino in una gabbia dorata, scivolò spesso nella disperazione, fino a tentare due volte il suicidio.
Ma il suo destino era ben altro, e dopo anni di paziente e remissiva attesa, Eva avrebbe avuto il finale che meritava e che aveva fortemente voluto: una morte rapida e indolore al fianco dell’uomo che, seppure per poche ore, era divenuto suo marito.
Antonella Ferrera intervista il giornalista del Tg1 Roberto Olla.

www.mediafire.com/?3cnmeitzlyw

2006_12_09 Marco Polo
Sul finire del XIII Secolo, la flotta genovese e quella veneziana danno vita ad un’epica battaglia navale. Sono i genovesi ad avere la meglio e centinaia di veneziani vengono incatenati e condotti nelle terribili segrete della citta’ ligure. Sono sudici, sporchi, malati e tutti ammassati in buie, gelide e strettissime celle. Tra loro c’e’ anche Marco Polo, che li’ incontra il pisano Rustichello. Sara’ a lui che dettera’ le memorie di un leggendario viaggio che lo ha condotto fino alla Cina. Nasce cosi’ Il Milione, uno dei diari di viaggio piu’ noti della nostra storia. Quando Genova e Venezia firmano un trattato di pace Marco Polo riconquista la liberta’ e di lui, ben presto, si perdera’ ogni traccia.
Antonella Ferrera intervista lo storico medievista Franco Cardini.

www.mediafire.com/?bzdrk4jrtty

2006_12_16 Carlos Monzon
Nel 1970, al palasport di Roma, Carlos Monzon e Nino Benvenuti danno vita ad uno degli incontri più esaltanti della storia della boxe: in palio c’è la corona mondiale dei pesi medi. Al dodicesimo round, un destro di inaudita violenza colpisce Benvenuti che, tramortito, si accascia al suolo: Carlos Monzon è il nuovo campione del mondo. E’ l’inizio della leggenda, Carlos Monzon Ledesma difenderà il titolo per ben dieci anni, ritirandosi imbattuto. Si illuse di potere mettere Knockout anche la vita, ma non fu così: la notte di San Valentino del 1988, il destino gli avrebbe inflitto un colpo dal quale, l’indio dagli occhi terribili e i pugni di pietra, non si sarebbe mai più ripreso.
Antonella Ferrera intervista Marco Franzelli, caporedattore del Tg1.

www.mediafire.com/?5bwwik3yq9a

2006_12_23 I Vespri Siciliani
Il 31 Marzo del 1282, all’ora del vespro di un lunedi’ di Pasqua, il popolo palermitano insorge contro il malgoverno degli angioini: al suono di “morte agli invasori!”Si scatena una vera e propria “caccia ai francesi” che si protrae per tutta la notte. All’alba Palermo si dichiara indipendente, e presto la rivolta divampa nelle campagne, fino ad estendersi in tutta l’isola…
Antonella Ferrera intervista lo storico e scrittore Pasquale Hamel

www.mediafire.com/?7imb0wkwvmg

2006_12_30 Zelda Fitzgerald
La storia di Zelda Fitzgerald si lega inevitabilmente a quella del marito Scott. Se lui fu uno dei pochi scrittori a conoscere tanto gli aspetti leggeri, quanto quelli rovinosi dell’esistenza, lei visse in modo altrettanto dissennato. In fondo erano simili, o perdutamente innamorati.
Conquistata dagli eccessi e dagli slanci dell’Età del Jazz, periodo che proprio da Scott prese il nome, Zelda conobbe anche la mondanità della vita in Europa, riportata fra le pagine del romanzo più incantato ed elegante del marito: Tenera è la notte. Troppo presto emersero in lei i segni della schizofrenia che la costrinsero a lunghi soggiorni in numerose cliniche psichiatriche. Intanto Scott sprofondava nella depressione e nell’alcolismo.
Quando si spensero erano lontani, ma ancora profondamente legati. Furono sepolti insieme nel cimitero di St. Mary.
Antonella Ferrera intervista lo scrittore Pietro Citati.

www.mediafire.com/?bdktkwe2eaz

2007_01_06 Ken Bugul
È possibile dividere un uomo con altre donne senza rinunciare alla felicità coniugale e alla propria identità?
Dal mondo islamico arrivano le risposte più innovative e confortanti ad una domanda che da sempre accende il dibattito sulla poligamia.
Ne La Ventottesima moglie, Ken Bugul ripercorre le tappe fisiche, ideologiche e sentimentali che l’hanno convinta, dopo un lungo e sofferto pellegrinaggio intellettuale, a tornare al punto di partenza.
È nata in Senegal, è cresciuta alla “Scuola degli Altri”, ed ha completato gli studi in Belgio. Rientrata nel paese d’origine, ormai più che trentenne, ha scelto di sposare l’anziano Serigne del villaggio ed entrare a far parte del suo harem. Incrociare gli sguardi delle altre mogli, sentire o intuire le loro storie, l’ha portata ad aderire sempre più intimamente ad una cultura che non annulla l’identità della donna, ma la salvaguarda.
Antonella Ferrera intervista Mirella Serri, giornalista e docente di letteratura moderna e contemporanea alla Sapienza di Roma.

www.mediafire.com/?9ysuveqn7ww

2007_01_13 Tommaso Buscetta
Lo avevano soprannominato “Il boss dei due mondi”: Tommaso Buscetta passerà alla storia come il primo collaboratore di giustizia nella lotta alla mafia.
E’ nell’estate del 1982 che Don Masino incontra a Roma il giudice Giovanni Falcone. E’ un momento storico. Tra i due inizia una fervida collaborazione, Buscetta parla per mesi, svela i segreti, le gerarchie della più potente organizzazione criminale del mondo.
Il lavoro di Giovani Falcone e del pool antimafia culmina nel maxiprocesso di Palermo: lo stato maggiore di Cosa Nostra deve essere giudicato. Buscetta conferma la deposizione rilasciata nell’istruttoria, assesta un colpo durissimo alla società mafiosa. Mai, prima, lo stato aveva osato attaccare così duramente e apertamente Cosa Nostra. Ma Buscetta sarà costretto a diventare un fantasma. Estradato negli Stati Uniti entrerà a far parte del “Witness Protection Programm” divenendo di fatto un invisibile.
Antonella Ferrera intervista Pino Arlacchi, amico e collaboratore di Giovanni Falcone, autore di “Addio Cosa Nostra”- La vita di Tommaso Buscetta.

www.mediafire.com/?e2sweyjovwj

2007_01_20 Erode
Corre l’anno 4 a.C., e il vecchio Erode, ormai molto malato, decide di trascorrere i suoi ultimi giorni a Gerico. Ripensa alla sua vita, e alle nefandezze di cui si e’ reso artefice. Dal tradimento del fratello, abbandonato al nemico, all’uccisione della sua seconda moglie Mariamme e dei suoi due figli. Una vita condotta nel pieno collaborazionismo con Roma, che non gli fece guadagnare grosse simpatie agli occhi del suo popolo, ma anche una fervente attivita’ di governo, di cui ancora oggi restano prove tangibili. E la macchia che sarebbe rimasta per sempre nelle pagine della storia, quella strage degli innocenti accennata solo dal vangelo di Matteo che ha fatto del Governatore della Giudea una delle figure piu’ controverse e sanguinarie di sempre…
Antonella Ferrera intervista lo storico Franco Cardini.

www.mediafire.com/?ebzit1eqnbd

2007_01_27 Il caso Moro
E’ la mattina del 16 marzo del 1978, e per l’Italia si apre una delle pagine piu’ buie della storia della Repubblica. Un commando delle Brigate Rosse rapisce il Presidente della Democrazia Cristiana, l’On. Aldo Moro, trucidandone la scorta. I terroristi, in cambio della sua salvezza, chiedono la liberazione di tredici compagni, e le autorita’ italiane si dividono tra chi e’ disposto a trattare e chi no. Trascorrono cosi’ cinquantacinque giorni, e il destino di Moro e’ ormai segnato. Quando giunge l’ultima telefonata, il suo corpo giace senza vita nel vano portabagagli di una Renault 4 posteggiata in Via Caetani, nel centro della capitale.
Antonella Ferrera ospita Ferdinando Imposimato, giudice istruttore dei primi tre processi Moro.

www.mediafire.com/?ajjbmhz10dy

2007_02_03 Socrate
Corre l’anno 399 a.C., e ad Atene il filosofo Socrate si presenta davanti ai giudici per difendersi da una pesante accusa, che lo vuole corruttore dei giovani e creatore di nuovi culti religiosi. Ma in realta’, il processo a cui viene sottoposto e’ unicamente un processo politico. Infatti scavare nell’animo umano, aprire la mente ai suoi concittadini, rappresenta per le istituzioni un rischio troppo grande da correre. E per l’anziano filosofo il verdetto e’ inappellabile: un sorso di cicuta, e chiudera’ gli occhi per sempre.
Non finira’ nel buio delle tenebre il suo pensiero. Uno dei suoi allievi, infatti, il giovane Platone, trascrivera’ tutti i suoi discorsi e i suoi dialoghi, dove sono racchiusi i punti cardine del pensiero socratico, dalla “maieutica” al “conosci te stesso”, fino al “sapere di non sapere”.
Antonella Ferrera intervista lo storico e filologo Luciano Canfora

https://mega.co.nz/#!Scg0yTCR!3M-B…sZi6s5HIYxJ2RzY

2007_02_10 Giuseppe Garibaldi
Nella notte tra il 5 ed il 6 Maggio del 1860, il generale Giuseppe Garibaldi, alla testa di poco più di mille volontari, partì dal porto di Genova diretto in Sicilia.
L’impresa che tentava era di proporzioni epiche: liberare il regno delle due Sicilie dall’occupazione Borbonica. Aveva inizio l’epopea che passerà alla storia come “La spedizione dei mille”.
Garibaldi fece della lotta alla tirannia l’imperativo supremo della propria esistenza, della libertà dei popoli il primo tra i suoi doveri di uomo.
In America Latina divenne il pirata Josè Garibaldi, fu guerrigliero della Repubblica del Rio Grande do Sol che combatteva per l’indipendenza dall’impero Brasiliano. Divenne così “l’eroe dei due mondi”…
Antonella Ferrera intervista Angelo Varni, docente di Storia Contemporanea all’Universita’ di Bologna.

www.mediafire.com/?3yav3kybuwi

2007_02_17 Marie Curie
Marie Curie è stata la prima donna a ricevere il Nobel, e per ben due volte.
Ha scoperto il polonio e il radio, contribuendo a rendere possibili i numerosi impieghi della radioattività, primo fra tutti la cura dei tumori.
La Francia faticò a riconoscere i suoi meriti, ma non esitò a considerarla una gloria nazionale, all’indomani della consegna dei premi.
Eppure Marie era nata in Polonia, aveva studiato alla Sorbona, e aveva poi sposato Pierre Curie. Quando, a due anni dalla morte del marito, intraprese una relazione con Paul Langevin, scienziato, marito e padre di due figli, l’opinione pubblica si sollevò contro di lei, scatenando uno scandalo che i giornali paragonarono al Caso Dreyfuss. Per Marie era solo l’ennesima delle tante battaglie che ha dovuto combattere…
Antonella Ferrera intervista la scrittrice Dacia Maraini.

www.mediafire.com/?a23mdyoy24z

2007_02_24 Il mistero di San Miniato
Un antico segreto è custodito a Firenze. Sul pavimento marmoreo della basilica di San Miniato, tra l’ingresso e l’arcana figura dello zodiaco, si trova una misteriosa iscrizione che sembra racchiudere una verità volutamente occultata.
“Queste cose preservano dal tempo e della morte”. Suona così l’enigmatico messaggio nascosto tra le pietre marmoree della Basilica. Ma perché proprio a San Miniato e chi o cosa impedisce alla morte e al tempo di seguire il loro corso? E chi era Joseph, colui che diede inizio all’Opera? Il segreto custodito in San Miniato ha attraversato i secoli per giungere sino a noi intatto nel suo mistero e nel suo oscuro significato. Tutto accadde durante il XII secolo, mentre l’imperatore Federico Barbarossa cercava di imporre la sua egemonia sui comuni italiani ed il regno cristiano di Gerusalemme cadeva sotto i colpi delle feroci orde del Saladino…
Antonella Ferrera intervista l’architetto e studioso di simbolismo Renzo Manetti.

https://mega.co.nz/#!yM4S0Yhb!1dx4…NMhaDo7Nj2bs4ro

2007_03_03 Samuele Stocchino – La Tigre d’Ogliastra
Da eroe di guerra a latitante, questa l’inesorabile parabola di Samuele Stocchino, passato alla storia come La Tigre d’Ogliastra. Prima sul fronte libico, poi al confine con l’Austria nella grande guerra, torno’ in Sardegna con una medaglia d’oro appuntata al petto. Ma nelle difficolta’ del dopoguerra, accusato ingiustamente di furto di bestiame, riusci’ a fuggire prima di finire in manette e inizio’ cosi’ una lunga latitanza nei boschi e negli anfratti piu’ misteriosi ai piedi del Gennargentu. Medito’ la vendetta, e quando passo’ all’azione dietro di se’ lascio’ una lunga scia di sangue. Non risparmio’ nemmeno una bambina, figlia di un suo acerrimo nemico, contravvenendo cosi’ al codice d’onore che accomunava i banditi sardi.
Antonella Ferrera affronta il tema del banditismo in Sardegna insieme al collega del Tg1 Roberto Olla, autore di un’intervista all’ex ergastolano Graziano Mesina e al Presidente emerito Francesco Cossiga.

www.mediafire.com/?3xnfyqkyqby

2007_03_10 Tina Modotti
L’esistenza di Tina Modotti e’ la somma di esperienze e atmosfere assai diverse. Figlia di emigrati italiani, trascorse la giovinezza nell’America aristocratica e sognante degli anni Venti, per approdare poi in Messico. L’indole sanguigna e tempestosa di quel paese, eletto in quegli anni a paradiso degli artisti, la conquistò. Fu un lungo soggiorno che fece esplodere in lei quella che, grazie anche al legame con Edward Weston, era divenuta una passione: la fotografia. Attratta dall’aspetto più misero e polveroso del Messico, cominciò a mescolare arte e rivoluzione, arrivando a iscriversi al Partito Comunista. Sospettata della morte di Juan Antonio Mella e dell’attentato al Capo dello Stato, venne espulsa dal paese e si rifugio’ in Europa. Volle conoscere da vicino la Russia staliniana e la Spagna repubblicana, con l’unico desiderio di difendere l’uguaglianza e la libertà di tutti i popoli. Quando il sogno del mondo che aveva creduto di realizzare, svanì improvvisamente, lo fece anche lei, a Città del Messico, il 5 gennaio 1942.
Antonella Ferrera intervista Riccardo Toffoletti Presidente del Comitato Tina Modotti.

www.mediafire.com/?4nwmtbz2zym

2007_03_17 Erik Jan Hanussen – Il Mago di Hitler
Il ruolo ricoperto da Erik Jan Hanussen nell’ascesa al potere di Adolf Hitler resta ancora oggi uno dei misteri piu’ intricati della storia del nazismo. Celebre prestigiatore, illusionista, astrologo e veggente, si guadagno’ l’amicizia del futuro Fuhrer grazie alla sua abilita’ di magnetizzare il pubblico tedesco con la sua voce persuasiva e dura allo stesso tempo. Ma nel 1933, quando vennero scoperte le sue vere origini ebraiche, spari’ poco prima di un’esibizione in un teatro berlinese. Il suo corpo, freddato da tre colpi di pistola, venne ritrovato in avanzato stato di decomposizione in un bosco nei pressi della capitale tedesca.
Antonella Ferrera intervista Massimo Introvigne, fondatore e direttore del CESNUR (Centro Studi Sulle Nuove Religioni) che ha recensito il libro di Mel Gordon “Il Mago di Hitler”.

www.mediafire.com/?7ggexw0mmzs

2007_03_24 Jack lo squartatore – L’ipotesi Cornwell
Chi era in realtà il diavolo di Whitechapel, l’assassino sfuggente che nessuno mai è riuscito a smascherare?
Sono state fatte numerose ipotesi: il duca di Clarence, nipote sessualmente disturbato della regina Vittoria, un misterioso “grembiule di cuoio”, un macellaio, uno studente di medicina, addirittura una donna.
In tempi recenti però, la celebre scrittrice Patricia Cornwell, afferma essere certa d’aver finalmente smascherato il misterioso assassino.
La sua è veramente una ipotesi affascinante e non del tutto priva di fondamento…
Antonella Ferrera intervista Ruben De Luca, autore di Omicida e Artista, libro dove affronta il caso di Jack lo Squartatore secondo l’ipotesi Cornwell.

www.mediafire.com/?9yqfq3faxhf

2007_03_31 Lou Salomé
Intellettuale inquieta, ma anche musa di letterati, filosofi e poeti, Lou Salomé è ricordata soprattutto per la cerchia delle sue amicizie, in cui spiccano i nomi di Nietzsche, Rilke, Freud. Eppure, la donna che Claudio Magris ha definito “incantevole fiore della crisi europea”, non fu solo spettatrice, ma protagonista del mondo culturale, a cavallo tra il XIX e il XX secolo. Si diceva che “quando Lou si appassionava ad un uomo, dopo nove mesi, costui dava alla luce un’opera d’arte” e infatti sia Nietzsche che Rilke, dopo averla conosciuta e a modo loro amata, partorirono i loro più grandi capolavori. In nome della libertà, Lou Salomé rifiutò i ruoli di moglie e madre, ma anche quello di amante frivola e indolente. Molti paradossi scandiscono la sua vita. Ultimo, il fatto di essere stata seppellita insieme a Carl Friedrich Andreas, l’unico uomo che riuscì a sposarla, ma al quale lei non concesse mai, né la mente, né il corpo.
Antonella Ferrera intervista Nadia Fusini, scrittrice, traduttrice e docente di Lingua e Letteratura inglese all’Universita’ La Sapienza.
La voce di Lou Salome’ e’ quella di Emanuela Rossi

www.mediafire.com/?ejx1tdbygjm

2007_04_07 Joseph Conrad
Prima di diventare uno dei piu’ apprezzati romanzieri del suo tempo, Joseph Conrad visse in mare per sedici anni al soldo della Compagnia britannica. Fu in uno di questi viaggi che la sua nave venne assaltata dai pirati e data alla fiamme, costringendo i membri dell’equipaggio a trascorrere la notte in una scialuppa di salvataggio. Per Conrad e’ una notte surreale e all’alba del giorno dopo si sveglia sulla Nellie, un’imbarcazione in rotta verso il continente nero. Lo chiamano Marlow, e ha una missione, risalire un fiume e recuperare Kurtz, un uomo della Compagnia gravemente malato. Ha inizio cosi’ il suo viaggio nel Cuore di tenebra e all’interno delle origini dell’uomo.
Cuore di Tenebra e’ un capolavoro della letteratura mondiale che non ha mai perso il fascino del suo mistero, e il film Apocalypse Now ne e’ la dimostrazione, cosi’ come lo e’ la serie televisiva di maggior successo degli ultimi anni: Lost. Ed e’ proprio con gli autori del libro edito da Dino Audino dal titolo “Lost e i suoi segreti”, Carlo Dellonte e Giorgio Glaviano, che Antonella Ferrera indaga sulle analogie e le discrepanze che legano inevitabilmente Lost al capolavoro di Conrad

www.mediafire.com/?e2stmgumtsd

2007_04_14 La banda della Uno bianca
Dal 1987 al 1994 hanno commesso ventiquattro omicidi e piu’ di cento crimini, seminando panico e morte. Dalle rapine ai caselli autostradali passarono agli incassi delle Coop, e armati fino al collo non lasciavano testimoni. Difficile per gli inquirenti sbrogliare la matassa, anche perche’ l’indagine inizialmente venne assegnata ad uno di loro. Si’, perche’ la famigerata banda della Uno Bianca era composta per lo piu’ da poliziotti, insoddisfatti dei loro stipendi. Fabio, Roberto e Alberto Savi i tre fratelli che hanno dato il via alla lunga striscia di sangue, con la complicita’ delle loro compagne, come Eva Mikula, la ragazza romena di Fabio Savi che per i delitti della Uno Bianca non ha scontato nessuna pena. Al contrario dei fratelli Savi, condannati all’ergastolo.
Ed e’ proprio nel carcere dove e’ detenuto che Fabio Savi e’ stato intervistato dalla giornalista Franca Leosini, ospite oggi di Antonella Ferrera.

www.mediafire.com/?2tynz1jtzek

2007_04_21 Ottavia
Figlia di Messalina e dell’imperatore Claudio, Ottavia è ricordata soprattutto per essere stata la prima moglie di Nerone, nonchè rivale dell’avvenente Poppea. Nella Roma spietata e scandalosa del I secolo d.C., fu solo una testimone impotente degli intrighi e delle infamie che animavano la vita a Palazzo.
Aveva dodici anni, quando venne data in sposa a Nerone, e quell’unione serviva solo a permettere al giovane marito di divenire imperatore. Da quel momento, Ottavia assistette solo a congiure, delitti ed eventi funesti. Vide assassinare il padre e il fratello, venne ripudiata e infine brutalmente uccisa. La sua riservatezza, il decoro, il superiore distacco che esercitò sempre negli affari dell’Impero, le fecero guadagnare la simpatia e l’appoggio incondizionato del popolo.
Solo Tacito riuscì a renderle gli onori che meritava, ma le sue parole non riuscirono a dare abbastanza luce ad una figura destinata, forse, a rimanere ai margini della storia
Antonella Ferrera intervista la giornalista e scrittrice Liliana Madeo, autrice di una monografia di Ottavia.

www.mediafire.com/?dmstvedhzwe

2007_04_28 Pio La Torre
Pio La Torre, autorevole membro di Botteghe Oscure, lascia il suo incarico di deputato a Montecitorio e ritorna a Palermo come segretario regionale di partito nel 1981, divenendo il leader della campagna pacifista contro l’istallazione di missili nucleari Cruise nella base di Comiso. Diviene un personaggio scomodo, inviso a molti. Sono tante, infatti, le ombre di mistero che si addensano intorno ai mandanti del suo omicidio…
Antonella Ferrera, intervista il senatore Emanuele Macaluso, figura storica della sinistra siciliana.

https://mega.co.nz/#!TJASGTJS!pAPP…boWvaCadtOJujDE

2007_05_05 Albert Einstein
Libero pensatore, scienziato appassionato e accademico “sopra le righe”, Albert Einstein merita di essere definito prima di tutto un ribelle, dal punto di vista intellettuale, politico e morale.
È il 1905 quando dà alle stampe quegli articoli che verranno poi considerati la prima formulazione della teoria della relatività. Contengono concetti talmente arditi, che è lui stesso a dichiarare che al mondo, “non ci sono più di dodici persone, capaci di comprenderli”. Anche se negli anni Venti la sua fama aveva raggiunto tutti i continenti, all’indomani dell’ascesa del nazismo, venne comunque bollato come “ebreo”, reso vittima di pressioni e violenti attacchi. Costretto ad abbandonare la Germania, si trasferì negli Stati Uniti, e continuò fino alla fine ad adoperarsi per far progredire la ricerca scientifica.
L’intera esistenza di Einstein ruota intorno alla scienza. Eppure le sue esperienze, le opinioni e le scelte spesso controverse, lo rendono protagonista dei grandi dibattiti del secolo, primo fra tutti quello sulla bomba atomica.
Antonella Ferrera intervista il filosofo della scienza Giulio Giorello.

www.mediafire.com/?3yvi2x2pj1z

2007_05_12 La casa delle mamme assassine
Un percorso nella mente e nel luogo dove vivono, ricoverate, per avere ucciso il loro figlio.
Dopo lo sceneggiato, Antonella Ferrera ne parla con il criminologo Francesco Bruno. Alle 19.00.

www.mediafire.com/?ajx8dwyjyk1

2007_05_19 Desaparecidos
Quello dei desaparecidos è il capitolo più tragico e scabroso della storia dell’Argentina. Dal 1973 al 1982, migliaia di giovani vennero illegalmente sequestrati e sottoposti a tremende torture fisiche e psicologiche che in molti casi culminavano nei cosiddetti “voli della morte”.
La storia di Ana e Ramòn e del piccolo Pablo, riflette quella di tanti “scomparsi”, ma anche quella degli H.I.J.O.S. e delle Madres di Plaza de Mayo, che ancora oggi continuano a far sentire la loro voce, in nome di una giustizia a lungo dimenticata.
Era il 1976, quando i militari conquistarono il potere, con un colpo di Stato, che abolì la democrazia e il governo di Isabelita Peron. Mentre nelle prigioni clandestine sparse in tutto il paese, si consumava la tragedia dei desaparecidos, il mondo intero continuava a mostrarci cieco di fronte a quanto stava accadendo. Nessuno si accorse, o volle accorgersi, che un’intera generazione stava per essere cancellata.
Secondo la CONADEP, la Commissione Nazionale sulle Persone Scomparse, il numero di desaparecidos, al momento del crollo della dittatura, ammontava a 8961. Oggi si aggira intorno ai 30.000.
Antonella Ferrera intervista Italo Moretti a lungo inviato per la Rai nei paesi dell’America Latina.

www.mediafire.com/?cehmlg1detp

2007_05_26 Roberto Calvi: il banchiere di Dio
La mattina del 18 giugno del 1982, a Londra, sotto un’arcata del Blackfriars Bridge, sul Tamigi, viene rinvenuto, impiccato, il corpo di un uomo.
Tutto lascia pensare ad un suicidio. Ma non un suicidio qualunque…
Quell’uomo infatti è Roberto Calvi, presidente del Banco Ambrosiano ed esponete di spicco dell’alta finanza europea. Lo avevano soprannominato il “banchiere di Dio” per i suoi strettissimi rapporti intrattenuti con Monsignor Marcinkus e lo Ior, l’Istituto di Opere Religiose del Vaticano, il forziere della Santa Sede. Il caso viene archiviato, frettolosamente e con disarmante superficialità, come suicidio. Ma lo fu veramente? Sulla sua tragica morte si addensano sinistri sospetti. Perché Roberto Calvi era fuggito improvvisamente in Inghilterra? Cosa sperava di trovare? Chi credeva di incontrare? Una cosa è certa. A Londra il banchiere di Dio trovò soltanto la morte…
Antonella Ferrera intervista lo scrittore e giallista Carlo Lucarelli.

www.mediafire.com/?bg1bti9kdjj

2007_06_02 Il Mostro di Frankenstein
Il 1816 passo’ alla storia come l’anno senza estate a causa dell’eruzione del Vulcano Tambora. Ma passo’ alla storia anche per un altro evento sensazionale, una notte memorabile per la storia della letteratura mondiale.
La giovane Mary e suo marito, il poeta Percy Shelley, erano diretti al Lago di Ginevra, attesi dall’esule Lord Byron. Leggenda narra che a causa di un temporale furono costretti a rifugiarsi in un castello, un tempo laboratorio di un alchimista che faceva esperimenti su cadaveri umani. Il Castello di Frankenstein. E il flusso della suggestione di quei giorni, raggiunse l’apice sul Lago di Ginevra, in una notte di tempesta, quando dalla lettura di Fantasmagoriana, una raccolta di racconti sui fantasmi, i coniugi Shelley, Lord Byron e il suo medico John Polidori decisero di sfidarsi in una singolare gara. A vincere sarebbe stato chi avrebbe scritto il racconto piu’ terrificante.
Fu in quella notte, che videro la luce due capolavori indiscussi: il Frankenstein di Mary Shelley, e Il Vampiro di John Polidori, futuro ispiratore di Bram Stoker per il suo Dracula.
Di Mary Shelley, di Frankenstein e di quella notte memorabile, Antonella Ferrera ne parla con Luca Crovi, giornalista, critico e conduttore radiofonico di “Tutti i colori del giallo” per Radio2.

www.mediafire.com/?9r9lyddfyuj

2007_06_09 Pancho Villa
Messico, 1910. Sullo sfondo di una terra assolata, sanguigna e pittoresca, una figura avanza in mezzo alla polvere: Francisco “Pancho” Villa.
Insieme a Emiliano Zapata, Villa diviene subito il grande protagonista della rivoluzione messicana, la prima del XX secolo, i cui leader sono ancora oggi considerati dei miti e degli eroi in tutto il continente. Dal 1910 al 1929 infatti, complotti, tradimenti e colpi di stato lacerano il paese, mentre sul campo di battaglia, cavalleria e treni blindati si scontrano in una guerriglia piena di colpi di scena. Ad accomunare i ribelli, guidati nel Nord da Villa e al Sud da Zapata, l’odio per Porfirio Diaz, generale semi-analfabeta che da oltre trent’anni governa il paese.
Bollato inizialmente come bandito spietato e sanguinario, Villa diviene in pochi anni il “Centauro del Nord” e a capo di un esercito di ribelli, contadini e fuorilegge, riesce a far trionfare la rivoluzione. Morirà anche lui, vittima di complotti e tradimenti. Ma il suo nome, la sua leggenda, risuonano ancora oggi, fra le vallate sterminate della Sierra.
Antonella Ferrera intervista lo scrittore Valerio Evangelisti

www.mediafire.com/?0om5izbz8f9

2007_06_16 Henri Cherrière – detenuto Papillon
E’ il 1931 quando Henry Charrière, meglio conosciuto come Papillon, viene condannato all’ergastolo per un omicidio mai commesso. Ha appena venticinque anni e un unico desiderio: riprendersi quella libertà che ingiustamente gli era stata negata. E vendicarsi.
Conoscerà la galera più atroce a Saint Laurent de Maronì e nel terribile reclusorio disciplinare dell’isola di San Giuseppe, costretto in una cella buia e infestata da orribili scarafaggi.
Resisterà a tutto. Fame, sete, malattia, tradimenti: il suo desiderio di libertà sarà più forte di qualsiasi gabbia. Dall’isola del Diavolo, dopo dieci anni di galera, lancerà la sua ultima, disperata sfida al destino. Affrontando l’oceano e le sue insidie farà della sua vita una leggenda…
Antonella Ferrera intervista il giornalista e caporedattore del Tg1 Marco Franzelli

www.mediafire.com/?5qjd4hlwenn

2007_09_07 Nikola Tesla
“Il nostro mondo sarebbe completamente diverso, non avremmo macchine, non avremmo inquinamento, ma avremmo tanti moscerini che volano in cielo”.
I moscerini di cui parla l’astrofisico Massimo Teodorani, ospite di Antonella Ferrera, non sono altro che veicoli in grado di spostarsi e di veleggiare nell’energia, veicoli a propulsione elettromagnetica che avrebbero forse reso giustizia al genio di Nikola Tesla, se solo l’umanita’ avesse scelto di considerare la sua ricerca, invece di gettare quello scienziato versatile ed eccentrico nel dimenticatoio. Di lui si ricorda soltanto la scoperta della corrente alternata, ma in pochi sanno che fu lui, ad esempio, ad inventare il radar. Mori’, povero e dimenticato, attorniato solo dai suoi piccioni.

www.mediafire.com/?7zhrzshfnci

2007_09_22 Il Caso Welby
Piergiorgio Welby e’ l’uomo che ha chiesto di “staccare la spina”.
La Storia in Giallo propone oggi un viaggio schock ai confini della vita che ne ripercorre le tappe della malattia e dell’agonia che hanno fatto maturare in lui e in altri questa scelta.
Dopo la parte sceneggiata, Antonella Ferrera intervista il Professore Mario Riccio, il medico che ha staccato la spina, e la conduttrice del TG1 Adriana Pannitteri, autrice di un libro “Vite sospese. Eutanasia, un diritto?” che sta riscuotendo un grande interesse di pubblico.

www.mediafire.com/?7z3wfqrv3nn

2007_10_06 Gengiz-Khan
Riuni’ sotto il suo comando tutte le tribu’ mongole e con un esercito sconfinato mise a ferro e fuoco l’Asia intera, creando cosi’ l’impero piu’ vasto che la storia dell’uomo conosca. Visse alla ricerca dell’immortalita’, e ancora oggi e’ venerato come una divinita’, anche se nessuno, fino ad ora, ha mai piu’ ritrovato le sue spoglie mortali.
Antonella Ferrera intervista, in collegamento da Parigi, il medievista Franco Cardini.

https://mega.co.nz/#!CI4nRDxZ!r5lH…H7PYtSXJkTy0VKQ

2007_10_13 Philip K. Dick
Uno dei massimi scrittori di fantascienza degli ultimi cinquanta anni. Ossessionato dalla domanda “Cos’e’ reale?”, ha scritto romanzi di futuri prossimi in cui la realta’ e’ manipolata da complotti di governi e multinazionali. Nella vita soffriva di paranoie e di schizofrenia, faceva uso di droghe, sosteneva di essere in comunicazione con un’entita’ aliena, di vivere due vite parallele, una nel presente, l’altra nel I Secolo d.C., di essere perseguitato dalla CIA e dal KGB.
Antonella Ferrera ospita in studio Sergio Fanucci, l’editore che ha portato in Italia le opere di Philip Dick.

www.mediafire.com/?42yojwrxekf

2007_10_20 La banda della Magliana
I fatti della banda della Magliana, la piu’ grande organizzazione criminale che mai abbia operato nella Capitale. Imperverso’ negli anni ottanta anche grazie alla complicita’ e ai legami con Cosa Nostra, la Ndrangheta, la camorra di Raffaele Cutolo ed anche la massoneria, i servizi segreti e la destra eversiva.
Dopo la ricostruzione sceneggiata, sara’ ospite di Antonella Ferrera, Ferdinando Imposimato che fu giudice istruttore del processo della banda del 1981 e a cui, per vendetta, fu ucciso il fratello Franco. Imposimato ripercorre a La Storia in Giallo tutte le tappe della vicenda.

www.mediafire.com/?7enfbxu1qnq

2007_10_27 Sigmund Freud
E’ il padre della psicanalisi, il primo studioso ad aver scavato in profondità la psiche umana, ad aver elaborato teorie rivoluzionarie, come l’autoanalisi, testimoniata da un intenso carteggio con Wilhelm Fliess. “Ho sempre considerato una grande ingiustizia” scrisse Freud “il fatto che non si sia voluto trattare la psicoanalisi come qualunque altra scienza naturale”. Le sue idee, infatti, accolte con diffidenza nella Vienna del XIX Secolo, ancora oggi accendono forti dibattiti e discussioni in tutti gli ambienti scientifici e culturali.
Ospite di Antonella Ferrera, lo psicanalista Giancarlo Ricci, studioso di Freud e membro dell’Associazione Nodi Freudiani.

https://mega.co.nz/#!CRADVDqK!8P_y…U2_-Lpcam5fnDhE

03.11.2007 Emilio Lussu
E’ stato un grande testimone del ‘900, fondatore del Partito Sardo d’Azione e antifascista irremovibile. Pago’ con la prigione le sue idee, ma riusci’ a fuggire e dileguarsi a Parigi insieme ad altri emigrati politici italiani come Carlo Rosselli, con il quale diede vita al movimento di “Giustizia e Liberta’”. Fu nella capitale francese che conobbe la donna della sua vita, la poetessa Joyce Salvadori, con la quale condivise la lotta al fascismo. Dopo quattordici anni di esilio rientro’ in Italia, facendo parte prima del Partito Socialista, poi del Partito Socialista di Unita’ Proletaria.
Oggi e’ considerato come uno dei piu’ indomiti combattenti tra le fila degli oppositori fascisti, un uomo dall’altissima statura morale ed intellettuale.

www.mediafire.com/?zmyl4jcayym

10.11.2007 La tragedia del Challenger
E’ il 28 gennaio del 1986, e il mondo intero e’ davanti alla Tv per assistere ad un evento pochi anni prima impensabile. Una maestra del New Hampshire, Christa McAuliffe, salira’ a bordo dello Space Shuttle Challenger. Sembrano lontanissimi gli anni in cui Russi e Americani si davano battaglia nella corsa allo spazio, e l’Unione Sovietica aveva sempre avuto la meglio, mandando in orbita il primo oggetto spaziale, lo Sputnick, il primo essere vivente, la cagnetta Laika, il primo uomo, Yuri Gagarin, e la prima donna, Valentina Tereshckova. Il riscatto per gli Stati Uniti sarebbe arrivato nell’estate del 1969, quando Neil Armstrong tocco’ per primo il suolo lunare.
La nuova frontiera divenne quindi lo Shuttle, un mezzo in grado di volare nello spazio, di tornare sulla terra e di essere utilizzato piu’ volte.
Ma quel 28 gennaio del 1986 la corsa allo spazio subisce una terribile battuta d’arresto. Pochi secondi dopo il lancio, infatti, il mondo intero assiste attonito all’esplosione del Challenger, con a bordo la maestra del New Hampshire, Christa McAuliffe.

www.mediafire.com/?ozcrw2mmw4y

17.11.2007 Il Generale Dalla Chiesa
Figura centrale nella storia della Prima Repubblica, era un uomo dalla elevatissima statura morale e dall’enorme carisma.
Amato dalla gente e dai suoi carabinieri, non riuscì invece a riscuotere le simpatie di una “certa parte” della classe dirigente e degli stessi vertici dell’Arma che vedevano in lui, un personaggio troppo ingombrante.
Abbandonato dalle istituzioni, attaccato dalla stampa e privo di quei poteri che il governo aveva promesso e che mai invece gli concesse, venne assassinato da un gruppo di fuoco di Cosa Nostra. Era il 3 settembre 1982.

www.mediafire.com/?5dshydrzye2

24.11.2007 Sidney Reilly
Fu lui ad ispirare Ian Fleming per il suo James Bond. Avventuriero spregiudicato, era nato in Russia e si era fatto presto strada nel mondo dell’illegalita’ e dello spionaggio, divenendo “l’asso delle spie”, “l’uomo che sapeva tutto”. Lavoro’, spesso facendo il doppio gioco, per servizi segreti russi, giapponesi, tedeschi e inglesi. Tra le sue missioni piu’ ambiziose, un colpo di stato in Russia contro i Bolscevichi.
Della sua vita e della morte, ancora avvolta nel mistero, Antonella Ferrera ne parla con il giornalista Carlo Benedetti, per anni inviato a Mosca dell’Unita’.

www.mediafire.com/?loejhywyyqd

01.12.2007 Muhammad Alì
Sono in molti a considerarlo il più grande pugile della storia della boxe. Appena ventiduenne, conquista la corona mondiale dei pesi massimi battendo in sette round il terribile Sonny Liston, “il pugile della mafia”. Spavaldo sino ad arrivare alla spacconeria, dotato di un enorme carisma anche mediatico, esercita un fascino immediato sul pubblico. E non fa parlare di se’ soltanto per le sue imprese sul ring, ma anche per il suo impegno nelle lotte condotte da Martin Luther King e Malcolm X, e per il suo rifiuto di partecipare alla guerra del Vietnam.
Colpito dal terribile morbo di Parkinson, Muhammad Alì ha commosso il mondo intero quando, alle Olimpiadi di Atlanta del 1996, ha acceso il braciere olimpico.

https://mega.co.nz/#!KVNCBYzR!Iuee…UaGlSHHNtTYe_FQ

08-12-2007 Napoli del ’44
E’ il 1943, quando l’ufficiale inglese Norman Lewis entra a Napoli con la Quinta Armata in piena guerra mondiale. La citta’ e’ devastata dai bombardamenti, dalla fame e dalle epidemie, ma a colpire il giovane ufficiale britannico e’ quella proverbiale e tutta partenopea arte dell’inventarsi la vita dal nulla, fatta di sottilissimi e fantasiosi imbrogli, come quello dello “zio di Roma”. Una citta’ che tentava di ricominciare una nuova vita, di ricostruirsi un’identita’ ormai smarrita sotto le macerie di una guerra implacabile.
Antonella Ferrera intervista lo scrittore partenopeo Erri De Luca, autore del racconto per voci dal titoli Morso di Luna Nuova, ambientato nella Napoli sconvolta dai bombardamenti.

www.mediafire.com/?zmwyydljjtv

15-12-2007 Arthur Koestler
Un caso tipico di intellettuale nato all’inizio del secolo nell’Europa continentale. Di origine ebrea ungherese, la sua prima passione fu il sionismo, che lo porto’ a vivere in un kibbutz in Palestina. Tornato in Europa divenne giornalista e poi membro segreto del partito comunista tedesco, e per suo conto lavoro’ in Unione Sovietica e Francia. Ma soprattutto fece tre spedizioni nella Spagna sconvolta dalla Guerra Civile. Lo fece come giornalista, ma non solo. In realta’ fu mandato li’ come spia comunista per combattere il franchismo.
www.mediafire.com/?n12wezmjmdz

22.12.2007 II Costruttore di Stelle
E’ il piu’ grande mistero su cui da sempre indaga l’umanita’, il tema principale di questa puntata de La Storia in Giallo: cosa c’e’ oltre la vita? E lo scrittore britannico Olaf Stapledon ha voluto trovare una risposta che oscilla tra realta’ e fantascienza, in un viaggio interstellare dove l’evoluzione immaginaria dell’uomo conduce in un mondo fantastico fatto di pianeti e di stelle parlanti. Dove l’ultimo gradino di questa evoluzione porta all’incontro con Dio.
Antonella Ferrera, in una conversazione a meta’ tra scienza, fantascienza, religione e filosofia, ospita il filosofo Giulio Giorello.

www.mediafire.com/?9epmyzob8zc

29.12.2007 Il caso Enzo Tortora
E’ il 17 Giugno del 1983, quando il noto presentatore Enzo Tortora, che con il suo “Portobello” raggiunge ascolti di 28 milioni di spettatori, viene arrestato. L’accusa e’ pesantissima: Associazione alla Nuova Camorra Organizzata finalizzata allo spaccio di droga.
Per Enzo Tortora e la sua famiglia e’ l’inizio di un incubo che si concludera’ dopo anni con l’assoluzione piena. Ma la vicenda giudiziaria ha profondamente segnato il fisico e la mente di Enzo Tortora, che il 18 maggio del 1988 muore. In molti sono convinti che il male che lo ha colpito sia strettamente legato al clamoroso errore giudiziario.

www.mediafire.com/?zmyqowmgy2c

 

05-01-2008 Miyamoto Musashi
Vissuto in Giappone a cavallo tra il XVI e il XVII Secolo e’ considerato il piu’ grande samurai della sua epoca. Ebbe il suo primo duello mortale all’eta’ di tredici anni, mentre a sedici anni prese parte alla leggendaria battaglia di Sekigahara. Venne sconfitto, e comincio’ una vita austera di guerriero errante, alla ricerca di duelli che gli avrebbero fatto guadagnare onore e gloria. Dopo piu’ di sessanta duelli, all’eta’ di cinquanta anni si ritiro’ a vita privata, dedicandosi all’insegnamento e alla letteratura. Scrisse il Libro dei cinque anelli, sintesi della sua esperienza di samurai. Il 19 maggio del 1645, si spense per sempre.
Antonella Ferrera intervista il maestro Yoshiaki Hirano, Settimo Dan Kioshi di Iaido e Ottavo Dan Kioshi di Kendo. Interprete dell’intervista e’ il medico Grazia Maria Francese, praticante di arti marziali da venti anni.
http://www.mediafire.com/listen/lxr3pa16dw…oto_Musashi.mp3

12-01-2008 Le Bestie di Satana
Nella notte fra il 23 e il 24 gennaio 2004, presso uno chalet immerso nei boschi di Golasecca in Provincia di Varese viene barbaramente uccisa, all’età di 27 anni, Mariangela Pezzotta. Colti in flagrante, vengono arrestati il suo ex fidanzato, Andrea Volpe, e la sua compagna, Elisabetta Ballarin. Le indagini che seguono portano alla scoperta di una setta satanica, Le Bestie di Satana, e fanno luce su altre scomparse sospette.
www.mediafire.com/?4yyjihmrmwb

19-01-2008 La Strage di My Lai
Il 16 marzo del 1968, la Compagnia Charlie dell’undicesima brigata americana fa irruzione nel villaggio di My Lai, Vietnam. A capo del reparto, il tenente William Calley esegue alla lettera gli ordine del suo superiore, il Generale Medina: neutralizzare il nemico uccidendo tutti. Centinaia di innocenti, tra donne, uomini, vecchi e bambini, vengono massacrati. Sulla strage di My Lai, piomba il silenzio, ma l’anno seguente la verita’ viene a galla e per il tenente Calley e i suoi uomini si aprono le sbarre del carcere.
Della strage di My Lai, della Guerra in Vietnam e delle ripercussioni che ebbe nella societa’ americana, Antonella Ferrera ne parla, in collegamento con gli Stati Uniti, con Vittorio Zucconi, inviato di Repubblica a Washington.
www.mediafire.com/?ejmzasynczy

26-01-2008 Il mostro di Firenze
E’ il 19 giugno del 1982, quando Paolo e Antonella, una giovane coppia in cerca di intimita’, si appartano in una campagna nel pressi di Baccaiano di Montespertoli, in Provincia di Firenze. I due giovani sanno di rischiare, perche’ in quelle zone si aggira un mostro. Che semina morte, sangue, terrore. Lo chiamano “Il Mostro di Firenze”. E Antonella e Paolo saranno le sue prossime vittime.
Gli inquirenti annaspano, seguono diverse piste, ma sono sempre costretti a rivedere le loro idee.
Le indagini sembrano prendere una piega positiva quando vengono fermati un anziano contadino di Mercatale, Pietro Pacciani, e i suoi compagni di merende. Ma ancora oggi, la vera identita’ del mostro non e’ stata ancora rivelata con certezza.
http://www.mediafire.com/listen/re8v9yxj7j…_di_Firenze.mp3

02-02-2008 Martin McGartland. Storia di un infiltrato dell’IRA
Martin McGartland e’ un irlandese cattolico che prima nutre simpatie per l’ IRA, poi finisce per lavorare per il governo inglese. Lavoro’ da infiltrato, sventando una serie di attentati. Il suo doppio gioco venne scoperto dall’IRA e riusci’ a salvarsi dalla sua esecuzione buttandosi da una finestra del terzo piano.
Ospite di Antonella Ferrera, la giornalista e scrittrice Silvia Calamati che si occupa della questione irlandese dal 1982.
www.mediafire.com/?byu1xrim1tm

09-02-2008 Fausto Coppi
E’ stato il piu’ grande ciclista di tutti i tempi. Lo dicono i numeri, lo confermano le numerose testimonianze di chi lo ha visto correre, scalare le vette piu’ impervie, tagliare i traguardi piu’ prestigiosi. Un uomo solo al comando, che ha acceso l’entusiasmo in un’Italia dilaniata dalla guerra, che ha diviso in due un paese nella piu’ accesa delle rivalita’, quella con l’altro fuoriclasse del pedale Gino Bartali. Un uomo solo anche quando per amore di Giulia Occhini, la Dama Bianca, ha messo in gioco la sua vita e la sua immagine di sportivo, che a distanza di decenni, pero’, rimane ancora intatta in tutta la sua grandezza. La morte se l’e’ portato via presto, quando aveva soltanto quarant’anni, colpito dalla malaria durante una corsa in Africa. E le polemiche su quello che andava fatto e non e’ stato fatto per salvargli la vita, ancora oggi non si sono placate.
http://www.mediafire.com/listen/ns04675idv…austo_Coppi.mp3

16-02-2008 Il Caso Mitchell
Memphis, Tennessee, 23 febbraio 1892. Si apre un processo destinato a diventare un evento. Alla sbarra, una ragazza di nome Alice Mitchell, accusata di aver ucciso la sua amica del cuore, Freda Ward. Non e’ un omicidio come tutti gli altri, pero’, perche’ il movente va ricercato nel passato delle due ragazze, innamorate, e pronte a tutto pur di sposarsi. La loro storia suscita uno scandalo senza precedenti nella societa’ puritana di Memphis. Alice Mitchell fu dichiarata insana di mente e fu ricoverata al Western Hospital di Bolivar, dove mori’, forse suicida, il 31 marzo del 1898.
www.mediafire.com/?cghh0lgzc3d

23-02-2008 La Battaglia delle Termopili
L’Ellade e’ sconvolta dall’esercito piu’ grande che la storia ricordi, quello persiano del divino Serse. C’e’ solo un modo per sconfiggerlo, attirarlo in un luogo angusto e stretto dove poter ingaggiare uno scontro alla pari. Alle Termopili la resistenza dei greci va avanti per giorni, ma e’ destinata a fallire. Non per Leonida e il suo esercito dei migliori, i leggendari Trecento. Tutti destinati ad una morte gloriosa.
www.mediafire.com/?jnxjv3zlhbr

1-03-2008 Torquato Tasso
E’ l’11 Marzo del 1579. A Ferrara, nell’Ospedale di Sant’Anna, viene condotto un paziente eccelso. E’ il cortigiano e storiografo Torquato Tasso, autore della Gerusalemme Liberata. E’ li’ perche’ negli ultimi tempi soffre di manie di persecuzione, e convinto di aver scritto un’opera eretica ha accusato se stesso e la corte estense al Tribunale dell’Inquisizione. Trascorrera’ sette anni all’Ospedale di Sant’Anna. Una volta libero, si trasferira’ a Roma, vivendo nel riflesso di un’opera, la Gerusalemme Liberata, che gli ha dato l’immortalita’. Antonella Ferrera intervista lo storico del Medioevo Franco Cardini.
La voce di Torquato Tasso e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?mjoju1m00g5

08-03-2008 La Dalia nera
Il 15 gennaio del 1947 Los Angeles e’ sconvolta dal ritrovamento del cadavere di una donna. Quello che rimane di Elisabeth Short e’ un corpo troncato di netto con un taglio sulla bocca da orecchio a orecchio. Gli investigatori brancolano nel buio, mentre sono tanti i mitomani che in cerca di celebrita’ si autoaccusano dell’efferato delitto. Ma ad oggi quello della morte della Dalia Nera resta ancora un mistero. Anronella Ferrera intervista Diego Giuliani, autore insieme a Sabrina Ramacci del libro Hollywood Criminale.
La voce della Dalia Nera e’ quella di Emanuela Rossi
www.mediafire.com/?tlz9q523elx

15-03-2008 Robert Louis Stevenson
Bournemouth, Inghilterra, settembre 1885. Lo scrittore Louis Stevenson ha perso l’ispirazione e vive i suoi giorni in cerca di un’idea, che arriva di notte, nel sogno. E’ cosi’ che nasce Lo Strano Caso del Dottor Jeckill e Mr. Hide, uno dei capolavori della letteratura mondiale. Sospeso tra realta’ e finzione, il racconto oscilla tra luci ed ombre dell’animo umano.
Antonella Ferrera intervista il Direttore di Rai Notte Gabriele La Porta.
La voce di Louis Stevenson e’ quella di Alberto Rossatti.
http://www.mediafire.com/listen/hvd5q4n1n3…l_e_Mr_Hide.mp3

22-03-2008 Paolo Borsellino
A meno di due mesi dalla strage di Capaci, dove persero la vita il Giudice Falcone, sua moglie Francesca Morvillo e tre uomini della scorta, anche Paolo Borsellino entra nel mirino delle cosche. Il 19 luglio del 1992, in Via D’Amelio a Palermo, il giudice viene fatto saltare in aria davanti all’abitazione della madre. Un duro colpo per la lotta alla mafia. Antonella Ferrera intervista il Commissario Manfredi Borsellino, figlio del giudice ucciso dalla mafia.
La voce di Paolo Borsellino e’ quella di Giovanni Guardiano.
www.mediafire.com/?zfnm51fll0y

29-03-2008 Colette
Andre’ Obey scrisse di lei che era un grand’uomo, ma chi fu veramente Colette, considerata dai francesi un vero e proprio mito? Nella sua lunga vita ha svolto i mestieri piu’ disparati che spesso fecero discutere l’opinione pubblica del suo tempo. Recito’ a petto nudo in teatro, commercio’ in cosmetici, e come sport amava praticare la boxe. Fu autrice di decine di libri di altissimo livello, con uno stile tutto suo e una raffinata musicalita’ difficilmente traducibile nelle altre lingue. Protagonista di tormentate storie d’amore, sia con uomini che con donne, sconvolse non poco gli ambienti colti della Belle Epoque parigina. Antonella Ferrera intervista la studiosa di lingua e letteratura francese Daria Galateria.
www.mediafire.com/?gm3djbmna5f

5-04-2008 Michelangelo Merisi
E’ il 10 luglio del 1610, quando Michelangelo Merisi da Caravaggio, si spegne sulla spiaggia della Feniglia, a Porto Ercole. La sua morte e’ ancora oggi un mistero, malaria od omicidio? Forse non si sapra’ mai, di certo il Caravaggio e’ morto come ha vissuto. In fuga. Dalla peste, quando era soltanto un bambino. Da Roma, quando uccise un uomo. Da Malta, quando trasgredi’ le regole dell’Ordine dei Cavalieri. Se la sua morte resta ancora avvolta dall’ombra, non si puo’ dire lo stesso della luce delle sue opere, dei veri e propri capolavori, anche se a quel tempo fecero discutere non poco. Come modelli dei suoi dipinti, infatti, sceglieva spesso prostitute, gente di strada, e anche dei cadaveri. Un Genio Maledetto.
Antonella Ferrera intervista Andrea Purgatori, sceneggiatore di Caravaggio, film Tv diretto da Angelo Longoni.
www.mediafire.com/?ymjbx0t2jwc

12-04-2008 Massacro alla Columbine
Il 20 Aprile del 1999, anniversario della nascita di Adolf Hitler, due studenti, Eric Harris e Dylan Klebold, entrano nella loro scuola di Denver, Colorado, armati dalla testa ai piedi. In preda al delirio fanno fuoco sui loro compagni, uccidendone dodici, piu’ un’insegnante. Sotto accusa finisce il mercato americano delle armi, ma anche la rock star Marylin Manson, colpevole, secondo i delatori, di ispirare alla violenza con la sua musica. Sulla tragedia rimangono tanti punti di domanda, ma e’ difficile trovare risposta a gesti apparentemente cosi’ insensati. I due ragazzi, terminata la strage, si tolsero la vita a vicenda.
Antonella Ferrera intervista il Sociologo Domenico De Masi.
La voce di Mark Harris, fratello di uno dei due ragazzi, e’ quella di Francesco Pannofino.
www.mediafire.com/?3wgwyn2s33f

19-04-2008 Nostradamus
Considerato uno dei piu’ grandi scrittori di profezie della storia, Michel de Notre-Dame e’ stato anche astrologo e farmacista. La sua fama ancora oggi non accenna a diminuire, i suoi sostenitori gli hanno attribuito decine di profezie, tra cui la predizione della Rivoluzione Francese, dell’ascesa di Napoleone e di Hitler, dell’invenzione della bomba atomica. I suoi detrattori, invece, giudicano le sue profezie come esempi di chiaroveggenza retroattiva: le sue quartine, infatti, possono essere interpretate solo dopo che l’evento sia realmente accaduto.
Nostradamus ebbe successo anche al suo tempo, quando riusci’ a prevedere la morte di Enrico II di Francia, la regina Caterina de Medici lo invito’ alla sua corte.
Antonella Ferrera intervista lo scrittore Valerio Evangelisti, autore di Magus, una trilogia dedicata a Nostradamus di prossima riedizione Oscar Mondadori.
www.mediafire.com/?4dyttsonyoy

26-04-2008 Everest. La tragedia del 1996
Nella Primavera del 1996, sull’Everest, si registra l’ennesima tragedia della montagna. Dopo aver scalato la cima, infatti, una perturbazione coglie impreparati alcuni alpinisti, tra cui il giornalista Jon Krakauer, l’esperto scalatore Rob Hall e la famosa guida Anatolij Bukrev, che con un’azione eroica e al limite delle capacita’ umane riusci’ a rendere meno drammatico l’esito di una spedizione poi definita maledetta. Maledizione che non risparmiera’ Anatolij Bukrev qualche anno piu’ tardi, quando trovera’ la morte durante la scalata dell’Annapurna insieme allo scalatore italiano Simone Moro, quest’oggi ospite di Antonella Ferrera. Parlera’ di Bukrev, della spedizione in cui ha trovato la morte, della medaglia d’oro al valore civile conferitagli dal Presidente Emerito della Repubblica Carlo Azeglio Ciampi e ha ricevuto il premio Fairplay dell’UNESCO.
www.mediafire.com/?zszyj2qhnod

3-05-2008 Carlo Magno
Con una serie di fortunate campagne militari riusci’ a estendere il Regno dei Franchi e dopo essere stato incoronato dal Papa la notte di Natale dell’800, divenne Imperatore dell’Impero Carolingio. Un’ascesa incredibile che ha fatto di lui un emblema della Storia del Medioevo, anche e soprattutto grazie alle riforme che portano il suo nome e che ancora oggi, in un Europa volta all’unificazione, ci appaiono molto attuali.
Antonella Ferrera intervista il Medievista Franco Cardini.
www.mediafire.com/?4nu2amtj1jy

10-05-2008 Peppino Impastato
Nella notte tra l’8 e il 9 maggio del 1978, a Cinisi, sulla costa palermitana, un ordigno esplode nel tratto ferroviario Palermo-Trapani. Un giovane militante di sinistra trova una tragica morte: è Giuseppe Impastato. Sono gli anni delle BR. Gli inquirenti non hanno dubbi: Peppino è morto nel goffo tentativo di organizzare un attentato dinamitardo. Ma è una menzogna. A volerlo morto e’ il boss mafioso Gaetano Badalamenti.
Non ha perdonato a Peppino Impastato le irriverenti denunce partite dai microfoni di Radio Aut, una piccola stazione radiofonica indipendente. A trent’anni dal suo brutale assassinio, “La Storia in giallo” rende omaggio a Peppino Impastato, diventato ormai figura simbolo della lotta alla mafia. Antonella Ferrera intervista Claudio Fava, giornalista, scrittore e autore insieme a Monica Zappelli e Marco Tullio Giordana della sceneggiatura del film “I Cento Passi”.
www.mediafire.com/?gd1xxktwvny

17-05-2008 Bram Stoker
La leggenda vuole che il creatore di Dracula abbia tratto ispirazione per il suo capolavoro durante un incubo notturno dovuto ad una indigestione di gamberi, ma forse la realta’ e’ decisamente diversa. Di certo la vita di Bram Stoker e’ fortemente legata all’attore Henry Irving, con il quale ebbe un rapporto di amicizia straordinaria. Ma sono anche altre le personalita’ che hanno avuto un ruolo nella sua esistenza, da Oscar Wilde ad Arthur Conan Doyle. E soprattutto il professore ungherese Arminius Vanbéry: fu lui a raccontargli per la prima volta la storia del Conte Vlad, meglio noto come Dracula. Antonella Ferrera intervista il giornalista e conduttore radiofonico Luca Crovi
www.mediafire.com/?3dnhnzdhegn

24-05-2008 I coniugi rapiti dagli alieni
Nel settembre del 1961, i coniugi americani Barney e Betty Hill, tornano da una vacanza in Canada. Tutto sembra tranquillo, ma i due cominciano ad avere degli incubi notturni apparentemente inspiegabili. Decidono di ricorrere all’ipnosi e dai loro racconti emerge una realta’ sconvolgente. Entrambi ricordano di essere stati rapiti dagli alieni durante il loro ritorno dal Canada. Abducted, e’ questo il termine che indica le persone, tantissime, che raccontano di essere entrate in contatto con entita’ aliene.
Antonella Ferrera intervista Roberto Pinotti, Presidente del C.U.N., Centro Ufologico Nazionale.
www.mediafire.com/?modv4tx1zn1

31-05-2008 Il mastino di New York
Strillone prima, lustrascarpe e netturbino poi, Joe Petrosino e’ il primo detective d’origine italiana a entrare nel “Bureau of Investigation”, il prestigioso ufficio al quale fanno capo i migliori detective di New York.
Al comando dell'”Italian Legion”, un pugno di poliziotti italo-americani, dichiara guerra alla famigerata Mano Nera: e’ una lotta senza esclusione di colpi. Ma non e’ sufficiente. Il 9 febberaio del 1909, s’imbarca alla volta dell’Italia: destinazione Palermo. La sua e’ una missione delicata, rischiosa: recidere i tentacoli che la mafia ha cominciato a stendere sugli Stati Uniti tagliando i collegamenti tra i boss siciliani e i cugini d’oltreoceano della Mano Nera: e’ l’ultima avventura di un personaggio leggendario…
La sera del 12 marzo 1909, a Palermo, in Piazza Marina, viene freddato a colpi di revolver.
Antonella Ferrera intervista il giornalista e sceneggiatore Massimo Di Martino
www.mediafire.com/?py2ettydmiu

7-06-2008 Jean-Eugene Robert Houdin
E’ il prestigiatore al cui nome si e’ ispirato il grande Houdini. Fu un mago straordinario, che si servi’ della scienza e della tecnica per i trucchi piu’ sorprendenti, come le macchine parlanti o le capacita’ di far vedere a un uomo bendato o di togliere le forze ad un energumeno, automi incredibili come l’anatra di Vancasson. Raggiunse una tale fama che venne addirittura fatto chiamare da Napoleone III in persona per una missione diplomatica in Algeria, divenendo cosi’ il primo e forse unico politico illusionista della storia.
Antonella Ferrera intervista il sociologo delle religioni Massimo Introvigne.
www.mediafire.com/?jnnj26ltjmn

14-06-2008 Carlos Lo Sciacallo
Vienna, 1975, conferenza dell’OPEC. Un commando del Fronte Popolare per la Liberazione della Palestina rapisce i ministri dei principali paesi esportatori di petrolio. A guidare i rivoluzionari è Ilich Ramirez Sanchez, il terrorista internazionale entrato nell’immaginario collettivo col nom de guerre di “Carlos lo Sciacallo”. Tra anni settanta e ottanta, firma attentati sanguinosi in Medioriente ed Europa, abbandonando il Fronte e dando il via ad una lunga carriera da mercenario.
Una condanna all’ergastolo, da scontare in un carcere francese di massima sicurezza, pone fine alle sue scorrerie, ma Carlos continua a vivere nella leggenda.
Antonella Ferrera intervista il giornalista Salvo Mazzolini, inviato per Il Giornale da Berlino.
http://www.mediafire.com/listen/shemsmln7j…o_sciacallo.mp3

27-09-2008 Totò Riina
La sua scalata ai vertici di Cosa Nostra ha lasciato dietro di se’ una lunga scia di sangue e dolore. Tanti, troppi gli uomini di Stato che hanno perso la vita per combatterlo e consegnarlo alla giustizia.
Ma alla fine per Toto’ u curtu, come lo chiamavano per la sua bassa statura, si sono finalmente aperte le porte del carcere dopo una latitanza durata decenni. Dalla sua giovinezza, sconvolta dalla morte del padre, alla sua amicizia con Bernardo Provenzano e al matrimonio con Ninetta Bagarella, fino agli attentati dell’estate del 1992 e alla sconfitta finale, La Storia in Giallo ripercorre cinquant’anni di storia del nostro paese.
Antonella Ferrera ospita il giornalista e scrittore Attilio Bolzoni, autore con Giuseppe D’Avanzo del libro Il capo dei capi edito da Rizzoli.
La voce di Toto’ Riina e’ quella di Ninni Bruschetta
www.mediafire.com/?2yukw2tvc0y

4-10-2008 Charles Darwin

Pubblico’ “L’origine delle specie” nel 1859, ma gia’ da molti anni Darwin aveva elaborato la sua teoria. Tutto era cominciato il 27 Dicembre del 1831 a bordo del Beagle, dove si era imbarcato come naturalista di bordo. Vi rimase cinque anni, durante i quali raccolse dati e reperti, analizzo’ fossili e campioni di plankton, catalogo’ esseri animali e vegetali. Finche’ non giunse alla conclusione della sua teoria evoluzionistica. Una teoria che all’epoca suscito’ scalpore e che tutt’oggi continua a far parlare di se’.
Antonella Ferrera ne parla con il matematico e polemista Piergiorgio Odifreddi.
La voce di Charles Darwin e’ quella di Francesco Meoni.
www.mediafire.com/?7t3gfrgjfr3cqi9

11-10-2008 Henry Clay Frick
Prima nella produzione del carbon Coke, poi dell’acciaio, divenne uno degli americani piu’ ricchi di sempre. Prima socio, poi rivale acerrimo di un altro magnate dell’acciaio, Andrew Carnegie, deve il suo successo pero’ ad azioni discutibili, come in occasione di numerosi scioperi e proteste dei suoi operai finiti nel sangue dopo l’intervento dei Pinkerton. Un imprenditore severo e senza scrupoli, che e’ stato pero’ sfortunato nella sua vita privata. Fu proprio la morte prematura della sua figlioletta Martha, che lo convinse a dedicarle una galleria d’arte ancora oggi visitabile e una delle maggiori attrazioni di New York.
Antonella Ferrera ospita il giornalista e scrittore Corrado Augias, che ha dedicato un capitolo del suo libro I Segreti di New York a Henry Clay Frick.
La voce di Henry Clay Frick e’ quella di Francesco Pannofino.
LIBRI CONSIGLIATI
Meet You in Hell di Les Stendiford, Three Rivers Press
www.mediafire.com/?ry5myynytdk

18-10-2008 Cesare Lombroso
Antropologo e criminologo, precursore degli studi sulla criminalita’, basava le sue teorie sull’antica dottrina della fisiognomica. Attraverso la misurazione della forma e delle dimensioni del cranio di molti criminali, giunse alla conclusione che si era indotti al crimine attraverso tratti ereditari. Se la sua teoria e’ da considerarsi oggi totalmente infondata, la sua metodicita’ e la sua abnegazione allo studio, alla classificazione e all’analisi, fanno di Cesare Lombroso uno studioso unico nel suo genere. Di recente riapertura e’ il Museo di Antropologia Criminale di Torino, voluto e fondato dallo stesso Lombroso. Accanto alla sua scrivania, il suo scheletro. Anche la morte, oltre alla vita, ha voluto dedicarla alla scienza.
Antonella Ferrera intervista lo scrittore e studioso Luigi Guarnieri, che ha dedicato un libro a Cesare Lombroso, interpretato per La Storia in Giallo da Francesco Pannofino.
LIBRI CONSIGLIATI
L’Atlante Criminale. Vita Scriteriata di Cesare Lombroso di Luigi Guarnieri, Bur 2007
www.mediafire.com/?zmjluyyid3n

25-10-2008 Cesare Mori – Il Prefetto di ferro
Cesare Mori si oppose allo squadrismo fascista quando ricopriva la carica di Prefetto di Bologna, cadendo in disgrazia, ma la sua fama di uomo energico e risoluto sopravvisse, tanto che fu lo stesso Mussolini a nominarlo Prefetto di Palermo e a dargli il difficile incarico di debellare la mafia in Sicilia. Attuo’ una vasta repressione contro mafiosi e briganti dell’isola, compiendo rastrellamenti a tappeto e arrestando un gran numero di latitanti spesso con metodi durissimi che gli valsero l’appellativo di Prefetto di Ferro. La sua azione, pero’, era destinata a subire una battuta d’arresto. Dopo aver scoperto legami tra mafia e politica, venne congedato.
Antonella Ferrera intervista lo storico e scrittore Arrigo Petacco. La voce del Prefetto di Ferro e’ quella di Francesco Pannofino.
LIBRI CONSIGLIATI
Il Prefetto di Ferro di Arrigo Petacco, Mondadori 1975
www.mediafire.com/?t1yh2zlty2z

1-11-2008 Guyana 1978. Suicidio di massa
Foresta della Guyana, 1978. I seguaci della setta del Tempio del Popolo seguono fino alle sue estreme conseguenze il credo del carismatico reverendo Jim Jones. Di fronte alle pressioni del governo americano, che intende mettere fine al regime di terrore e follia di Jones, i fanatici membri della congrega decidono di fuggire in un luogo in cui nessuno potra’ mai raggiungerli. Ed e’ proprio li’, che ad adulti e bambini viene somministrato un liquido letale, il cianuro; e’ uno dei suicidi di massa piu’ agghiaccianti del XX secolo.
Antonella Ferrera intervista Massimo Introvigne, sociologo, storico e scrittore e fondatore del CESNUR, il Centro Studi per le nuove religioni.
La voce di Jim Jones e’ quella di Mario Bombardieri
www.mediafire.com/?mmxyg0g5wvd

8-11-2008 Karen Blixen

La sua vicenda nel Continente Nero ha ispirato un film di grande successo, La Mia Africa di Sydney Pollak, ma la vita di Karen Blixen non e’ solo questa. Scrittrice e pittrice danese, raggiunse il successo pubblicando un libro di racconti, Sette Storie Gotiche, con lo pseudonimo di Isak Dinesen. Proprio la sua scelta di usare pseudonimi alimento’ nella critica i sospetti che non tutto venisse scritto da lei, ma la sua abilita’ di descrivere le sue storie con chiarezza e con uno stile unico, ne fa una delle artiste piu’ amate del nostro tempo, tanto che anche Orson Welles e altri registi di Hollywood trassero ispirazione dai suoi racconti.
Antonella Ferrera intervista Luca Scarlini, che oltre ad occuparsi di drammaturgia contemporanea e letteratura comparata, ha realizzato un adattamento di uno dei racconti piu’ significativi di Karen Blixen, Tempeste.
La voce di Karen Blixen e’ quella di Emanuela Rossi
www.mediafire.com/?y1onyd4mrwd

15-11-2008 Il progetto Manhattan
E’ il programma di ricerca condotto dagli Stati Uniti durante la seconda guerra mondiale che ha portato alla realizzazione della prima bomba atomica. Al fisico Robert Oppenheimer venne affidata la direzione scientifica e al Generale Leslie Groves quella militare. Il 16 Luglio del 1945 la bomba venne testata e fatta esplodere nel New Mexico, per venire utilizzata poi in azione di guerra, prima a Hiroshima, poi a Nagasaki, provocando la morte di decine di migliaia di civili.
Del progetto Manhattan, della questione etica che ne consegue, Antonella Ferrera ne parla in collegamento telefonico da Washington con il giornalista inviato Vittorio Zucconi.
La voce di Robert Oppenheimer e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?avtogzmwn40

22-11-2008 Ferdinando Magellano
E’ stato il primo navigatore a circumnavigare il globo terrestre. La spedizione che sarebbe passata alla storia parti’ da Siviglia il 10 Agosto del 1519 per tornare quasi tre anni con soli diciotto superstiti degli oltre trecento uomini partiti. Tra loro non c’era Ferdinando Magellano, morto a seguito di una rivolta degli indigeni dell’isola di Mactan. Sono in molti, pero’, ad ipotizzare che dietro la morte del grande navigatore portoghese ci sia un mistero non ancora svelato.
Antonella Ferrera intervista lo storico medievista Franco Cardini.
La voce di Ferdinando Magellano e’ quella di Francesco Pannofino.
http://www.mediafire.com/listen/mwmb87bd77…o_Magellano.mp3

29-11-2008 Una storia di violenza
Sadie e’ una donna apparentemente normale, ma la ricomparsa di sua figlia, nata in seguito ad una violenza carnale e poi abbandonata, la costringe a scontrarsi con un passato che aveva pensato di aver dimenticato. Antonella Ferrera intervista la psicologa, psicoterapeuta ed esperta in sessuologia clinica Paola Matteucci. Propone inoltre un’intervista realizzata a Jane Elliot, autrice del libro Diario di un’adolescenza rubata.
La voce di Sadie e’ quella di Emanuela Rossi.
www.mediafire.com/?yundkttq0ym

6-12-2008 Michele Sindona
Banchiere ambiguo, personaggio influente, compro’ diverse banche del mondo e fondo’ migliaia di societa’ finanziarie. La sua scalata al successo pero’ era destinata a finire. Venne arrestato per bancarotta fraudolenta e condannato per l’omicidio di Giorgio Ambrosoli, liquidatore delle sue banche. Dalle indagini nei suoi confronti emersero contatti con la Massoneria, il Vaticano, la mafia, la P2. Mori’ il 22 Marzo del 1986 dopo un malore avuto nel supercarcere di Voghera. La causa del decesso fu un caffe’ al cianuro, ma se si tratti di un suicidio o di un omicidio, ancora oggi resta un mistero.
Antonella Ferrera intervista lo scrittore e autore Carlo Lucarelli.
La voce di Michele Sindona e’ quella di Ninni Bruschetta
www.mediafire.com/?onjk22ddd3d

13-12-2008 Lucky Luciano
Nome d’arte di Salvatore Lucania, Lucky Luciano e’ il piu’ grande padrino della storia della mafia italo americana. Siciliano, emigrato all’inizio del Novecento negli Stati Uniti, governera’ Cosa Nostra da padrone incontrastato grazie alla ferocia di spietati gangster e al genio della sua mente criminale.
Antonella Ferrera intervista lo storico e scrittore Giuseppe Carlo Marino, che a Lucky Luciano ha dedicato un capitolo del suo libro “I Padrini” edito da Newton Compton Editori.
La voce di Lucky Luciano e’ quella di Ninni Bruschetta
LIBRI CONSIGLIATI
I Padrini di Giuseppe Carlo Marino, Newton Compton Editori.
www.mediafire.com/?jtzjmw5myyd

20-12-2008 Florence Nightingale
Deve il suo nome al luogo di nascita, Firenze, nel maggio del 1820. Donna diventata paladina dei diritti civili, soprannominata la signora con la lampada, fondatrice dell’infermeria moderna, fu la prima ad applicare il metodo scientifico all’assistenza infermieristica attraverso scienze moderne della sua epoca, come la statistica. Fu inoltre sua l’idea di un’organizzazione di ospedali da campo nel luoghi sconvolti dalle guerre, idea che avrebbe portato alla nascita della Croce Rossa Internazionale.
Antonella Ferrera intervista Marcello Flores, che insegna Storia Contemporanea alla facolta’ di Lettere dell’Universita’ di Siena, dove dirige il Master in Human Rights and Humanitarian Action.
La voce di Florence Nightingale e’ quella di Emanuela Rossi.
http://www.mediafire.com/listen/vd32r8i0l9…Nightingale.mp3

27-12-2008 L’epopea di Gilgamesh
E’ primo poema epico della storia dell’umanita’, che risale agli antichi sumeri, un viaggio tra mito e realta’. Gilgamesh, re della citta’ di Uruk affronta un viaggio in compagnia del compagno Enkidu, superando avventure di ogni genere alla ricerca del segreto dell’immortalita’. Sono molte le affinita’ del poema con i testi biblici e con l’epica classica; i temi affrontati, infatti, erano molto diffusi nell’antichita’ e testimoniano i rapporti culturali tra i popoli antichi.
Antonella Ferrera intervista il filosofo della scienza Giulio Giorello.
La voce di Gilgamesh e’ quella di Francesco Pannofino
LIBRI CONSIGLIATI
Prometeo, Ulisse, Gilgamesh, Figure del Mito di Giulio Giorello, Raffaello Cortina Editore.
www.mediafire.com/?tyfxozrkzwe

 

3/1/2009 Mauro Rostagno
Tra i fondatori del movimento politico Lotta Continua, Mauro Rostagno e’ morto il 26 settembre del 1988, crivellato a colpi di fucile mentre si recava nella Comunita’ Saman, a Trapani, comunita’ per il recupero di tossicodipendenti voluta da lui e dal suo amico Francesco Cardella. Giornalista scomodo, scopri’ un traffico d’armi che vedeva coinvolta la mafia. Forse fu in quell’occasione, che firmo’ la sua condanna a morte.
Antonella Ferrera intervista l’amico di Rostagno, il giornalista Enrico Deaglio.
La voce di Mauro Rostagno e’ quella di Francesco Meoni
www.mediafire.com/?qtgfn5nzm3t

10/1/2009 Il Marchese De Sade. Storia di un libertino
“Tra non molto si sentirà parlare nuovamente delle efferatezze del Marchese de Sade…Questa settimana ha sollecitato una nota mezzana parigina, perché gli fornisse delle ragazze. La donna, sapendo bene di che cosa è capace si e’ rifiutata, e di certo lui si sarà rivolto ad altre meno scrupolose…”
Con queste parole l’ispettore Marais descrive le abitudini del marchese De Sade, scrittore, filosofo e aristocratico francese, autore di diversi libri erotici. Dopo aver partecipato alla guerra dei sette anni aveva sposato la figlia di un ricco magistrato, ma poco dopo aveva iniziato a creare scandali abusando di giovani prostitute e di domestici di entrambi i sessi. Fu condannato a morte ma la sua esecuzione venne sospesa.
Antonella Ferrera intervista Daria Galateria, che insegna letteratura francese all’Universita’ La Sapienza di Roma.
La voce del marchese De Sade e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?miiazwzy1bm

17/1/2009 Hiram Bingham e le città perdute degli Incas
Originario delle isole Hawaii, divenne professore di storia e insegno’ prima ad Harward, poi a Princeton. Divenne poi esploratore e nel 1011, durante una missione, scopri’ la meravigliosa citta’ inca di Machu Picchu, nelle Ande Peruviane. La scoperta che lo ha reso famoso in tutto il mondo, tanto da ispirare figure del cinema come Indiana Jones, e’ narrata nel suo libro La Citta’ Perduta degli Inca.
Antonella Ferrera intervista Raul Cabrera giornalista peruviano di Radio Vaticana.
La voce di Hiram Bingham e’ quella di Francesco Pannofino.
LIBRI CONSIGLIATI
La citta’ perduta degli Inca, di Hiram Bingham, Newton & Compton Editori.
www.mediafire.com/?mtzrihtt5yz

24/1/2009 Enrico Mattei
Il 27 Ottobre del 1962 il Morane Saulnier 760 di Enrico Mattei pronto ad atterrare a Linate proveniente da Catania, precipita a Bascape’, in Provincia di Pavia. Nell’incidente muoiono Enrico Mattei, Presidente dell’Eni, l’esperto pilota Irnerio Bertuzzi, e io giornalista americano William McHale. Sulle cause che avrebbero provocato l’incidente, sono state fatte numerose ipotesi, e ad oggi dietro la morte di Enrico Mattei, uno dei personaggi piu’ importanti dell’Italia del dopoguerra seppur tra luci ed ombre, aleggia fitto un alone di mistero.
Antonella Ferrera intervista il giornalista e scrittore Carlo Maria Lomartire.
La voce di Enrico Mattei e’ quella di Francesco Pannofino
www.mediafire.com/?dux2j3vjgj2

31/1/2009 Anabasi
E’ la storia dei diecimila narrata da Senofonte. Un’armata di mercenari greci assoldata da Ciro il Giovane per sconfiggere il fratello Artaserse e impossessarsi del trono persiano. Una spedizione che pero’ avrebbe perso di significato a causa della prematura morte di Ciro, diecimila uomini costretti a marciare in territorio nemico nel tentativo di tornare in patria, costretti a combattere contro popolazioni sconosciute e terrificanti.
Antonella Ferrera intervista l’archeologo e scrittore Valerio Massimo Manfredi, che all’Anabasi di Senofonte si e’ ispirato per il suo romanzo L’Armata Perduta, edito da Mondadori.
La voce di Senofonte e’ quella di Francesco Pannofino
LIBRI CONSIGLIATI
Anabasi a cura di Valerio Massimo Manfredi, Rusconi.
L’Armata Perduta di Valerio Massimo Manfredi, Mondadori.
www.mediafire.com/?tg2jjwnjnog

07/02/2009 Salvatore Giuliano. Il Re di Montelepre
E’ il 1 Maggio del 1947 quando presso la Piana degli Albanesi, in Provincia di Palermo, si consuma la strage di Portella della Ginestra. Sotto accusa, finiscono il bandito Giuliano e la sua banda…
Una vita trascorsa nella latitanza quella del bandito Giuliano, una vita conclusa con il suo assassinio il 5 luglio del 1950, vicenda su cui ancora oggi gli studiosi cercano di fare luce. Ufficialmente ad ucciderlo sarebbe stato Gaspare Pisciotta, ma sulla sua morte esistono diverse e contrastanti versioni.
Antonella Ferrera intervista lo storico Giuseppe Casarrubea, figlio di un dirigente sindacale ucciso a Partinico proprio dalla banda di Salvatore Giuliano.
La voce di Salvatore Giuliano e’ quella di Ninni Bruschetta.
LIBRI CONSIGLIATI
Salvatore Giuliano. Morte di un capobanda e dei suoi luogotenenti di Giuseppe Casarrubea, Franco Angeli Editore
www.mediafire.com/?zyxioimwjew

14/02/2009 Una storia di psicanalisi
Da Rauda Jamis, scrittrice e psicoterapeuta, il racconto critico ma appassionato di una vita vissuta all’insegna della psicanalisi. Un’esperienza autobiografica, in cui lo sguardo della professionista si alterna a quello di chi ha sperimentato sulla propria pelle gioie e dolori di un faticoso percorso di ricerca interiore. Antonella Ferrera ha incontrato la scrittrice durante la presentazione del suo libro Alice nel paese degli psicanalisti e ha raccolto una significativa intervista che La Storia in Giallo ripropone con la voce di Emanuela Rossi, l’attrice che interpreta il personaggio di Alice nella parte sceneggiata.
LIBRI CONSIGLIATI
Alice nel paese degli psicanalisti di Rauda Jamis, La Lepre Edizioni
www.mediafire.com/?4in4zdnvmk3

21/02/2009 Manfred Von Richthofen – Il Barone Rosso
E’ stato l’asso degli assi dell’aviazione tedesca durante la prima guerra mondiale. Consegui’ un tale numero di vittorie nei cieli, da diventare il prototipo dell’eroe moderno, la figura di aviatore a cui si sarebbero ispirati migliaia di giovani pionieri dei cieli. La storia lo avrebbe ricordato come il Barone Rosso, per via del suo Fokker dipinto tutto di rosso. E quando raggiunse l’apice della popolarita’, il suo destino era gia’ scritto. Nell’aprile del 1918, a tre mesi dalla fine del conflitto, il suo aereo venne abbattuto. Avrebbe ricevuto onori e gloria, anche da parte dei nemici, che ne avrebbero riconosciuto per sempre l’impareggiabile grandezza.
Antonella Ferrera intervista Gregory Alegi che insegna Storia dell’Aviazione all’Accademia Aeronautica ed e’ redattore della rivista Dedalo News.
La voce del Barone Rosso e’ quella di Francesco Pannofino
www.mediafire.com/?2nmqmmnnnzr

28/02/2009 Carl Gustav Jung
Allievo di Sigmund Freud, si allontano’ in maniera definitiva dalle sue idee dopo un lungo processo interiore che culmino’ con la pubblicazione, nel 1912, di “La Libido: simboli e trasformazioni”. Non piu’ la ricerca analitica dalla storia personale del singolo paziente, ma dalla storia della collettivita’ umana. Non piu’ l’inconscio individuale, ma anche e soprattutto l’inconscio collettivo.
Una delle figure piu’ importanti del secolo scorso, Carl Gustav Jung coltivava anche una vera passione per l’alchimia.
Antonella Ferrera intervista lo psicanalista Claudio Rise’
la voce di Carl Gustav Jung e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?4cqymmunijv

7/3/2009 Galileo Galilei
Siamo agli inizi del XVII secolo. La Chiesa cattolica, minacciata dalla riforma protestante, pretende una ferrea aderenza ai suoi dettami.
Chi si schiera contro i suoi dogmi rischia di finire davanti all’Inquisizione e assaggiare le fiamme purificatrici del rogo.
Ma c’e’ chi, spinto da una inesauribile sete di conoscenza, sapra’ andare oltre la paura per mettere in dubbio anche il piu’ inviolabile dei dogmi.
Il suo nome e’ Galileo Galilei, l’uomo che osera’ contestare la centralità della Terra nella visione cosmica, difendendo a spada tratta le teorie copernicane.
Accusato di voler sovvertire la filosofia naturale aristotelica e le Sacre Scritture, Galileo sara’ condannato come eretico dalla Chiesa cattolica e costretto all’abiura delle sue concezioni astronomiche. Trascorrera’ il resto della vita in isolamento, ma con la consapevolezza di aver promosso una nuova epoca per tutta l’umanita’.
Antonella Ferrera intervista l’astrofisica Margherita Hack
La voce di Galileo Galilei e’ quella di Alberto Rossatti.
www.mediafire.com/?eizltnvdzz0

14/3/2009 Le stragi di Charles Manson
Nell’estate del 1969 Los Angeles e’ sconvolta da una lunga scia di sangue. Il 9 Agosto a Cielo Drive trovano la morte la giovane moglie del regista Roman Polanski, Sharon Tate, il figlio che portava in grembo, e i suoi amici Jay Sebring, Abigail Folger e Wojiciech Frykowski.
Il giorno dopo vengono massacrati i coniugi La Bianca, proprietari di una drogheria. Il rituale macabro e le scritte col sangue lasciate nei luoghi del delitto, come Helter Skelter e Death to Pigs, indirizzano gli inquirenti su una pista ben precisa che porta a Charles Manson e alla sua setta satanica.
Antonella Ferrera intervista il criminologo Ruben De Luca.
La voce di Charles Manson e’ quella di Francesco Pannofino.
LIBRI CONSIGLIATI
I Serial Killer di Vincenzo Mastronardi e Ruben De Luca, Newton Compton Editori
Omicida e artista di Ruben De Luca, Newton Compton Editori
Helter Skelter. Storia del caso Charles Manson di Vincent Bugliosi, Mondadori
www.mediafire.com/?zizzdjzymkn

21/3/2009 1972. La strage di Monaco
Mentre il mondo vibra sotto gli attacchi terroristici che palestinesi e israeliani sferrano l’uno contro l’altro, la Germania è in fermento perché a settembre ospiterà la ventesima edizione delle Olimpiadi dell’era moderna. 7121 atleti di 121 differenti nazioni sono pronti a sfidarsi in 21 discipline.
Avrebbe voluto partecipare anche una delegazione palestinese, ma il Comitato Olimpico internazionale ha respinto la richiesta avanzata dall’Olp, l’Organizzazione per la liberazione della Palestina.
Il commando palestinese denominato Settembre Nero entra in azione, sequestrando degli atleti israeliani. Saranno le Olimpiade piu’ sanguinose della storia, e sui palestinesi si scateneranno gli uomini del Mossad, i servizi segreti israeliani. Antonella Ferrera intervista il giornalista RAI Amedeo Ricucci.
La voce di Issa, leader del Commando Palestinese, e’ quella di Francesco Meoni.
www.mediafire.com/?4jiqai0himn

28/3/2009 Federico II – Stupor Mundi
Figura centrale della storia dell’Occidente, e’ stato Re di Sicilia, Re di Gerusalemme, imperatore del Sacro Romano Impero, Re di Germania.
Una lunga serie di miti e leggende popolari circondano la sua figura, dotata di un grande carisma e di una personalità poliedrica. Il suo regno viene ricordato per la forte attività legislativa, per l’innovazione tecnologica e culturale, per il disegno di unire sotto un’unica bandiera più popoli e più religioni. Anche per questo Federico II si e’ spesso scontrato con la Chiesa. Uomo di governo, generale ma anche mecenate di quella scuola siciliana che unì la cultura greca, latina, araba ed ebraica.
Antonella Ferrera intervista la scrittrice Cinzia Tani, ad Aprile nelle librerie con il suo romanzo medievale Lo Stupore del Mondo edito da Mondadori.
La voce di Federico II e’ quella di Francesco Pannofino
www.mediafire.com/?zgiyzy0htrz

4/4/2009 Filippo Tommaso Marinetti
È l’inizio del 20° secolo. Sono anni turbolenti per tutta l’Europa. La stagione delle grandi ideologie e dei mutamenti epocali, che porteranno gli storici a parlare di “secolo breve”, sta per aprirsi.
A capirlo, prima di altri, e’ Filippo Tommaso Marinetti, poeta ed editore emergente, simpatizzante dei movimenti rivoluzionari. Passa con disinvoltura dalle manifestazioni di piazza ai migliori salotti parigini della Belle Epoque.
Nel 1908 ha un banale incidente automobilistico; finisce in un fossato per evitare due ciclisti. Ma il Marinetti estratto dai resti della sua Isotta Fraschini non e’ piu’ la stessa persona. Da quel fossato emerge un uomo nuovo. Nel 1909, il più prestigioso quotidiano francese, Le Figaro, pubblica il suo piano programmatico, il Manifesto del Futurismo. L’era delle avanguardie storiche e’ appena cominciata.
Antonella Ferrera intervista lo storico Giordano Bruno Guerri autore del libro Filippo Tommaso Marinetti, invenzioni, avventure e passioni di un rivoluzionario, edito da Mondadori.
La voce di Filippo Tommaso Marinetti e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?jmmymnzj2it

11/4/2009 Caterina Sforza
Bella, intelligente, dotata di una forza d’animo e di una vitalita’ non comuni. E’ Caterina Sforza, la “grande signora della Romagna”, celebrata dagli scrittori rinascimentali come una delle donne piu’ grandi del suo tempo.
Cresciuta nella raffinata corte di Milano, diventa signora di Imola e Forlì, prima con il marito Girolamo Riario, poi come reggente del figlio primogenito Ottaviano. Caterina pratica la caccia e l’alchimia, e’ passionale negli affetti familiari, ma la sua ambizione le impedisce di accontentarsi di rimanere nell’ombra. Nelle sue vene scorre il sangue di una dinastia di condottieri; un’eredita’ che nell’arco della sua vita la portera’ a compiere azioni coraggiose e temerarie. Solo la furia conquistatrice dei Borgia riuscira’ a piegarla, ma solo dopo un’eroica resistenza. Antonella Ferrera intervista l’editore e scrittore Roberto Casalini, esperto di storia della Romagna.
La voce di Caterina Sforza e’ quella di Cristina Boraschi.
www.mediafire.com/?m4ydz2mzad1

18/4/2009 Beppe Alfano – Morte di un giornalista
L’8 Gennaio del 1993 a Barcellona Pozzo di Gotto muore crivellato di colpi Beppe Alfano, giornalista divenuto scomodo alle cosche mafiose. E’ l’ennesimo martire della lotta alla mafia, un martire dimenticato. Giornalista d’inchiesta, condusse diverse indagini che lo portarono a scoprire truffe ai danni della comunità europea e loschi intrecci tra mafia, istituzioni e massoneria coperta.
Cosa nostra decise di tappargli la bocca e per il suo omicidio sono stati condannati mandante ed esecutore, ma recenti dichiarazioni di uno dei killer di Giuseppe Fava gettano nuove ombre sul caso. Antonella Ferrera intervista la figlia di Beppe Alfano, Sonia, Presidente dell’Associazione Nazionale dei Familiari delle Vittime della mafia.
La voce di Beppe Alfano e’ quella di Giovanni Guardiano.
www.mediafire.com/?ylwmgtttynm

25/4/2009 Processo ai Templari
Corre l’anno 1312 quando il Papa Clemente V, su pressione del Re di Francia Filippo il Bello, pone fine all’Ordine dei Templari. Il Gran Maestro dell’Ordine, Jacques de Molay, e’ costretto sotto tortura a confessare la veridicità di leggende che circolano intorno all’Ordine e dopo aver subito un processo farsa viene condannato al rogo. Corre l’anno 1314. E’ la fine di un’epoca, quella dei cavalieri templari, sulle cui origini ancora oggi circolano miti e leggende.
Antonella Ferrera intervista lo storico del medioevo Franco Cardini e Simonetta Cerrini, studiosa dei templari che da anni cerca di fare luce sull’Ordine piu’ misterioso della nostra storia.
La voce del Gran Maestro Jacques de Molay e’ quella di Alberto Rossatti.
LIBRI CONSIGLIATI
La Rivoluzione dei Templari di Simonetta Cerrini, Mondadori.
www.mediafire.com/?hnain22zg2z

02/5/2009 Grecia 1967 – Il colpo di stato dei colonnelli
Ventesimo Secolo, primi anni ’60. La Grecia sta faticosamente uscendo da decenni turbolenti, durante i quali si sono susseguite dittature, occupazioni militari, guerre civili e governi di destra di stampo autoritario.
Il fermento economico e sociale che sta attraversando l’Europa porta con sé il vento del cambiamento: nel 1964 le elezioni vengono vinte a grande maggioranza da Georgios Papandreu, 76 anni, leader dell’Unione di Centro, che promette una democratizzazione della vita politica e sociale del Paese. Ma anche un nuovo re viene incoronato, il ventitreenne Costantino II. Presto fra i due emergono i primi contrasti; tre anni dopo, le promesse di Papandreu sono spazzata via da un ennesimo attentato alla democrazia, la “dittatura dei colonnelli”…
Antonella Ferrera intervista il giornalista greco Yannis Chrissafis.
La voce di Geórgios Papandréu è quella di Alberto Rossatti.
www.mediafire.com/?nyndzomzlmj

9/5/2009 L’esperimento carcerario di Stanford
Negli anni sessanta, all’Universita’ di Stanford, Palo Alto, California, lo psicologo Philip Zimbardo mette in atto un esperimento che fara’ discutere: studiare l’obbedienza o la disubbidienza all’autorita’. Per verificare se le circostanze fossero in grado di plasmare una persona, ingaggio’ degli studenti e trasformo’ il seminterrato del Dipartimento di Psicologia in un piccolo carcere, con telecamere e microfoni nascosti pronti a registrare tutto. Con conseguenze inaspettate.
Antonella Ferrera intervista lo psicologo e criminologo Angelo Zappala’.
La voce di Philip Zimbardo e’ quella di Francesco Pannofino
www.mediafire.com/?qo1iinmomdg

16/5/2009 Howard Phillips Lovecraft e ‘Le Montagne della Follia’
Rhode Island, Stati Uniti, 20 agosto 1890. A Providence, cuore pulsante del New England, nasce Howard Phillips Lovecraft, lo scrittore che più di ogni altro saprà rinnovare la narrativa del fantastico e dell’orrore.
Il “sognatore di Providence” dedicherà la sua intera esistenza, e la sua produzione artistica, a dipingere un visionario affresco letterario, tra razionalità scientifica e miti pagani; un amalgama di stimoli e fonti di ispirazione confluito in quello che alcuni hanno riconosciuto come un nuovo trans-genere squisitamente lovecraftiano: l’orrore cosmico, o “cosmicismo”.
Antonella Ferrera intervista Gianfranco De Turris, giornalista, saggista e massimo esperto di letteratura fantastica.
La voce di Howard Phillips Lovecraft e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?3nkmtdngjy3

23/5/2009 Giovanni Falcone – Attacco a Cosa Nostra
“Occorre compiere fino in fondo il proprio dovere, qualunque sia il sacrificio da sopportare, costi quel che costi, perché è in ciò che sta l’essenza della dignità umana”. Parole profetiche quelle di Giovanni Falcone, ucciso dalla mafia il 23 maggio 1992, a Capaci, in un devastante attentato dinamitardo.
La Storia in Giallo, in occasione del diciassettesimo anniversario della sua scomparsa, racconta il coraggio e la determinazione di un uomo morto per combattere Cosa nostra.
Antonella Ferrera intervista il giornalista Francesco La Licata
La voce di Giovanni Falcone e’ quella di Ninni Bruschetta.
www.mediafire.com/?kmgioz2qkfz

30/5/2009 Chin Shi Huangdi – Il Primo Imperatore della Cina
Dopo anni di battaglie, riuscì a unificare sotto il suo potere tutti i regni della Cina, divenendone il primo Imperatore. Unificò non soltanto i territori, ma anche la scrittura, la moneta, le unità di misura, gettando le basi per un Impero stabile e duraturo. Negli ultimi anni di vita, però, ossessionato dal raggiungimento dell’immortalità e affidandosi ad alchimisti di ogni sorta, compromise la sua saluta sia fisica sia mentale. Quando morì, nel 210 a.C., venne sepolto nel suo mausoleo, dove per difenderlo nella vita dell’aldilà, aveva fatto costruire migliaia di soldati in terracotta. La loro scoperta rimane una delle più sensazionali di sempre.
Antonella Ferrera intervista Maurizio Scarpari, Professore di Lingua Cinese Classica all’Università’ Ca’ Foscari di Venezia e curatore di diverse mostre sulla storia e la cultura cinese.
La voce di Chin Shi Huangdi e’ quella di Francesco Meoni
www.mediafire.com/?mozh3b2yemw

6/6/2009 Padre Pino Puglisi – Un prete contro Cosa Nostra
Quartiere Brancaccio, periferia orientale di Palermo, è la sera del 15 settembre del 1993. Intorno alle 20.30 una Fiat Uno rossa si immette in piazzale Anita Garibaldi. E’ l’auto di Padre Pino Puglisi, il parroco che da anni e’ in prima linea nella lotta alla mafia. Quell’uomo e’ ormai divenuto scomodo, e quella sera qualcuno ha deciso di metterlo a tacere. Ma le sue parole, e le sue idee, continuano a tracciare un solco indelebile nelle coscienze degli uomini onesti. Antonella Ferrera intervista il giornalista e scrittore Vincenzo Ceruso, che ha pubblicato per la Newton Compton Editori il libro Uomini contro la Mafia.
La voce di Padre Pino Puglisi e’ quella di Giovanni Guardiano.
www.mediafire.com/?26zf5d64rjqodiv

13/6/2009 George Danton
Mostra la testa al popolo. Ne vale la pena
Furono queste le sue ultime parole, rivolte al boia poco prima di essere ghigliottinato il 5 aprile del 1794. Fu uno dei grandi protagonisti della Rivoluzione Francese. Definito “disertore di pericoli” dal suo grande accusatore Saint-Just, sara’ ricordato per la sua grande arte oratoria.
Antonella Ferrera intervista Daria Galateria, studiosa di letteratura e cultura francese, autrice del libro Parigi 1789 edito da Sellerio.
La voce di George Danton e’ quella di Francesco Pannofino
www.mediafire.com/?mzmz1jiy1dj

20/6/2009 Franz Kafka
Dove parla l’angoscia, si tratta di un’angoscia motivata: l’angoscia di un uomo gravemente malato, che gia’ nei suoi giovani anni sa che non puo’ guarire, che e’ perduto…
Sono parole di Max Brod, il grande amico di Franz Kafka, che gli e’ stato sempre accanto, dagli anni trascorsi all’Istituto di Assicurazioni contro gli infortuni sul lavoro per il Regno di Boemia agli anni della stesura dei Diari e di quelle opere che lo avrebbero reso uno dei maggiori scrittori del suo tempo.
Il suo stato di salute gravemente condizionato da una tubercolosi polmonare, e la travagliata vicenda sentimentale con Felicia Bauer avrebbero segnato la sua opera e la sua vita, stroncata troppo presto, il 3 giugno del 1924, quando aveva soltanto quarant’anni.
Antonella Ferrera intervista lo scrittore Valerio Evangelisti.
La voce di Franz Kafka e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?mwonnm0qomk

19-09-2009 Il Passatore
Pascoli lo definì “cortese”, Garibaldi lo chiamò “un buon italiano”, per la Romagna è un simbolo e un eroe, un Robin Hood locale. Eppure dietro la leggenda si staglia una realtà inquietante. Stefano Pelloni – detto il Passatore – era un brigante sanguinario che terrorizzò la Romagna di metà ‘800. Ladro, truffatore, assassino, faceva a pezzi quelli che lo tradivano, e con la sua banda poteva svaligiare un intero paese in una notte sola. Lo Stato Pontificio dovette ricorrere a misure straordinarie per riuscire a fermare la sua feroce ascesa.
Antonella Ferrera parla della leggenda e della realtà storica del Passatore con l’editore e scrittore romagnolo Roberto Casalini.
La voce del Passator Cortese e’ quella di Francesco Pannofino.

LIBRI CONSIGLIATI
“Il Passatore – le imprese brigantesche di Stefano Pelloni nella Romagna ottocentesca” di Roberto Casalini, Il Ponte Vecchio Editore
www.mediafire.com/?rjn2i2wm2dn

26-09-2009 La Primula Rossa
Dalla penna della Baronessa Emma Orczy nasceva agli inizi del ‘900 un personaggio che ancora oggi suscita interesse e curiosità, quello della Primula Rossa. Nel periodo della Rivoluzione Francese, quando Robespierre e il comitato di salute pubblica seminavano il terrore, difendeva i deboli, i perseguitati e gli oppressi. Il suo vero nome era Sir Percy Blakeney, un nobile inglese che firmava le sue imprese con uno stemma a forma di piccolo fiore scarlatto.
Antonella Ferrera intervista Daria Galateria, saggista studiosa di letteratura e cultura francese.
La voce della Primula Rossa e’ quella di Riccardo Rossi.

LIBRI CONSIGLIATI
Le Avventure della Primula Rossa, di Emma Orczy, Sonzogno 1934
Parigi 1789 di Daria Galateria, Sellerio
www.mediafire.com/?qyz0ejmlxyy

03/10/2009: Ivan Il Terribile
Divenuto zar in tenera età e incoronato appena adolescente, visse i suoi primi anni in un costante clima di sospetto e intrighi orditi dalla nobiltà russa in cerca di posizioni di potere.
La sua psiche ne rimase segnata per sempre, e anche se gli storici ricordano le sue riforme volte alla modernizzazione dello Stato, alla subordinazione della chiesa, alla creazione di un esercito stabile, ai contatti commerciali con oriente e occidente e alla costruzione della mastodontica cattedrale di San Basilio, alla sua morte lascerà una Russia poverissima per vie delle interminabili guerre e meno libera.
Si macchio’ anche di diversi crimini, dalla strage di Novgorod, dove fece uccidere migliaia di uomini, all’uccisione del figlio durante uno dei suoi scatti d’ira.
Antonella Ferrera intervista il giornalista Carlo Benedetti, a lungo inviato dell’Unita’ e di Liberazione a Mosca.
La voce di Ivan il Terribile e’ quella di Francesco Pannofino.
www.mediafire.com/?oidezmyzqzn

10/10/2009: Nicolae Ceausescu
Questa epoca e questo paese sono troppo piccoli per te. Una persona del tuo calibro nasce solo una volta ogni cinquecento anni. Sono parole che Elena Ceausescu diceva continuamente a suo marito Nicolae, in quello che piu’ che un matrimonio e’ sembrato spesso un sodalizio malvagio che ha seminato odio e terrore. Ogni aspetto del paese e’ stato soggiogato dalla dittatura, da quello religioso a quello commerciale, da quello politico a quello educativo.
Una dittatura durata un quarto di secolo, finita nel sangue nel pomeriggio di Natale del 1989. La scintilla era scoccata pochi giorni prima, quando a Timisoara, durante una manifestazione, la polizia del regime sparo’ in mezzo alla folla. Fu l’inizio di una discesa che avrebbe portato i coniugi Ceausescu alla pena capitale.
Antonella Ferrera intervista la scrittrice Laura Laurenzi, che ha dedicato ai coniugi Ceaucescu un capitolo del suo libro Amori e Furori, edito da Rizzoli.
La voce di Nicolae Ceausescu e’ quella di Alberto Rossatti.
www.mediafire.com/?md5kzt4jxha

17/10/2009: Ipazia
Nacque ad Alessandria d’Egitto intorno al 370 d.C., figlia del matematico Teone. Filosofa, scienziata, astronoma e musicologa, Ipazia fu trucidata nel marzo del 415, vittima del fondamentalismo religioso.
L’assassinio si consumò in un’epoca di ripudio della cultura e della scienza che già molto tempo prima della sua nascita portò alla distruzione della straordinaria biblioteca alessandrina (sembra contenesse 500.000 volumi) e poi al saccheggio della biblioteca di Serapide. Ipazia – come scrive Margherita Hack – rappresenta il simbolo dell’amore per la verità, per la ragione, per la scienza che aveva fatta grande la civiltà ellenica. Dei suoi scritti non è rimasto niente; sono rimaste invece le lettere di Sinesio che la consultava a proposito della costruzione di un astrolabio e un idroscopio. L’intervista di oggi e’ con Adriano Petta, autore con Antonino Colavito del libro “Ipazia. Scienziata Alessandrina”, La Lepre Edizioni.
La voce di Ipazia e’ quella di Emanuela Rossi
www.mediafire.com/?wzyznnnzylm

24/10/2009: Henry Morgan. Il pirata dei Caraibi
Le sue spoglie mortali, per un crudele scherzo del destino, riposano nei profondi abissi dell’oceano insieme alle anime del cimitero di Palisadoes, sprofondato in mare in seguito ad un terremoto. Una punizione divina, si diceva, per i molti crimini commessi in vita, quando a bordo delle sue imbarcazioni insieme a ciurme di marinai assetati di danaro, assaltava porti, assediava fortezze, bombardava vascelli nemici. In pochi però sapevano che lo facesse per conto della corona inglese, pedina di una guerra che dall’Europa sconfinava nel Nuovo Mondo. Passò anche dall’altra parte, il pirata Morgan, che negli ultimi anni diede la caccia a quelli che un tempo erano stati i suoi compagni di avventura. Avventura che ha ispirato scrittori, registi, musicisti, quella dei pirati dei Caraibi.
Antonella Ferrera intervista lo scrittore Valerio Evangelisti, autore dei libri editi da Mondadori Tortuga e Veracruz, quest’ultimo nelle librerie dal 27 ottobre.
La voce di Henry Morgan e’ quella di Francesco Pannofino
www.mediafire.com/?2jimyqzjvxj

31/10/2009: Carlo V e la Regina Giovanna detta la pazza
E’ il 13 marzo del 1516, quando alla morte di Re Ferdinando gli succede al trono il sedicenne Carlo d’Asburgo, figlio della Regina Giovanna di Castiglia. Il giovane regnerà su territori talmente sconfinati da poter dire che sotto il suo scettro non tramonta mai il sole. In realtà sarebbe stato lui a tramontare nelle sue contraddizioni, fervente cattolico dedito alle belle donne, all’alcol e al cibo in maniera sregolata. E forse il rimorso di aver lasciato sua madre li’ dove era stata rinchiusa da Ferdinando, in una cella buia e disumana. Una vita di sottomissione, quella di Giovanna, prima alla madre Isabella, poi al marito Filippo il Bello, morto misteriosamente quando era in procinto di sedere al trono, al padre e al figlio, Carlo V. Disprezzava la chiesa e i preti, ma la storia vuole che sia morta tra le braccia del Signore. Antonella Ferrera intervista la scrittrice Edgarda Ferri autrice del libro Giovanna la pazza edito da Mondadori. La voce di Giovanna la pazza e’ quella di Emanuela Rossi.
www.mediafire.com/?notz0ydn0jm

07/11/2009: David Livingstone
Corre l’anno 1873, quando il corpo di un uomo, spedito da Zanzibar e proveniente dal Continente Nero, viene esaminato dalla Royal Geographical Society di Londra. Viene accertato che si tratta di David Livingstone. Gli vengono attribuiti grandi onori e il feretro viene sepolto tra i grandi alla Westminster Abbey. Il primo uomo ad aver attraversato l’Africa da costa e costa e divenuto leggenda del suo tempo, aveva affrontato il continente nero più di trent’anni prima, partendo come missionario ed esploratore alla ricerca di un grande lago di acqua dolce. Nel tempo divenne un tutt’uno con le tradizioni delle tribu’ africane, scontrandosi con le loro problematiche e con il dramma dello schiavismo. Antonella Ferrera intervista Giampiero Calchi Novati, Professore di Storia ed Istituzioni afroasiatiche all’Universita’ di Pavia.
La voce di David Livingstone e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?ayzrmo3zyij

14/11/2009: Fra Dolcino
I versi che gli ha dedicato Dante nel ventottesimo canto dell’Inferno lo hanno reso oggetto di studio e diatribe tra storici e studiosi. Ancora oggi il suo nome fa discutere ed e’ legato indissolubilmente alla storia delle eresie medievali e della Santa Inquisizione. Di certo sappiamo che Fra Dolcino, alla morte di Gherardino Segalello, fondatore dei Fratelli Apostolici, si assurse a comando di un gruppo di persone, perlopiù contadini e braccianti del Vercellese, che predicavano una vita libera, anche nell’aspetto più intimo. I Fratelli Apostolici vennero dichiarati eretici e contro di loro la Chiesa scateno’ una vera e propria crociata, che si concluse, dopo un’ardua difesa, con la morte al rogo di Dolcino e la compagna Margherita da Trento.
Antonella Ferrera intervista lo storico Franco Cardini.
La voce di Fra Dolcino e’ quella di Francesco Pannofino.
www.mediafire.com/?z5ii1zjyzmy

21/11/2009: Buffalo Bill
E’ lo pseudonimo di William Frederick Cody, originario dell’Iowa. A quattordici anni Pony Express, poi arruolato nel Settimo Cavalleggeri del Kansas prese parte alla Guerra di Secessione, conquistandosi la medaglia al valore dal Congresso degli Stati Uniti. Ma fu dopo la guerra che divenne Buffalo Bill, strappando il soprannome a un certo William Comstock dopo averlo sconfitto in una gara di caccia al bisonte. La leggenda narra che Buffalo Bill, tra il 1868 e il 1872, per rifornire gli operai durante la costruzione di una ferrovia, uccise circa quattromila bisonti. All’apice della fama, divenne impresario di se stesso, girando l’America e il mondo con il suo spettacolo Bill Wild West Show al quale partecipo’ anche il leggendario Capo Sioux Toro Seduto.
Antonella Ferrera intervista l’editore Sergio Bonelli
La voce di Buffalo Bill e’ quella di Francesco Pannofino.
www.mediafire.com/?uyvnzjmzyyn

28/11/2009: Arthur Machen
Affascinato dalle suggestioni della cultura gallese, di Roma antica e del Medioevo e influenzato dalle opere di Stevenson, Arthur Machen può essere considerato uno dei massimi esponenti del genere fantastico e dell’orrore. Il suo primo e grandissimo successo, “Il Grande Dio Pan”, fece molto discutere l’opinione pubblica dell’epoca per i suoi contenuti sessuali e gli elementi orrorifici. Seguirono altri successi editoriali, come “I Tre Impostori”, considerata ancora oggi la sua opera migliore. Con il declino del decadentismo in seguito alle sventure di Oscar Wilde e la morte per cancro della moglie, Machen visse il resto della sua esistenza tra alti e bassi, cercando riparo emotivo nella scrittura e nella Golden Dawn, un ordine magico che praticava una forma simbolica di risveglio spirituale e di illuminazione. Con lo scoppio della Grande Guerra, a cui partecipò come corrispondente dal fronte, torno’ al successo con dei racconti di cronaca come “Gli Arcieri” e “Gli angeli di Mons”.
Antonella Ferrera intervista il giornalista e scrittore Giuseppe Lippi, curatore della collana Urania per Mondadori. E’ il massimo esperto in Italia delle opere di Arthur Machen.
La voce di Arthur Machen e’ quella di Riccardo Rossi.
https://mega.co.nz/#!fRUgWARa!KXnH…m3NeP436BP8NTP4

05/12/2009: Milosevic. L’Hitler dei Balcani
La sua morte, avvenuta l’11 marzo 2006 nella sua cella di Scheveningen e’ ancora avvolta da un fitto mistero. I segreti della sua vita, invece, anche i piu’ atroci, sono stati tutti svelati.
Non ha avuto una vita facile il giovane Milosevic, che ha dovuto superare lo shock di veder morire in pochi anni il padre e la madre, entrambi suicidi. Pur iscrivendosi giovanissimo alla Lega dei Comunisti, prima di dedicarsi alla vita politica, inizio’ una carriera nei settori amministrativo e bancario che lo porto’ a vivere per diverso tempo in America. Rientrato in patria si dedico’ alla vita politica che lo avrebbe portato a ricoprire le cariche piu’ importanti di stato fino alla Presidenza della Jugoslavia nel 1997.
Considerato uno dei maggiori responsabili del genocidio dei kosovari e di crimini contro l’umanità, viene arrestato come ordinato dal Tribunale Internazionale dell’Aja. Decide di difendersi da solo, ma la morte lo coglie proprio durante il processo.
Antonella Ferrera intervista il giornalista Massimo Nava, autore dei libri “Imputato Milosevic. Il processo ai vinti e l’etica della guerra”, edito da Fazi Editore, e “Milosevic. La tragedia di un popolo”, edito da Rizzoli.
La voce di Slobodan Milosevic e’ quella di Alberto Rossatti.
www.mediafire.com/?nzm2cidmywy

12/12/2009 Vincent Van Gogh
Quando si allontana con una pistola dal manicomio dove e’ ricoverato e si spara un colpo in pancia, forse non ha deciso di suicidarsi, ma di infliggersi l’ennesima punizione, dopo essersi bruciato una mano ed essersi tagliato un orecchio. La sua follia, che lo ha portato a morte prematura, va di pari passo con la sua genialità, non riconosciuta durante la sua vita, ma decretata dall’esame dei secoli.
Tra genio e follia La Storia in Giallo ripercorre la vita di uno dei più grandi artisti di sempre, interpretato da Francesco Pannofino.
Antonella Ferrera intervista Giordano Bruno Guerri, storico, scrittore e giornalista autore di Follia? Vita di Vincent Van Gogh, edito da Bompiani.
www.mediafire.com/?wzgwiwnhyhj

19/12/2009 La Grafomane
Lo scambio epistolare tra una giovane psicologa che vive a Venezia, ed un anziano professore di Bruxelles finisce per avvolgerli in una rete di fantasmi, fantasie, erotismo, e perversioni in un crescendo di sfide reciproche, in attesa di un incontro che viene continuamente rinviato. Un terzo personaggio, dai tratti psicotici, incarna le ombre inconfessabili della protagonista, fino all’epilogo inatteso. Una storia di passione e di sensualità che unisce l’amore e la perversione, la follia e la creazione letteraria. Un amore fatto di parole e di follia. Una ricerca senza limiti nelle profondità dell’animo umano degli aspetti più nascosti del desiderio e delle passioni.
Antonella Ferrera intervista la scrittrice Sophie Buyse.
La voce della protagonista e’ quella di Emanuela Rossi.
www.mediafire.com/?zjjt3gx5nem

26/12/2009 Il Viaggio del Pellegrino
Pubblicata da John Bunyan nella seconda metà del Seicento, e’ una delle più vaste allegorie mai scritte al mondo. “Vidi un uomo chiamato Cristiano con un grande carico di peccati sulle spalle. Lo vidi piangere, tremare e scoppiare in un terribile lamento. Così afflitto tornò a casa, ma si trattenne, perché la moglie e i figli non notassero la sua angoscia. Non vi riuscì a lungo però. Sperando che il sonno potesse placarlo, lo portarono a letto, ma invece di dormire, Cristiano passò la notte tra pianti e sospiri. La sua famiglia cominciò allora a trattarlo con durezza e lui andò a dolersi da solo, vagando per i campi. Si guardava intorno come a cercare una via di fuga, ma non sapeva dove andare. Poi un uomo chiamato Evangelista andò da lui”.
Ha inizio così uno dei travagli letterari più suggestivi e allegorici di sempre.
Antonella Ferrera intervista il filosofo della scienza Giulio Giorello.
La voce di Cristiano e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?gznlytnnqid

 

02/01/2010 Giancarlo Siani
Alla breve vita di Giancarlo Siani fa da sfondo la Torre Annunziata degli anni Ottanta, della Campania del dopo terremoto, delle commistioni tra politica e camorra, delle ingiustizie sociali, dei morti ammazzati. Ma anche dei concerti di Vasco e del Napoli di Maradona, del sogno di un ragazzo di entrare al Mattino di Napoli e di sposare la ragazza che tanto ama. Un sogno infranto nella colpa di aver raccontato e cercato di scavare a fondo nella realtà che lo circonda. Quello che fa un giornalista giornalista. A soli ventisei anni, l’infamia della camorra gli ha chiuso per sempre la bocca.
Antonella Ferrera intervista Andrea Purgatori, giornalista e autore di film per la tv e il cinema, come Fortapasc di Marco Risi, film sulla vita di Giancarlo Siani.
La voce di Giancarlo Siani e’ quella di Riccardo Rossi
www.mediafire.com/?jduz4noqyzm

09/01/2010 Heinrich Schliemann e la scoperta di Troia La scoperta della Troia omerica, il tesoro di Priamo, quello di Agamennone, scavi a Pompei ed Ercolano, in Egitto, in Italia. Un nome che evoca le grandi imprese archeologiche, le scoperte più sensazionali. Ma accanto a tutto questo splendore impolverato di immortalità, si affaccia l’ombra della menzogna, il dubbio che nulla di tutto cio’ sia vero. Da grande scopritore a grande bugiardo il passo e’ breve e la sua morte sospetta in quel di Napoli, le testimonianze di chi lo ha incontrato, fanno propendere il giudizio dalla parte dei suoi detrattori.
Antonella Ferrera intervista il giornalista e scrittore Mario La Ferla, autore del libro L’ultimo Tesoro, edito da Stampa Alternativa.
La voce di Heinrich Schliemann e’ quella di Riccardo Rossi.
www.mediafire.com/?2wdnw1dgzyd